Home / Archivio dei Tag: malattie cardiovascolari

Archivio dei Tag: malattie cardiovascolari

Il colesterolo che mangiamo fa male, pubblicato uno studio in contrasto con la tendenza degli ultimi anni

Al colesterolo che mangiamo bisogna stare attenti, perché aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e la mortalità, indipendentemente dal peso corporeo e dalla qualità della dieta. È quanto afferma uno studio pubblicato su JAMA il 19 marzo, che esamina i dati di 30 mila statunitensi facendo luce su una questione dibattuta da tempo, ovvero se il colesterolo alimentare sia o …

Continua »

La dieta “yo-yo” potrebbe far male al cuore delle donne. Uno studio della Columbia University lancia l’allarme sui rischi delle oscillazioni di peso

A pair of female feet on a bathroom scale

I chili di troppo non fanno bene al cuore, ma perderli può essere ancora peggio, se il peso perso si riprende in fretta. La cosiddetta dieta “yo-yo” infatti è associata a un alto rischio di sviluppare malattie cardiache, secondo quando riporta una ricerca della Columbia University di New York presentata al meeting dell’American Heart Association il 7 marzo. Lo studio, …

Continua »

L’obesità aumenta ovunque e cresce la preoccupazione per le malattie cardiovascolari. Rapporto della rivista The Lancet

Heartache

Nel 2017, il 73% dei decessi registrati nel mondo, gran parte dei quali precoci, sono stati causati da malattie non trasmissibili, con oltre 28,8 milioni causate da quattro soli fattori di rischio: ipertensione, fumo, glicemia alta, elevato indice di massa corporea. L’obesità è aumentata in quasi tutti i paesi del mondo, provocando oltre un milione di morti per diabete di …

Continua »

Alimenti e infiammazione: i cibi che contribuiscono a creare uno stato di alterazione causa di molte malattie? Ne parla Papille Vagabonde

Man at the office eating donuts

L’indice infiammatorio degli alimenti è un concetto poco conosciuto dalla maggior parte dei consumatori, anche se trova uno spazio rilevante nell’ambito medico nutrizinale.  Il blogger Günther Karl Fuchs autore di Papille Vagabonde in questo articolo spiega qual è la relazione tra il cibo ingerito e lo stato di infiammazione che si può  generare nell’organismo. Che cos’è l’indice di infiammazione degli alimenti? …

Continua »

“Contro lo zucchero”, il libro-verità che racconta come l’industria ha ingannato per anni i consumatori

contro lo zucchero copertina

“Contro lo zucchero” di Gary Taubes (Sonzogno, 2017) è un libro che si inserisce a buon titolo tra i migliori testi divulgativi sull’argomento degli ultimi 50 anni, accanto a “Puro bianco ma nocivo” di John Yudkin (1972). L’autore è un giornalista scientifico che ha potuto dedicare anni a questo lavoro grazie a un lauto finanziamento da parte della Robert Wood Foundation …

Continua »

Guerra agli acidi grassi trans: nei Paesi dove sono banditi si riduce il tasso di infarti e ictus

Con un’iniziativa che ne ricorda altre quali quella contro il fumo, nei giorni scorsi l’OMS ha dichiarato ufficialmente guerra agli acidi grassi trans o TFA, invitando tutti i paesi ad adottare specifiche norme (riassunte nell’acronimo REPLACE, che prevedono azioni legislative ed educazionali) affinché il loro impiego scompaia del tutto, soprattutto laddove è ancora presente, perché così facendo si eviterebbero ben …

Continua »

La dieta mediterranea fa bene solo alle persone istruite e ricche. I risultati di uno studio italiano

La dieta mediterranea riduce il rischio di malattie cardiovascolari, ma solo se a seguirla sono i gruppi economicamente più forti. È questo il risultato di una ricerca condotta dall’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Neuromed su quasi 19 mila adulti di oltre 35 anni, reclutati nell’ambito dello studio Moli-sani e pubblicata sulla rivista International Journal of Epidemiology. Che la dieta mediterranea …

Continua »

Salgono i prezzi di frutta e verdura, più economico il cibo di scarsa qualità. Un rapporto analizza la situazione in Brasile, Cina, Corea, Messico, Gran Bretagna e USA

