Home / Archivio dei Tag: Coldiretti

Archivio dei Tag: Coldiretti

Bufale, fake news e insicurezza alimentare. Ecco perché le autorità non sanno gestire finte allerta, allarmismi e scandali sul cibo

fake news businessman smartphone

Il 70-80% delle bufale su prodotti alimentari contaminati o pericolosi segue uno schema tanto semplice quanto efficace. La finta notizia per risultare incisiva deve riguardare un prodotto diffuso, come pane, pasta, latte o formaggio, contaminato da un composto cancerogeno o da un batterio patogeno ben conosciuto, come la Salmonella. Se si abbinano questi elementi a una storia verosimile, ci sono …

Continua »

Le storielle di Coldiretti sull’addio all’etichetta a semaforo dei Big Food. Stop ai test: manca consenso sulle porzioni

evolved nutrition label etichette a semaforo

Coldiretti continua a raccontare storielle sull’etichetta a semaforo, come quella delle multinazionali del cibo Coca-Cola, Nestlè, Mondelez, Unilever e PepsiCo che hanno deciso di rinunciare al progetto di una propria etichetta nutrizionale a semaforo, la cosiddetta Evolved Nutrition Label. “I cinque colossi del cibo sono stati costretti a gettare la spugna – sostiene la Coldiretti – per le opposizioni ad …

Continua »

Sugar tax: deve essere destinata a iniziative di educazione alimentare e contro l’obesità

bibite zuccherate

Un mese fa Il Fatto Alimentare ha avviato una raccolta firme tra società scientifiche, medici, nutrizionisti, dietisti e operatori del settore sanitario per invitare il Ministero della salute, presieduto da Giulia Grillo, a introdurre in Italia una tassa del 20% sulle bevande zuccherate, come avviene in molti Paesi europei e nel mondo. La tassa che porterebbe nelle casse dello stato 250 milioni …

Continua »

Sugar tax: favorevoli Iss, nutrizionisti, società scientifiche e Oms, contrari Coldiretti, Confagricoltura, Federalimentare e Mipaaft

sugar tax zucchero

Coldiretti, Confagricoltura, Ferderalimentare sono scese in campo contro la decisione di tassare del 20% le bevande zuccherate e contro le etichette a semaforo che ormai decine di Paesi hanno adottato per informare meglio i consumatori sui profili nutrizionali dei prodotti. Si tratta di provvedimenti proposti anche dall’Organizzazione mondiale della sanità e già in atto in Paesi come la Francia e il …

Continua »

Pomodori e caporalato: Coldiretti anche se direttamente interessata si chiama fuori e accusa ai supermercati. L’analisi della situazione

Cucina italiana laziale romana

Due mesi fa sono morti 16 braccianti agricoli immigrati addetti alla raccolta del pomodoro in provincia di Foggia, a causa di incidenti avvenuti nel tragitto casa-lavoro. La triste vicenda ha fatto discutere per giorni e dopo circa un mese è stato avviato un tavolo di trattative tra governo, produttori, aziende di trasformazione e catene di supermercati per cercare di risolvere …

Continua »

Il vero costo del pomodoro: vale più la bottiglia della passata. E mentre la filiera si impoverisce, lo sfruttamento dei lavoratori continua. Serve un patto di filiera

pomodori agricoltura campi 122699722

La drammatica vicenda della morte di 16 braccianti di origine africana sfruttati nei campi di pomodori del foggiano ha riportato agli onori della cronaca il fenomeno del caporalato. Migliaia di lavoratori stagionali vengono impiegati nelle campagne italiane per pochi euro al giorno, senza regolari contratti e senza tutele. Una condizione favorita dalle catene della grande distribuzione, che mantengono bassi i …

Continua »

La proposta di Federolio e Coldiretti di chiamare “Italico” l’extravergine con il 50% di olio straniero scatena i produttori. Ma arriva una retromarcia

Ancora una volta Coldiretti prova a prendere in giro i consumatori proponendo una nuova etichetta per l’olio extravergine giudicata “ingannevole” dai produttori. Si tratta della scritta “Italico” da riportare in evidenza sulle bottiglie di olio che contengono solo il 50% di extravergine italiano, e il 50% di materia prima importata da Spagna, Grecia, Tunisia… Per questa avventura Coldiretti ha scelto …

Continua »

Frodi sul biologico: il vero e il falso nelle dichiarazioni ufficiali. 2,5 kg legumi diventano 2,5 tonnellate e i barattoli di pomodoro pesano 46 kg!

