Home / Benessere animale / Benessere animale: l’associazione Ciwf premia Cortilia e La marca del consumatore

Benessere animale: l’associazione Ciwf premia Cortilia e La marca del consumatore

Cassetta di Cortilia piena di alimenti mistiCi sono anche due italiane tra i 27 vincitori dei Premi Benessere Animale che ogni anno l’associazione Compassion in World Farming consegna alle aziende che si distinguono per le condizioni di vita garantite agli animali nelle loro filiere. A Cortilia, piattaforma di e-commerce a filiera corta, è andato il Premio Good Chicken, mentre Chi è il padrone!? La marca del consumatore ha vinto il Premio Good Egg.

Cortilia è la prima azienda italiana che opera nella distribuzione online a vincere il Premio Good Chicken, grazie, spiega Ciwf, ai progressi compiuti nell’implementazione degli standard di maggior benessere animale per i polli da carne definiti dallo European Chicken Commitment. Più concretamente stiamo parlando di utilizzo di genetiche migliori, maggiore disponibilità di spazio, introduzione di luce naturale, posatoi, substrati e metodi di macellazione più efficienti. Questi requisiti sono già stati adottati in oltre il 50% degli allevamenti della filiera da cui si rifornisce l’azienda.

uova la marca del consumatoreChi è il padrone!? La marca del consumatore, il marchio che vuole restituire centralità al consumatore nella filiera alimentare, dopo la pasta e la passata di pomodoro, ha da poco lanciato anche le uova da galline allevate secondo il metodo biologico e con la salvaguardia del pulcino maschio, che hanno fatto conquistare all’azienda il Premio Good Egg. Le uova, inoltre, sono confezionate in imballaggi compostabili e CO2 neutral, e provengono da una filiera che garantisce una giusta remunerazione all’allevatore. Al momento le uova sono disponibili solo negli ipermercati Carrefour.

Va menzionato, infine, il Premio Special Recognition, che per la prima volta è stato assegnato a un’azienda produttrice di salmone, con una filiera che ogni anno conta circa 122 milioni di esemplari. Stiamo parlando del Gruppo Mowi, che distribuisce i suoi prodotti anche nel nostro paese, premiato perché è stato il primo impegnarsi a livello globale per migliorare gli standard di allevamento e macellazione dei salmoni.

Nel 2021, tra le aziende premiate dall’associazione per il benessere animale, c’erano anche le italiane Barilla e Galbusera, a cui è stato assegnato il Premio Good Egg. La prima si era distinta per per avere migliorato le condizioni delle galline allevate nelle filiere globali, eliminando le gabbie negli oltre 100 paesi in cui opera e riducendo l’uso di uova grazie alla riformulazione di alcuni prodotti. La seconda è stata premiata per aver raggiunto l’obiettivo di utilizzare solo uova di galline non allevate in gabbia e per aver avviato una collaborazione con i fornitori pal fine di escludere anche i sistemi combinati.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia, Cortilia

Da 12 anni ilfattoalimentare racconta con i suoi articoli cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

In questi anni ci hanno sostenuto decine di aziende grandi e piccole con i loro banner e moltissimi lettori con le donazioni.
Tutto ciò ha reso possibile la sopravvivenza di un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici.

Il Fatto Alimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli e ai dossier. Questo perché in rete tutte le persone hanno il diritto ad avere un'informazione libera e di qualità, senza il vincolo di dovere pagare. Tutto ciò è possibile grazie alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza la necessità di farcire gli articoli con pubblicità invasive.

Sostieni ilfattoalimentare ci vuole solo un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche sostenerci con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Pulcini maschi, il 78% degli italiani vuole lo stop all’uccisione di milioni di animali appena nati

Sono 21 le ong europee (*) per la protezione degli animali che chiedono di porre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *