; CIWF - Il Fatto Alimentare
Home / Archivio dei Tag: CIWF

Archivio dei Tag: CIWF

Basta gabbie, l’appello alla Commissione UE di Barilla, Ferrero, Ikea e altre grandi aziende

uova galline

I big dell’agroalimentare si schierano contro le gabbie. Un gruppo di grandi aziende e multinazionali ha scritto una lettera indirizzata alla Commissione europea per chiedere il divieto in tutta l’Unione dell’allevamento in gabbia, a partire dalle galline ovaiole. A firmare l’appello sono le italiane Barilla e Ferrero, insieme a Fattoria Roberto, azienda produttrice di uova. Accanto ad esse la catena …

Continua »

Salumi e benessere animale, è urgente una legge per mettere ordine tra le etichette

smoked parma ham

Sempre più spesso sulle confezioni dei salumi troviamo riferimenti al benessere animale, un tema che sta cuore a un numero crescente di consumatori. Le inchieste giornalistiche e i filmati che di tanto in tanto mostrano allevamenti in condizioni drammatiche, pur ammettendo che si tratti di casi isolati, come sostiene il settore, hanno sollevato un problema che tocca la nostra sensibilità: …

Continua »

Stop alle uova di galline allevate in gabbia, il rapporto di Ciwf premia Barilla e registra progressi nelle filiere

galline uova gabbia

Nonostante l’impatto della pandemia da COVID-19, produttori e aziende alimentari a livello globale continuano a fare progressi per smettere di utilizzare uova da galline allevate in gabbia. È quanto emerge dal nuovo report EggTrack 2020 di Compassion in world farming (Ciwf *), ormai giunto alla quarta edizione, che ha lo scopo di monitorare i progressi fatti dalle aziende verso l’abbandono …

Continua »

Benessere animale, in Italia il 75% degli animali è ancora allevato nelle gabbie. Ma soluzioni alternative sono possibili

galline uova gabbia

Il nostro paese non è in buona posizione per quanto riguarda il benessere animale: dei 300 milioni di animali allevati in gabbia ogni anno in UE, oltre 45 milioni sono in Italia. È quanto emerge dai dati diffusi da End The Cage Age, l’iniziativa lanciata da 170 associazioni europee impegnate nella tutela del benessere animale: lo scorso anno oltre un milione …

Continua »

Benessere animale, un’etichetta sul metodo di allevamento: la proposta di legge presentata da Ciwf Italia, Legambiente e LeU

Group of pigs domestic animals at pig farm. suini maiali

Un’etichettatura nazionale e univoca sul metodo di allevamento degli animali. È la proposta di legge 2403 presentata il 25 maggio da Ciwf Italia e Legambiente insieme a Rossella Muroni, deputata di Liberi e Uguali. L’iniziativa nasce dall’esigenza di mettere ordine alle informazioni che si possono trovare sulle etichette di carne, latte e formaggi e che talvolta possono risultare fuorvianti per …

Continua »

Uova da allevamento in gabbia addio: le aziende fanno progressi, ma c’è ancora poca chiarezza. Il Ciwf fa il punto della situazione

Woman holding raw eggs on wooden background

Sono tante le aziende del mondo della ristorazione, dell’industria alimentare e della distribuzione che hanno annunciato l’intenzione di eliminare le uova deposte da galline allevate in gabbia dalla loro catena di approvvigionamento. Ma quanti di questi impegni si concretizzano? A tenere traccia dei progressi delle aziende ci pensa ogni anno Compassion in world farming (Ciwf) Italia, che ha da poco …

Continua »

Oltre 1,6 milioni di firme per chiedere lo stop agli allevamenti in gabbia

Polli allevamento

La petizione europea per la protezione degli animali negli allevamenti, End the Cage Age, lanciata da Compassion in World Farming (CIWF), si è chiusa ieri, 11 settembre, alle 23,59. La coalizione europea, composta da più di 170 organizzazioni e promossa anche da Il Fatto Alimentare, ha raccolto più di un milione e mezzo di firme nell’arco di un anno. L’iniziativa …

Continua »

Benessere animale, solo un’etichetta sul metodo di allevamento può fermare le indicazioni ingannevoli per i consumatori. La petizione di Ciwf