Si riducono i prezzi di merendine e patatine, aumentano quelli di frutta e verdura. Non possono dunque stupire le conseguenze: più spesso sulle tavole finisce cibo di scarsa qualità, mentre sul girovita si accumulano chili in eccesso. È questa l’istantanea, relativa agli ultimi trent’anni, scattata dall’Overseas Development Institute, organizzazione internazionale che si occupa delle problematiche sociali delle realtà emergenti. Le …

Continua »

Il consumo di frutta può ridurre del 40% i disturbi cardiovascolari e abbassa la pressione

frutta

Secondo uno studio condotto per sette anni su 451.681 cinesi adulti, il consumo quotidiano di una porzione e mezza di frutta (circa 150 grammi) abbassa significativamente la pressione e riduce del 15% il rischio di cardiopatia ischemica, del 25% quello di ictus ischemico e del 40% quello di ictus emorragico. In un’analisi separata, i ricercatori hanno esaminato il rischio di …

Continua »

Troppo sale fa male: secondo uno studio il consumo eccessivo causa 1,65 milioni di morti l’anno per disturbi cardiovascolari

sale su pizza

L’eccessivo consumo di sale è la causa di 1,65 milioni di morti per disturbi cardiovascolari ogni anno, un decimo del totale dei decessi per questo motivo, secondo uno studio pubblicato dal New Englad Journal of Medicine, che ha preso in considerazione la dieta e i decessi per motivi cardiocircolatori in 187 paesi.   Secondo lo studio, condotto negli Stati Uniti …

Continua »

Gran parte dell’Europa verso un’epidemia di obesità e sovrappeso, secondo uno studio sulle previsioni al 2030

obesità sovrappeso

Secondo uno studio basato su modelli statistici, condotto da ricercatori dell’UK Health Forum e dell’Organizzazione mondiale della sanità, la percentuale di persone in sovrappeso e obese è destinata a crescere in quasi tutti i Paesi europei da qui al 2030.   Tra i maschi, le percentuali più alte sono previste in Irlanda (90%), in Spagna, Repubblica Ceca e Polonia (80%), …

Continua »

Resveratrolo? Fine del mito grazie allo studio: “invecchiare nel Chianti”. Da oggi vino e cioccolato non fanno poi così bene

Il resveratrolo, un polifenolo estratto dalla buccia degli acini d’uva e presente nel vino rosso e nel cioccolato, non ha alcun potere antinfiammatorio, non riduce l’incidenza delle malattie cardiovascolari e del cancro. Il mito della longevità associato a questo antiossidante, lanciato quindici anni fa, viene smontato da uno studio condotto da ricercatori statunitensi, spagnoli e italiani, pubblicato dalla rivista JAMA …

Continua »

Per prevenire i disturbi cardiovascolari non servono integratori alimentari ma una dieta equilibrata

Per prevenire i disturbi cardiovascolari non ci sono sufficienti prove scientifiche che attribuiscono un ruolo agli  integratori alimentari a base di vitamine e  minerali. Per la maggior parte delle persone, il modo migliore di assumere sostanze nutritive essenziali è adottare una dieta equilibrata. Un’alimentazione ricca di frutta, verdura, cereali integrali, frutti di mare e prodotti lattiero-caseari privi o a basso …

Continua »

Gli zuccheri aggiunti aumentano il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari. Troppe le persone a rischio

zucchero

 Il consumo di zucchero aggiunto ai prodotti alimentari è collegato a diverse patologie e malattie cardiovascolari anche gravi,  ma nonostante ciò a livello calorico si tratta di una componente che occupa una fetta importante. Negli Stati Uniti la percentuale media di calorie giornaliere provenienti dagli zuccheri aggiunti a cibi e bevande è passata dal 15,7% del periodo compreso tra il …

Continua »

Pane e sale: la nuova campagna dell’Emilia-Romagna per ridurre l’apporto giornaliero di sodio. Il prezzo non cambia

Pane e sale sono i protagonisti della nuova campagna salutistica dell’Emilia-Romagna per ridurre l’apporto giornaliero di sodio. Troppo sale fa male alla salute e ogni giorno, senza pensarci, ne assumiamo dosi superiori al normale fabbisogno. Cambiare le abitudini è però difficile. Una soluzione può essere quella di ridurre il contenuto di sale negli alimenti, senza modificarne troppo il sapore. Il prodotto ideale …

Continua »