Home / Archivio dei Tag: patate

Archivio dei Tag: patate

Patate amare: la segnalazione di un lettore e la risposta del produttore Pizzoli

Un lettore ci segnala una spiacevole esperienza con delle patate della Pizzoli. Di seguito pubblichiamo la lettera e la risposta dell’azienda. Giovedì scorso ho acquistato presso il supermercato Ipercoop La Torre di Milano, due confezioni da 1,5 kg ciascuna di patate rosse “Rossana” dell’azienda Pizzoli. Le ho lessate e le ho trovate immangiabili, amarissime, non vi dico poi da fredde. …

Continua »

La solanina delle patate è tossica, come eliminarla? Risponde il professore Antonello Paparella

pelapatate allerta utensili acciaio 147799423

Ho letto il vostro articolo su come conservare le patate con il caldo estivo e mi è venuto un dubbio. La solanina è termolabile? Viene neutralizzata dalla cottura? Se sì a quanti gradi? Ecco la risposta di Antonello Paparella microbiologo alimentare e preside della Facoltà di Scienze e tecnologie alimentari all’Università degli Studi di Teramo e cultore della materia. La solanina …

Continua »

Patate: come si conservano con il caldo estivo? I consigli del professor Antonello Paparella

A bio russet potato wooden vintage background.

Quando arriva l’estate, con le alte temperature, l’afa e le ondate di calore, la conservazione di alcuni alimenti diventa problematica. La questione non riguarda però solo i prodotti facilmente deperibili come latticini e carne, ma anche frutta e ortaggi. Tra questi, la calura dei mesi estivi accelera la germogliazione di patate, diminuendo così i tempi di conservazione nelle nostre dispense. …

Continua »

Patate verdi con germogli: non mangiatele! I consigli dell’Agenzia tedesca per la sicurezza alimentare per ridurre il rischio di intossicazione

“Non mangiate patate verdi e con molti germogli”. Questo è il consiglio diffuso dall’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR), che ha recentemente riesaminato il rischio associato all’ingestione di glicoalcaloidi, in particolare della solanina che si forma nelle patate quando assumono la colorazione verde. Gli studi per rivedere il giudizio sulle componenti tossiche sono stati avviati  nel 2015 scattata …

Continua »

La CO2 minaccia la dieta: meno proteine, ferro e zinco nei vegetali se aumenta l’anidride carbonica nell’atmosfera. Colpiti riso, avena, orzo e patate

riso

C’è una conseguenza poco conosciuta dell’aumento di CO2 nell’atmosfera: l’impoverimento del contenuto proteico di molte piante tra le quali il grano, l’avena, il riso, le patate e l’orzo. E ciò significa che, se non verranno presi provvedimenti urgenti, centinaia di milioni di persone in tutto il mondo saranno presto in uno stato di denutrizione. È allarmante lo studio pubblicato su …

Continua »

Acrilammide: come dorare gli alimenti senza abbrustolirli. I consigli del FSA inglese per ridurre i livelli della sostanza poco conosciuta ma rischiosa

forno teglia pane

L’Agenzia britannica per la sicurezza alimentare, la Food Standards Agency (FSA) ha rilanciato l’allarme sui rischi per la salute dell’acrilammide, che si forma durante la cottura ad alta temperatura di prodotti ricchi di amido. Secondo l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) l’assunzione  di questa sostanza in quantità elevata può aumentare il rischio di sviluppare il cancro. I gruppi di …

Continua »

Purè Coop specifica che gli acidi grassi sono di palma: è corretta l’etichetta?

pur di patate con contorno di piselli

Questa mattina dovevo acquistare una confezione di  purè in fiocchi e nell’elenco degli ingredienti del prodotto Coop ho notato la dicitura “mono e digliceridi degli acidi grassi (palma)” (vedi foto sotto)… Ho  fatto un confronto con la composizione di altri preparati analoghi della Knorr e di Pfanni e ho notato che i “mono e digliceridi degli acidi grassi” ci sono sempre …

Continua »

