;
Home / Archivio dei Tag: alcolici

Archivio dei Tag: alcolici

Cresce l’interesse per le birre analcoliche, più leggere sia per contenuto alcolico sia a quello calorico

close up of friends with beer bottles outdoors

Secondo una ricerca pubblicata quest’anno da Global Market Insights, il mercato delle birre analcoliche a livello globale è destinato a crescere molto nei prossimi anni, fino a raggiungere nel 2026 il valore di 29 miliardi, con una crescita annua prevista del 7,5%. Tra le ragioni principali che incentiverebbero i consumatori a un maggiore acquisto di questa bevanda ci sono la …

Continua »

I russi dicono no allo champagne e scatta la guerra fra le bollicine francesi e il prodotto locale. Problemi anche per il Prosecco?

La storia della predilezione per le bollicine dei consumatori russi è tanto antica quanto quella della determinazione dei francesi a vendere loro lo Champagne. E se la Maison Veuve Cliquot Ponsardin agli inizi del 1800 individuò nuove rotte attraverso il Mar Baltico per superare il blocco continentale imposto da Napoleone e portare il suo vino alla corte dello Zar, possiamo …

Continua »

Alcolici: nuove scoperte sulla produzione di birra nell’Antico Egitto e sul commercio di vino nella Sicilia musulmana

L’archeologia continua a rivelare nuove informazioni sul consumo di alimenti e, soprattutto, di bevande nell’antichità, che talvolta riscrivono la storia. Nelle ultime settimane, in particolare, sono stati resi noti gli ultimi risultati ottenuti in un sito dell’Antico Egitto, ad Abydos, su quello che – si è scoperto – è probabilmente il primo birrificio su scala industriale mai scoperto, attivo circa …

Continua »

Origine del gin Hortus: Inghilterra o Francia? Un lettore chiede chiarimenti alla Lidl

superalcolico liquore

Un lettore ci ha segnalato un’etichetta di gin in vendita alla Lidl che secondo lui non fornisce informazioni chiare riguardo l’origine del prodotto. Di seguito pubblichiamo la lettera a cui ha risposto la catena di supermercati Lidl. Buonasera, oggi ho acquistato il gin Hortus presso punto vendita della catena Lidl. L’etichetta frontale e il libretto recita “distillato in Inghilterra”, ed …

Continua »

Alcol, più informazioni ai consumatori, meno rischi per la salute. Ma le lobby dei produttori ostacolano gli studi scientifici

stop alcol

Quando le persone sono debitamente informate, consumano alcol con più moderazione e si espongono a meno rischi per la salute. L’affermazione sembra scontata, ma non lo è più di tanto, perché ogni volta che si va a verificare, si nota che il livello di informazione sui danni associati al consumo di alcol sia scarso. Per questo interventi mirati, come l’inserimento …

Continua »

Pubblicità di alcolici & giovani: andrebbe vietata. Le mezze misure non servono, devono intervenire i governi

Non c’è dubbio: la pubblicità di alcolici, come quella del tabacco, spinge i più giovani a bere, è parte in causa nell’instaurarsi delle dipendenze, e andrebbe vietata. Lo sostiene uno dei più grandi insiemi di studi mai analizzati sul legame tra pubblicità e consumo di alcolici tra i più giovani, che si conclude con l’invito, rivolto a tutti gli Stati, …

Continua »

Birra Tuborg con sciroppo di glucosio tra gli ingredienti: è normale? Risponde l’avvocato Dario Dongo

tuborg 2018 birra

Volevo segnalarvi una cosa bizzarra: per caso l’altro giorno ho letto gli ingredienti di una Birra Tuborg e ho scoperto con un certo stupore che è presente anche lo sciroppo di glucosio… È normale? Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. in diritto alimentare europeo La legge italiana sulla birra, legge 1354/1962, è senza dubbio la più severa tra quelle in vigore …

Continua »

La Commissione Ue boccia la proposta dell’industria degli alcolici su ingredienti e valori nutrizionali in etichetta

vino bottiglie tappo a vite

La Commissione europea ha, di fatto, bocciato la proposta di autoregolamentazione presentata in marzo dalle associazioni europee dei produttori di alcolici sull’indicazione in etichetta degli ingredienti e dei valori nutrizionali delle bevande alcoliche. Come riferisce l’Ansa, i servizi giuridici della Commissione hanno espresso un parere negativo sulla proposta, che il commissario alla Salute e alla sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, definisce “incoerente”. “Il …