Young lambs

Il benessere degli animali da cui provengono la carne, il latte e le uova in vendita nei supermercati non è mai stato così importante per i consumatori come in questi ultimi anni. Ma se per sapere da dove arrivano le uova è sufficiente leggere l’etichetta, non è così per carne e latticini. Per questo motivo, Compassion in World Farming Italia …

Continua »

Conad ed Eurospin: stop alle uova da galline in gabbia. Le due catene di supermercati seguono l’esempio di Coop, Auchan, Esselunga e Carrefour

Entro il 1° luglio 2019, i supermercati Conad elimineranno di propri scaffali tutte le uova prodotte da galline allevate in gabbia, di tutti i marchi. Lo ha annunciato il 19 novembre la cooperativa con un comunicato. A partire dall’inizio del 2018, Conad aveva iniziato a vendere solo uova con il proprio marchio provenienti solo da allevamenti a terra, all’aperto o …

Continua »

Stop agli animali in gabbia! Al via la petizione di iniziativa dei cittadini europei promossa da più di 100 associazioni

Stop agli allevamenti in gabbia! Questa la richiesta dell’Iniziativa dei cittadini europei lanciata oggi da più di 100 associazioni tra cui Ciwf. La petizione, battezzata “End the Cage age!”, dovrà raccogliere in un anno, un milione di firme provenienti da almeno sette stati membri. In Europa, circa 300 milioni di animali sono confinati in gabbie ogni anno: il 62% delle …

Continua »

Aia: i conigli crescono in gabbie sopraelevate, ma l’etichetta dice “allevati a terra”. Il Ministero è d’accordo ma i consumatori sono ingannati

Conigli allevati a terra

Se la lingua italiana non ha cambiato significato, la dicitura “allevato a terra” sull’etichetta di una confezione di carne di coniglio, dovrebbe indicare animali allevati al coperto con la possibilità di correre, saltare e muoversi su un terreno annesso. Una struttura di questo tipo si trova in Toscana nell’agriturismo Badiola  dove piccoli gruppi di animali sono alloggiati in capanni con …

Continua »

Parmigiano Reggiano e Grana Padano: il pascolo per le vacche è un miraggio. I consorzi: il livello di benessere è buono ma miglioreremo

Parmigiano Reggiano e Grana Padano sono eccellenze del made in Italy, eppure l’immagine di questi prodotti, legata alla genuinità e alla qualità, rischia di appannarsi a causa della scarsa attenzione per il benessere animale. Se la pubblicità ci rimanda un’immagine idilliaca di mucche al pascolo, infatti, per la maggior parte delle vacche italiane, il pascolo è un miraggio: a mettere …

Continua »

Uova da galline allevate in gabbia: il sistema è migliorato, ma rimangono ancora molte perplessità sul benessere animale

Eggs and spinach

Come vivono le galline che depongono le uova che mangiamo? Il problema si presenta periodicamente. A farlo riemergere è stato un servizio che denuncia i maltrattamenti subiti da polli e galline in alcuni allevamenti, che ha suscitato la reazione dei produttori di Unaitalia. L’associazione ha accusato chi ha realizzato il documentario di disegnare una situazione “non rappresentativa della realtà degli …

Continua »

Conad: stop alle uova provenienti da allevamenti in gabbia come fanno gli altri supermercati. CIWF Italia chiede di estendere il provvedimento

fresh eggs on tray at asian street market

Entro la fine dell’anno, i supermercati Conad è non venderanno più uova a proprio marchio provenienti da galline allevate in gabbia. In un comunicato, Conad spiega che “la decisione di limitare la vendita è motivata da ragioni etiche. Seppure in linea con le normative vigenti, gli allevamenti in gabbia non consentono alle galline la libertà di movimento necessaria a garantire …

Continua »

Fattorie Osella in campo per il benessere animale, prima in Italia ad applicare un programma di valutazione delle condizioni delle vacche da latte

mucche

Il benessere animale è un tema che interessa molto i consumatori e per questo motivo diverse aziende cominciano a impegnarsi per rispondere alle nuove sensibilità. Un segnale importante viene da Fattorie Osella, l’azienda piemontese produttrice della famosa Robiola che risulta essere la prima in Italia ad aver applicato un programma di valutazione del benessere animale nelle vacche da latte. Il …

Continua »