;
Home / Archivio dei Tag: malattie cardiovascolari

Archivio dei Tag: malattie cardiovascolari

Più olio di oliva, meno malattie cardiovascolari. Sostituire burro, margarina & co. riduce la mortalità

olio di oliva extravergine

L’olio di oliva, anche se non extravergine, esercita un potente effetto protettivo nelle persone che lo consumano regolarmente. Basta infatti una media di mezzo cucchiaio al giorno, pari a 7 grammi circa, per vedere un abbassamento molto significativo degli indici di mortalità legati a malattie cardiovascolari, tumori, patologie neurodegenerative e respiratorie. La consacrazione di uno dei pilastri della dieta mediterranea, già …

Continua »

Lo stretto rapporto tra dieta, intestino e malattie passa anche dalle cellule staminali

fast food dieta occidentale

Abitudini alimentari sbagliate, si sa, aumentano il rischio di numerose malattie come diversi tipi di tumore, patologie cardio- e cerebrovascolari e metaboliche. Ma in che modo, esattamente, si esplica il rapporto tra dieta e patologie? La domanda non ha una risposta semplice né unica, ma lo studio pubblicato dai ricercatori dell’Helmholtz Zentrum di Monaco su Nature Metabolism inizia a fornire qualche …

Continua »

Le dieci regole della nuova dieta salva-cuore che rispetta l’ambiente e le storie personali

Dieta Nutritionist giving consultation to patient with healthy fruit and vegetable, Right nutrition and diet concept

L’American Heart Association ha aggiornato le linee guida sull’alimentazione corretta per la prevenzione delle malattie cardiache e cardiovascolari e le ha pubblicate su Circulation. Si tratta di un documento scientifico ricco di novità, a partire dalla sua impostazione. In primis, l’attenzione è posta su un modello di dieta globale, sul cosiddetto pattern alimentare, piuttosto che sulla raccomandazione di consumare o …

Continua »

Le strategie più efficaci per ridurre il sale nel pane e nei prodotti da forno

Bread, flour bag, wheat and measuring cup on black

La riduzione del consumo di sale è una priorità di salute pubblica in molti paesi, perché quasi ovunque il quantitativo medio assunto è superiore a quello raccomandato e questo causa un eccesso di malattie cardiovascolari e di decessi collegati. Uno degli interventi più consigliati riguarda il pane e i prodotti da forno perché, anche se non sempre in essi la …

Continua »

Meno zucchero in cibi e bevande per prevenire le malattie cardiovascolari e risparmiare miliardi in spese sanitarie

Se gli alimenti confezionati e le bevande contenessero, rispettivamente, il 20% e il 40% di zucchero in meno rispetto a quelli attuali, negli Stati Uniti si potrebbero evitare poco meno di 2,5 milioni di eventi cardiovascolari come infarti e ictus, 490 mila decessi per le stesse cause e 750 mila casi di diabete. Questi numeri, relativi agli anni dell’età adulta, sono …

Continua »

Cuore, il tipo di alimento e l’ora in cui si mangia possono fare la differenza per la salute cardiovascolare

La qualità di ciò che si mangia e anche l’ora del giorno in cui si dà la precedenza a certi alimenti può fare una grande differenza, dal punto di vista della salute del cuore: può ridurre del 10% il rischio cardiovascolare. L’effetto di un’alimentazione troppo ricca di grassi saturi, zuccheri, carni rosse su cuore e vasi sanguigni è noto da tempo, …

Continua »

Alimenti ultra-trasformati e cuore: ogni porzione in più aumenta il rischio di malattie cardiovascolari

close up of fast food snacks and drink on table alimenti ultra.trasformati

Gli alimenti ultra-trasformati (definiti così in base alla classificazione NOVA) hanno un effetto diretto sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni. E di conseguenza hanno anche un impatto sull’incidenza delle malattie cardio- e cerebrovascolari, e sulla mortalità ad esse associata. La dimostrazione dell’esistenza di un rapporto lineare tra consumo e malattie giunge da uno studio pubblicato Journal of the …

Continua »

Le carni lavorate aumentano rischio cardiovascolare. I risultati di un grande studio epidemiologico