Continua »

Disincentivare il consumo di alcolici è possibile se si segue la strategia usata per le sigarette

C’è un modo per convincere le persone a bere meno alcolici: scrivere sulla bottiglia o sulla lattina che la diminuzione dell’assunzione (anche di piccole quantità) fa calare il rischio di sviluppare sette tipi di tumori. Meno efficaci risultano invece altri avvisi quali quelli sulle calorie presenti o sui possibili danni cardiovascolari. Il potenziale ruolo di scritte analoghe a quelle presenti …

Continua »

L’industria degli alcolici propone all’Ue l’autoregolamentazione su ingredienti e i valori nutrizionali in etichetta. Dissenso da cooperative e consumatori

calorie alcolici

Le associazioni europee dei produttori di alcolici hanno presentato alla Commissione Ue una proposta di autoregolamentazione per quanto riguarda l’indicazione in etichetta degli ingredienti e dei valori nutrizionali delle bevande alcoliche. La proposta, che è stata bocciata dal Beuc, l’associazione dei consumatori europea, è stata presentata dopo che un anno fa la Commissione Ue aveva presentato una relazione in merito, …

Continua »

Alcol in gravidanza: un logo in etichetta segnala i rischi per le donne incinte. Regole diverse per ogni Paese: Roberto Pinton spiega come funzionano

Pubblichiamo di seguito il quesito di un lettore sulle indicazioni in etichetta per donne in gravidanza presente su alcuni alcolici . Nelle bevande alcoliche spesso si trova il logo barrato della donna gravida che beve. Questo logo è in qualche modo normato o obbligatorio? Per rispondere a questa Risponde Roberto Pinton, esperto di normativa in ambito agroalimentare, in particolare nell’ambito dell’etichettatura. …

Continua »

Gravidanza e alimentazione: il decalogo con i consigli di Alberto Mantovani per ridurre il rischio di malformazioni

Durante la gravidanza l’alimentazione e i comportamenti consapevoli nella preparazione e nel consumo dei cibi svolgono un importante ruolo per ridurre al minimo problemi alla gravidanza e al feto, tra cui in primo luogo la possibilità di sviluppare malformazioni congenite. Parliamo di malformazioni* perché non sono rare come si pensa (incidenza complessiva del 3% sui nati, World Health Organization, 2012). …

Continua »

Bevande alcoliche: il Parlamento europeo chiede alla Commissione che siano indicate le calorie sulle etichette

Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sulla strategia da adottare in materia di alcol. Il documento sottolinea la “necessità di indicare chiaramente e al più presto sulle etichette almeno il contenuto calorico delle bevande alcoliche” e chiede alla Commissione Ue di presentare una proposta legislativa “al più tardi nel 2016”. La risoluzione, inoltre, chiede alla Commissione europea di produrre …

Continua »

Calorie degli alcolici: è scontro sull’indicazione in etichetta tra i produttori di birra e quelli di superalcolici. I prodotti sono troppo diversi tra loro

birra alcol bevande alcoliche

L’associazione dei produttori europei di birra, la Brewers of Europe, ha annunciato l’inserimento volontario dell’indicazione degli ingredienti e dei valori nutrizionali sulle etichette delle birre, per dimostrare che contengono meno calorie del vino e dei superalcolici.   Una tabella pubblicata dall’associazione indica che 100 millilitri di whisky hanno 245 kcal, mentre la stessa quantità di vino rosso ne ha 96, il vino …

Continua »

Bere alcol spinge a berne ancora, se poi si aggiunge un energy drink ancora di più

Mischiare energy drink e alcol spinge a consumare più alcolici, rispetto a quando si bevono solo questi ultimi. Alcuni ricercatori dell’Australian National University hanno condotto un esperimento su sessanta persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Ad alcune di loro è stato fatto bere un cocktail contenente 60 ml di vodka e l’energy drink Red Bull, …

Continua »