Home / Archivio dei Tag: efsa (pagina 16)

Archivio dei Tag: efsa

Wurstel, cotolette e crocchette di pollo contengono carne separata meccanicamente ottenuta spremendo le carcasse di pollo. Le regole dell’Efsa e le diciture sulle etichette

La maggior parte dei consumatori non conosce la carne separata meccanicamente (Csm) nonostante sia il principale ingrediente di molti wurstel di pollo. Si può trovare anche nei ripieni di tortellini, nei piatti pronti a base di pollo, nelle lasagne e negli hamburger serviti nei fast food di alcuni Paesi (non in Italia). La catena di fast food McDonald’s negli Stati …

Continua »

Efsa pubblica la relazione annuale sui residui di pesticidi: resta molto alto il tasso di conformità alla normativa

pesticidi

Oltre il 97% dei campioni di cibo analizzati a livello europeo contiene residui di antiparassitari entro i limiti ammissibili. È questa la conclusione del dossier [1] realizzato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) riferito al 2010. Il lavoro prende in esame anche l’esposizione dei cittadini ai residui chimici presenti negli alimenti, stabilendo che non esiste da questo punto di …

Continua »

Energy drink: esplode il consumo tra i ragazzi. Emanuele Scafato spiega perché non sono bevande adatte ai minori

teenager adolescente lattina drink

Consumare abitualmente  bevande “energizzanti” tipo Red Bull, Burn, Tiger Shot, Red Devil, Drinkoof, ecc. (chiamate anche energy drink) non è una moda innocua, lo abbiamo già scritto. E più di una volta abbiamo sottolineato come il loro consumo negli adolescenti possa comportare diversi rischi per la salute. Oggi, alla luce di nuovissimi dati, l’allerta e le preoccupazioni raddoppiano.   L’Agenzia …

Continua »

Carne di cavallo: l’Autorità per la sicurezza alimentare europea ipotizza un rischio basso per i consumatori. I controlli vanno avanti

lasagne

La Commissione europea ha chiesto all’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e all’Agenzia europea per i medicinali (Ema) di eseguire una valutazione congiunta dei rischi per la salute umana derivanti dalla presenza di residui del farmaco antinfiammatorio fenilbutazone nella carne di cavallo. La richiesta fa seguito allo scandalo della carne di cavallo aggiunta in modo fraudolento alla carne bovina …

Continua »

Esposizione al caramello: l’EFSA rivede le stime. Tutto bene, fatta eccezione per i bambini e alcune categorie di adulti

cola

A chiusura del 2012, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha riveduto le stime già effettuate sull’esposizione dei consumatori a tre coloranti caramello – E 150a, E 150c, E 150d – utilizzati in numerosi alimenti e bevande. Gli esperti del panel additivi (ANS) sono partiti analizzando nuovi dati sui consumi alimentari europei e sull’impiego di questi coloranti in alimenti …

Continua »

Coloranti e additivi di dimensione nanometrica sono già presenti nel cibo, anche se nessuno certifica la sicurezza

particelle

Le nanoparticelle cominciano ad essere  molto diffuse nel settore alimentare soprattutto come additivi, anche se  raramente  vengono dichiarate in etichetta. Una cosa è però sicura, nessuno sa con certezza se  queste nanoparticelle possano o meno costituire un pericolo per la salute. La maggior parte delle aziende le utilizza perché le dimensioni nano (un miliardesimo di metro), conferiscono a coloranti, addensanti …

Continua »

Moria delle api: stop agli insetticidi neonicotenoidi lo chiede l’Efsa

L’impiego di insetticidi neonicotinoidi costituisce un rischio per le api e, di conseguenza, per i sistemi agricoli e gli ecosistemi naturali. È questa la conclusione cui sono giunti gli esperti dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa), dopo aver condotto su incarico della Commissione europea un’accurata revisione dei dati disponibili. La conclusione è riportata in tre diversi report scientifici pubblicati …

Continua »

Seralini i topi e gli ogm: il verdetto definitivo dell`Efsa boccia senza appello lo studio francese

