Home / Archivio dei Tag: ETICHETTE (pagina 11)

Archivio dei Tag: ETICHETTE

Tonno Rio Mare “Leggero”, ma sarà vero? La scatola contiene meno olio e meno calorie, ma per la legge non basta

rio mare leggero 1

Ho visto in questi giorni su diversi giornali la pubblicità del tonno Rio Mare “con un filo d’olio, leggero”, volevo sapere se é proprio così. Vi invio una foto che ho ripreso con il mio telefono cellulare. Lucia   Il Fatto alimentare ha già esaminato di recente un’etichetta del tonno Rio Mare che dava adito a non pochi dubbi di …

Continua »

Perchè non sono indicate le calorie del condimento dell’insalata pronta “Gourmè”? I dubbi di una lettrice e la risposta dell’azienda Agromonia

mangiare ufficio insalata

Sono una semplice “mangia insalate da ufficio”, e da pochi mesi ho notato un nuovo prodotto nel reparto verdure Esselunga, si chiama “Gourmè” della ditta Agronomia, e spinta dalla curiosità mi sono buttata sulla variante “VivaOliva”. Buonissima, nulla da dire! Ma a calorie? La confezione dichiara di contenere 110 grammi di insalata e mandorle + 40g di condimento, e infatti …

Continua »

Etichette e pubblicità: il 16 e 17 aprile a Torino la III Conference sul tema per chiarire come è cambiata la normativa

leggere etichetta

L’Istituto Italiano Imballaggio, la Scuola Italiana di Qualità e Sicurezza nell’Alimentazione (QSA) e il Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino organizzano la III Conference sul tema dell’etichettatura dei prodotti alimentari nei giorni 16 e 17 aprile. L’incontro si terrà presso il centro congressi Torino Incontra (in via Nino Costa 8, Torino).    Questo appuntamento annuale è ormai divenuto …

Continua »

L’ovetto d’oro: Kinder GranSorpresa della Ferrero venduto a 94 euro al kg batte tutti i listini delle uova di Pasqua

video-uovo-kinder

L’ovetto di Pasqua preferito dai bambini, il Kinder GranSorpresa Ferrero da 41g, venduto a 94 euro al kg rientra nella classifica dei prodotti alimentari più cari, preceduto da zafferano, tartufo e caviale.   Sono molti i clienti che quando lo comprano guardano solo il cartellino che indica 3,85 euro e non il prezzo al chilo che corrisponde al doppio rispetto …

Continua »

“Tanti legumi e poche verdure nell’etichetta Bonduelle” sostiene una lettrice. L’azienda risponde e argomenta

carote piselli

  Sono una docente di Scienza degli Alimenti e dell’Alimentazione in una scuola alberghiera di Grosseto. Ho qualche  perplessità sulle informazioni presenti nell’etichetta Fantasie di verdure Bonduelle.  Nella lista degli ingredienti  si legge: “verdure” (piselli, fagiolini, fagiolotti verdi….), quando in realtà si tratta di legumi dalle proprietà nutrizionali completamente diverse. Inoltre ho riscontrato  la presenza di fagioli cannellini bianchi all’interno. …

Continua »

Pesce: false etichette e furberie. Negli Usa un terzo dei cartellini ittici indicano una specie che non corrisponde alla realtà

donna pesce

Gli scandali alimentari non riguardano solo la carne: negli Stati Uniti buona parte del pesce è commercializzato sotto falso nome. La denuncia arriva da Oceana, un’associazione ambientalista che in due anni di lavoro ha effettuato una delle più importanti indagini di questo genere mai realizzate, analizzando il DNA di 1.215 campioni di pesce raccolti in 674 punti vendita di 21 …

Continua »

Kinder Ferrero venduto a 94 euro al kg batte in volata tutti i listini delle uova di Pasqua. Un prezzo ingiustificato per un uovo che non è tutto di cioccolato

94 euro al kg non è il prezzo dell’aragosta, ma quello dell’ovetto Kinder GranSorpresa Ferrero da 41g, venduto in tutti i supermercati più o meno alla stessa cifra. Una cosa è certa l’ovetto di Pasqua preferito dai bambini rientra nella classifica dei prodotti alimentari più cari, preceduto da zafferano, tartufo, caviale. Molte mamme e papà quando comprano non guardano attentamente …