Acrilammide: la Danimarca fissa limiti più severi per la sostanza cancerogena che si crea ad alte temperature negli alimenti contenenti amido

pane

La Danimarca ha deciso di fissare dei limiti indicativi per l’acrilammide negli alimenti più severi di quelli stabiliti dall’Unione europea, giudicati insufficienti a tutelare la salute dei cittadini. L’acrilammide è una sostanza chimica, classificata come genotossica e cancerogena, che si forma naturalmente nei prodotti alimentari che contengono amido durante la cottura ad alte temperature. Il problema si pone per le fritture, …

Continua »

Patatine fritte: confronto tra Amica Chips e Esselunga. Cambia il pack ma il contenuto è pressochè identico come pure lo stabilimento di produzione

Il Fatto Alimentare ha messo a confronto le patatine classiche firmate Amica Chips  gusto classico, con le analoghe Esselunga Chips, prodotte dalla stessa azienda nello stabilimento di Castiglione delle Stiviere. Amica Chips è un’azienda importante che occupa il secondo posto nella classifica e produce patatine oltre che per Esselunga anche per altri supermercati e ipermercati.   L’azienda – interpellata da …

Continua »

Patate blu: un video realizzato da Coltura & Cultura ci spiega i segreti di un ottimo tubero che fatica a diffondersi

Le patate blu non sono né aliene né geneticamente modificate e, come quelle che comunemente consumiamo, arrivano del Perù e della Bolivia. Il colore intenso è dovuto all’elevata presenza di antociani, sostanze utili per la nostra salute, le stesse contenute nei mirtilli. Anche le varietà più tradizionali, a pasta gialla, bianca e rossa, nonostante siano state scoperte a metà del Cinquecento …

Continua »

Bucce e croste si possono mangiare? Quali criteri bisogna seguire? Rispondono Andrea Ghiselli del Cra e Fulvio Mattivi della Fondazione Mach

La domanda sorge quasi spontanea: addentare la mela intera o togliere la buccia? Un lettore ha  rivolto a noi il quesito, per ricevere chiarimenti non solo sulla  buccia della frutta ma anche di ortaggi e di altri prodotti come il formaggio. Ci si chiede  spesso quanto sia sano mangiarla e quali sono gli eventuali vantaggi. Quali criteri  utilizzare per decidere? …

Continua »

India, l’inflazione riduce del 40% il consumo di cibi ad alto valore nutritivo. Buone prospettive per le catene che propongono ristorazione veloce

cibo indiano

Negli ultimi tre anni, l’inflazione ha ridotto il budget alimentare delle famiglie indiane e il consumo di cibi essenziali, come frutta, verdura e latte, di circa il 40 per cento. L’impatto è stato più forte nelle maggiori città. Lo rileva un sondaggio condotto in ottobre e novembre dall’associazione della Camere di commercio indiane, tra duemila casalinghe e mille persone che …

Continua »

Arrivano i selenozuccheri: i nuovi composti a base di selenio presenti nei cereali scoperti dai ricercatori dell`Istituto superiore di sanità

Il selenio è un minerale essenziale per l’organismo che prende parte a molti processi fisiologici. È anche un elemento da maneggiare con cautela, perché il limite tra le assunzioni necessarie a garantire un corretto funzionamento dell’organismo, e quelle che determinano tossicità è breve. Il selenio è in parte ancora sconosciuto, perché in natura si coniuga in modi diversi, non tutti …

Continua »

Prezzi esagerati: patate Selenella e Iodì tanto selenio e tanto iodio ma il listino lievita a dismisura

Selenella e Iodì sono i due marchi di patate famose per l’alto contenuto di selenio e iodio. Questo vantaggio nutrizionale viene venduto a caro prezzo visto che  il listino arriva ad essere 2,5 volte maggiore rispetto al prodotto più economico di primo prezzo. Un buon lavoro è stato fatto dal marketing che ha dato un’identità e un marchio a queste …

Continua »

Sprechi industriali: una proposta danese per recuperare dalle patate colloidi e pectina

In Europa ogni anno si producono un milione di tonnellate di polpa di patate, ma la quantità effettivamente utilizzata a fini alimentari è molto piccola. Una parte rilevante finisce nei rifiuti, anche se contiene fibre e altre sostanze che potrebbero essere utilizzate dalle industrie del settore. Per porre fine a una situazione economicamente, oltre che eticamente, insostenibile, i chimici danesi …

Continua »