Riceviamo e pubblichiamo questa nota di Roberto Pinton Segretario AssoBio, sulle fake news relative al mondo del biologico riprese da molti siti e quotidiani online a dispetto di ogni regola dell’informazione e del giornalismo sul controllo delle fonti. Prima di commentare l’articolo del 13 giugno “Falso biologico: operazioni e sequestri dei carabinieri in tutta Italia. Coldiretti: A rischio sei consumatori su …

Continua »

Il segreto degli spaghetti made in Italy? La presenza del 30/40% di grano duro importato

Pasta spaghetti

Quando si parla di spaghetti e di pasta l’Italia è il Paese dei record: è la nazione che produce più grano duro nell’UE, è il primo produttore mondiale (1 piatto su 4 in Europa è made in Italy), è in cima alla classifica dell’export (con 1,9 milioni di tonnellate), è la nazione che propone la qualità migliore in assoluto. La …

Continua »

Pasta Barilla e biscotti Mulino Bianco: il 60% degli ingredienti è importato dall’estero

Mulino Bianco

Barilla, il marchio di pasta italiana più famoso nel mondo, da sempre importa il 30-40% di grano duro per preparare spaghetti, linguine e penne. La cosa è rimasta un segreto per decenni. La rivelazione ufficiale viene annunciata nel Rapporto di sostenibilità del 2011, poi diventa uno spot nel 2017 e una pagina web nel 2018, in cui si elencano persino …

Continua »

Prosecco con pesticidi, l’ira di Coldiretti per il test del Salvagente sui residui. Ma per lo stesso motivo attaccava il grano canadese…

champagne spumante

Prosecco e pesticidi vanno a braccetto. Almeno questo è ciò che appare dai risultati del test pubblicati sull’ultimo numero della rivista Il Salvagente, che ha portato in laboratorio 12 bottiglie di prosecco. Le analisi hanno riscontrato la presenza di residui di almeno un pesticida in ogni bottiglia, con un picco di ben 7 sostanze in uno dei prodotti testati, ma …

Continua »

Anche in Russia si studiano le etichette a semaforo per distinguere il cibo. Le assurde chiusure dell’Italia

semafori in etichetta

Anche la Russia potrebbe avere le sue etichette a semaforo. La proposta di etichettatura nazionale arriva dal Rospotrebnadzor (RPN), il Servizio federale per la protezione dei diritti dei consumatori e il benessere delle persone, organo del Ministero della sanità russo. Secondo il modello proposto, i cibi riceveranno un bollino verde, giallo o rosso a seconda della qualità nutrizionale degli alimenti e …

Continua »

Avviato il confronto nell’Ue sulle etichette nutrizionali semplificate. La Commissione europea presenterà un rapporto entro la fine dell’anno

etichette

La Commissione europea ha avviato un confronto sull’etichettatura nutrizionale semplificata, come le etichette a semaforo, per esaminare la possibilità di arrivare a una proposta comune per tutta l’Unione europea. Obiettivo della Commissione è di presentare un proprio documento entro la fine dell’anno. Il primo incontro si è tenuto il 23 aprile con la partecipazione di esperti degli Stati membri, associazioni …

Continua »

Prosciuttopoli: sequestrate e smarchiate 300 mila cosce di prosciutto di Parma e San Daniele per un valore di 90 milioni! La frode iniziata nel 2014

Prosciuttopoli stagionatura prosciutto crudo

I numeri dello scandalo del prosciutto crudo di Parma e di San Daniele sono da paura: 300 mila prosciutti sequestrati e 140 allevamenti di maiali posti sotto inchiesta della Procura di Torino. C’è di più, i due istituti di certificazione che devono controllare il rispetto dei disciplinari (Istituto Parma Qualità e Ifcq Certificazioni) sono stati commissariati per sei mesi dal …

Continua »

Approvato il nuovo regolamento Ue sull’agricoltura biologica ma i giudizi del mondo agricolo italiano sono negativi

agricoltura biologica

Il Parlamento europeo ha approvato il nuovo regolamento europeo sull’agricoltura biologica, che dal 2021 sostituirà l’attuale quadro normativo datato 2007, quando era stato aggiornato il primo regolamento del 1991. Con 466 voti a favore, 124 voti contrari e 50 astensioni, il Parlamento europeo ha ratificato il testo su cui si era raggiunto un accordo di massima tra le tre istituzioni …

Continua »