Continua »

Il sacchetto dei biscotti Macine Mulino Bianco è riciclabile? La Barilla dà indicazioni discordanti, cosa fare?

macine mb

Ho acquistato una confezione da 450g e un’altra da 1.000g di biscotti Macine del Mulino Bianco. Quella da 450g, per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti, riporta “incarto C/PAP81 non ancora riciclabile” (infatti questo tipo di imballi finisce purtroppo dritto dritto negli inceneritori), mentre la confezione da 1.000g riporta “incarto C/PAP81 raccolta carta”. Pur non  essendo un’esperta, credo che questo …

Continua »

Le 15 cose che vorremmo cambiare nelle etichette dei prodotti alimentari. E voi?

leggere etichetta

Negli ultimi 20 anni le etichette dei prodotti alimentari sono cambiate. Qualche decennio fa era quasi impossibile trovare indicazioni sul valore nutrizionale e sulle calorie di un prodotto: oggi è comune. Che però siano perfette non è vero: molto si può ancora fare per agevolare le  scelte dei consumatori. Ecco 15 punti chiave.   1) Un elenco degli ingredienti scritto …

Continua »

L’aperitivo con le olive giganti di Madama Oliva ha qualche problema di etichetta

olive verdi olio

Mi complimento per l’aiuto che ci date a leggere tra le righe delle etichette. Poco fa ho preso da Simply le Olive Verdi Aperitivo Giganti dell’azienda Madama Oliva, in offerta e anche buone. Però non capisco quello che sta scritto sul vasetto di plastica, mi spiegate voi? Qui ci sono le foto. Nunzio ——————————————————————————- Madama Oliva in effetti “l’ha sparata …

Continua »

Un anno di bufale e di notizie inventate pubblicate da quotidiani autorevoli e siti spregiudicati

Lo spazio e l’attenzione dedicata dai media ai cittadini-consumatori è aumentato e  in decine di programmi ormai si parla di cibo, di ricette e sicurezza alimentare con troppa superficialità. In molte di queste trasmissioni i cuochi diventano esperti nutrizionisti e i conduttori si trasformano in tecnologi alimentari. Alla fine il bilancio è disarmante perché questo sconfinamento dei canali televisivi nel …

Continua »

Etichette equivoche. Le arance fanno bene, ma senza manipolare i consigli nutrizionali

Non giriamoci troppo intorno: l’etichetta è parte del marketing ed è pensata per vendere il prodotto. Alcune possono dare molte informazioni, altre poche; ci sono quelle con una grafica ricercata e quelle dai colori vivaci. Tutte però, oltre alle indicazioni obbligatorie per legge, inseriscono testi, immagini e tabelle per raggiungere nella maniera più efficace il consumatore. In questo variegato mondo …

Continua »

Pasta, biscotti e pelati quanto si conservano? Possono essere consumati dopo la data riportata sulla confezione?

È di questi giorni la notizia avanzata alla Commissione Europea di valutare se autorizzare la vendita a prezzi stracciati di prodotti non deperibili, anche dopo il termine minimo di conservazione indicato sull’etichetta.   Stiamo parlando di  prodotti come: pasta, riso, salsa di pomodoro, marmellata, maionese, sottaceti… che riportano sull’etichetta il termine minimo di conservazione. Questo intervallo (variabile da 3-6 mesi …

Continua »

Data di scadenza: quanto si conservano i prodotti freschi senza indicazioni in etichetta? Il parere della microbiologa

Secondo le stime più accreditate l’8% circa della spesa alimentare delle famiglie italiane finisce nel cestino dei rifiuti. Per limitare questo spreco, sono scesi in campo vari esperti spiegando come interpretare correttamente la data di scadenza sulle confezione dei prodotti alimentari. La materia non è semplice, e va detto senza ambiguità che in linea di principio la data di scadenza …

Continua »

Etichette: Slow Food propone nuove etichette con indicazioni più chiare e complete

Slow Food, in collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino ha proposto un nuovo sistema di etichettatura. Presentato all’ultimo Salone del gusto, si tratta di informazioni specifiche, legate ad alimenti confezionati quali frutta, verdura, legumi, carni, pesci, latticini e salumi.   Col nuovo metodo l’acquirente trova indicazioni che riportano in modo discorsivo, ma sintetico, le tecniche …

Continua »