“Nello studio di Seralini et al. sugli ogm, gravi vizi di progettazione e metodologia comportano che esso non soddisfi standard scientifici accettabili e che non ci sia necessità di riesaminare le precedenti valutazioni sulla sicurezza del mais geneticamente modificato NK603.” Si apre così, con questa presa di posizione durissima, il comunicato dell’Efsa in merito al discusso studio pubblicato in ottobre …

Continua »

Aromi: in arrivo il nuovo regolamento europeo. Qualche luce ma ancora troppe ombre

La nuova normativa europea con la lista degli aromi alimentari autorizzati è in arrivo. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha impiegato un decennio per valutare le migliaia di aromi presenti sul mercato e le loro affidabilità. Il regolamento entrerà in vigore il 22 ottobre prossimo, e sarà applicato sei mesi dopo.   «Fino ad oggi – spiega Catherine …

Continua »

BfR e Efsa bocciano lo studio su topi e Ogm di Séralini. Al contrario studio su sementi GM e antiparassitari di Benbrook merita attenzione

C’è una notizia molto interessante per chi non vuole l’ulteriore espansione delle sementi geneticamente modificate (GM) che però non ha avuto il giusto risalto sui media rispetto ad altre,  come il tanto  discusso  studio di Séralini sugli effetti cancerogeni del mais Monsanto. Il mais, la soia e il cotone GM, dopo i primi anni di raccolto, favoriscono la selezione di …

Continua »

Ogm e glifosato: tra pochi giorni la prima valutazione dell`Efsa sullo studio di Séralini che ne ha denunciato la tossicità

La prossima settimana l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) darà un giudizio sul lavoro pubblicato da ricercatori dell’Università di Caen, in Francia, guidati da Gilles-Eric Séralini che sollevava preoccupazioni sulla potenziale tossicità di un erbicida contenente glifosato e mais geneticamente modificato NK603 resistente al glifosato prodotto dalla Monsanto.   Per valutare lo studio durato due anni è stato costituito …

Continua »

Anche gli Usa contro il Bisfenolo nei biberon. Forse nuove restrizioni in Europa alla fine dell`anno

Anche l’Agenzia americana che vigila sulla sicurezza di farmaci e alimenti (Food and Drug Administration, FDA) si schiera contro il bisfenolo A (BPA) nei biberon e nelle stoviglie per bambini. Rispetto alle altre autorità sanitarie lo fa con insolita lentezza, dopo una specifica sollecitazione dei produttori, e specificando che le nuove regole valide per i contenitori in policarbonato dei bambini …

Continua »

Allerta alimentare: in arrivo le Linee guida per comunicare le crisi. Quattro i principi da seguire: dialogo, trasparenza, indipendenza e rapidità, proprio come non si fa in Italia

Era il 2000-2001, e la crisi della mucca pazza metteva in ginocchio il settore delle carni bovine in un intero continente, l’Europa, con ripercussioni un po’ in tutto il mondo, con miliardi di danni ed effetti negativi durati per anni. Tutto nasceva da previsioni in gran parte poco solide scientificamente, che computavano milioni di malati della variante umana del morbo …

Continua »

In Europa troppe carenze negli allevamenti e macelli di polli, secondo l`Efsa bisogna modificare gli schemi. La diossina continua ad esserci ma in quantità ridotta

Le ispezioni veterinarie nei capannoni e nei macelli di polli, non sono adeguate e non assicurano un controllo sufficiente sulle possibili contaminazioni da Campylobacter, Salmonelle e altri batteri.   È questa la conclusione del nuovo rapporto pubblicato dall’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare con sede a Parma) sugli allevamenti e i macelli di polli. La relazione evidenzia molte lacune …

Continua »

Derivati del petrolio negli alimenti, sotto accusa rivestimenti per formaggi e cartoni per pizza. L`Efsa pubblica uno studio sui rischi per la salute

I derivati del petrolio ci regalano un altro effetto collaterale che  finisce  direttamente nel piatto. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato pochi giorni fa un parere scientifico su alcune miscele di “idrocarburi degli oli minerali” (MOH, Mineral Oil Hydrocarbons) presenti nel circuito alimentare. Per essere più chiari stiamo parlando di sostanze derivate dal petrolio, utilizzate in piccole …

Continua »