Traditional italian antipasto o

Le carni lavorate, cioè quella salate, affumicate e così via, se consumate regolarmente aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. Lo stesso legame, invece, non emerge per quelle non processate, sia rosse che bianche. Questo è l’esito principale di uno dei più imponenti studi mai condotti su un tema dibattuto da tempo: lo studio Pure (Prospective urban rural epidemiological study), coordinato …

Continua »

Più cibo ultra-processato nella dieta, più è alto il rischio di morte, secondo lo studio italiano Moli-Sani

Il cibo ultra-processato aumenta il rischio di morte del 26%. Se si restringe il campo ai decessi causati dalle malattie cardiovascolari, questi salgono addirittura del 58%, mentre se si considerano quelli attribuibili alle patologie cerebro-cardiovascolari come gli ictus, crescono del 52%. È questo il dato più preoccupante che emerge da una ricerca tutta italiana appena pubblicata sull’ American Journal of Clinical …

Continua »

Meno carne rossa, più proteine vegetali: così si riduce il rischio di malattie cardiovascolari

burger vegetale manzo carne rossa panini pane insalata

Il consumo di carne rossa, soprattutto se lavorata come i salumi e gli insaccati, è associato a un aumento del rischio di andare incontro a una malattia cardiovascolare. Ma se si sostituisce qualche portata di questo tipo con una di origine vegetale questo rischio diminuisce. L’associazione non è nuova, ma ora è confermata da un grande studio nel quale sono …

Continua »

La dieta squilibrata è la principale responsabile di infarti e malattie cardiache, secondo uno studio internazionale

alimenti ultra-trasformati junk food fast food cibo spazzatura hamburger

Più di due terzi dei decessi attribuibili a una malattia cardiaca potrebbero essere scongiurati se si mangiasse meglio. Tradotto in cifre, a livello mondiale significa che con una dieta migliore ogni anno si potrebbero evitare sei milioni di morti. È questo, tra i molti altri presentati, il numero più significativo di uno studio pubblicato in occasione del World Food Day della …

Continua »

Il barbecue non fa bene al cuore: le carni rosse grigliate possono favorire malattie cardiovascolari e diabete

carni rosse sulla griglia

Le carni rosse grigliate non fanno bene al cuore, oltre che contenere, se bruciacchiate, composti aromatici potenzialmente cancerogeni. E uno studio dell’Università dell’Australia del Sud, condotto in partnership con la sudcoreana Gyeongsang National University e pubblicato su Nutrients, lo dimostra in modo piuttosto chiaro. I ricercatori hanno selezionato 51 persone sane di entrambi i sessi e di età compresa tra i 20 e …

Continua »

Cuore e bevande zuccherate: una bibita al giorno aumenta il rischio cardiovascolare per le donne. I risultati di un grande studio californiano

Redhead woman holding soda refreshment with angry face, negative sign showing dislike with thumbs down, rejection concept sugar tax

Per le donne basta una sola bevanda zuccherata al giorno per aumentare in modo significativo il rischio di avere una malattia cardiovascolare, di dover ricorrere a un’angioplastica o di andare incontro a un ictus. Lo dimostra uno studio imponente iniziato nel 1995 e condotto dai ricercatori dell’Università di San Diego, in California La ricerca   ha coinvolto oltre 106 mila donne …

Continua »

Troppo sale nella dieta, meno cibi pronti e più frutta e verdura. I consigli del Progetto Cuore per ridurre il consumo.

close up of male hands seasoning food by salt mill

“Se hai la pressione alta, usa meno sale!” perché il sodio presente nei cristalli di sale aumenta il rischio di ipertensione arteriosa e di malattie cardiovascolari. La cosa è nota  a tutti, o quasi, eppure gli italiani continuano ad assumere circa il doppio dei 5 grammi al giorno stabili dall’Oms come limite quotidiano. Per questo motivo da anni è in corso …

Continua »

Meno carne e più verdure per il cuore e per allungare la vita. I risultati di due grandi studi

Per proteggere il cuore e il sistema cardiocircolatorio e allungare la vita c’è una soluzione che chiunque può mettere in pratica: ridurre il consumo di carni rosse e aumentare quello di proteine che arrivano dalle piante o dai prodotti caseari. Questo il consiglio che deriva da due grandi studi presentati al congresso dell’American Heart Association, svoltosi nei giorni scorsi. Nel …

Continua »