Home / Sicurezza Alimentare (pagina 56)

Sicurezza Alimentare

categoria sicurezza alimentare

Sicurezza alimentare: Escherichia coli, il report di Epicentro sulla situazione italiana e europea

Pubblichiamo il report presentato ieri sul sito curato dall’Istituto superiore di sanità www.epicentro.it  sulla situazione relativa all’epidemia  causata dal’Escherichia coli O104 H:4. Per quanto riguarda la situazione italiana il sito riferisce che nel 2011, non sono stati segnalati casi di sindrome emolitico uremica da E. coli O104:H4 riconducibili al focolaio epidemico tedesco. La situazione in Europa A oggi nei Paesi …

Continua »
germogli

Escherichia coli nei germogli crudi: il pericolo è molto elevato. 55 contaminazioni dal 1973. Migliaia di persone coinvolte

Se in Europa la  contaminazione  dei germogli di  soia, senape, rucola e altre piante è una novità, in Canada e negli Stati Uniti le autorità sanitarie da anni segnalano i pericoli collegati al consumo di questi germogli mangiati crudi. Sul sito del ministero della Salute canadese  sono catalogati 37 casi di contaminazione dal 1973 al 2005 registrati nei germogli  a …

Continua »

E` allerta europeo per i germogli. La Francia invita a ritirare i germogli contaminati da Escherichia coli. Provenienza dei semi: Italia, Germania, Inghilterra e Egitto

La Francia ha inviato ufficialmente il 25 giugno 2011  un’allerta  al Sistema rapido di allerta europeo (Rasff n° 2011.0842) che avvisa le autorità sanitarie  sulla presenza di Escherichia coli O104:H4 nei germogli di soia, e altri tipi di semi forniti dalla ditta inglese Thompson & Morgan, per sospetta contaminazione. Nell’allerta si precisa che i semi sotto accusa provengono da quattro …

Continua »

Escherichia coli: si costituisce una task force europea per cercare le cause dell`epidemia. Proseguono i controlli in Francia

L’epidemia da Escherichia coli O104:H4 che in Germania ha provocato 40 morti forse non è  un problema circoscritto a un’azienda  tedesca, che per motivi ancora poco conosciuti ha venduto germogli contaminati a diversi ristoranti. Aver riscontrato lo stesso problema un mese dopo in un paesino della Francia situato a centinaia di km di distanza,  in una partita di  germogli crudi  …

Continua »

Escherichia coli, nuovo focolaio in Francia. Il rischio di contaminazione nei germogli è sempre stato elevato. I punti critici della produzione

  Proponiamo ai nostri lettori  questo  intervento di Aurelio Trevisi che ha proposto sul sito  un’attenta descrizione sulle modalità di coltivazione dei germogli di soia. La nota trae spunto da un’azienda che produce macchinari per la coltivazione. E’ un articolo ricco di spunti utile per capire quanto siano numerose le possibilità di contaminazione e quanto sia  complicato ottenere le necessarie …

Continua »

Escherichia coli: allerta Europeo non mangiare germogli crudi. Dopo i 12 casi in Francia, le agenzie inglese e irlandesi vietano il consumo. Si attiva il Rasff

L’arrivo in Francia di germogli di soia, di fieno  greco e di altri semi contaminati  dal batterio Escherichia coli O 104, identico a quello che ha causato l’epidemia in Germania, è un segnale preoccupante. Chi pensava che  la vicenda tedesca fosse un problema grave ma  circoscritto  a una zona del territorio si sbagliava. In Francia le persone colpite sono 12,  …

Continua »

Escherichia Coli O104: Torinoscienza intervista Maria Caramelli dell`Izsto di Torino e fa il punto della situazione

Lara Reale della redazione del sito  Torinoscienza.it  ha realizzato  questa intervista a Maria Caramelli, direttore scientifico dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta (Izsto) che chiarisce bene la situazioneSulla questione dell’epidemia da Escherichia coli tedesca che ha causato circa 40 morti e oltre 3.500 infezioni per lo più in Germania (dati European fFod Safety Agency, 20 giugno),. Ci sono volute quasi …

Continua »

Escherichia coli, il batterio dei germogli responsabile dell`epidemia in Germania colpisce ancora, una decina di casi in Francia

In Francia è arrivato  l’incubo dell’Escherichia coli O 104 veicolato  dei germogli  contaminati. Probabilmente si tratta dello stesso batterio che  in Germania nel mese di maggio e giugno 2011 ha provocato la più grave epidemia in Europa dopo la vicenda della  Mucca pazza. Le persone ricoverate sono una decina, ed è quasi  certo che la causa sia lo stesso batterio …

Continua »

CNR propone un prototipo di pellicola per alimenti con antibatterico: nuove prospettive per la scadenza dei prodotti

Una pellicola per alimenti in grado di annientare batteri e altri agenti patogeni? E’ un progetto che si sta concretizzando, proprio mentre l’allarme per il batterio killer ripropone il tema della sicurezza alimentare. Grazie all’ICTP, l’Istituto di chimica e tecnologia dei polimeri del CNR di Pozzuoli, che ha sperimentato con successo un imballaggio alimentare a base di polipropilene – una …

Continua »
topi pane dolci

Che cosa c’è nel piatto: il vetro, il topo, l’insetto. Verità e leggende metropolitano sul cibo. Scaricate il dossier

Che cosa c’è nel piatto: è un dossier che spiega come funziona il sistema di allerta e di sicurezza  alimentare in Italia e in Europa. L’epidemia da Escherichia coli 0 104 che ha colpito un mese fa la Germania, come pure la vicenda della mozzarella  blu sono solo alcuni dei casi che il sistema di allerta ha dovuto affrontare. Che …

Continua »

Stop alla rapina delle terre in Africa: l`Oakland Institute scatta una fotografia degli investitori europei e americani coinvolti

Un nuovo rapporto del think tank californiano Oakland Institute, Understanding Land Investment Deals in Africa, rivela i nomi degli investitori europei e americani che partecipano in silenzio all’usurpazione delle terre in Africa. Il rapporto non tralascia di considerare le disinvolte operazioni delle imprese di paesi emergenti come la libica Malybia in Mali o la saudita Saudi Star in Etiopia, ma …

Continua »

La moria delle api in America può essere l`occasione per riformare un sistema agricolo ?

La colonizzazione del continente americano ha comportato, nel corso dei secoli a  una vera e propria migrazione di piante ed animali verso il Nuovo Mondo comprese le api  (Apis Mellifera). I primi alveari furono spediti dall’Inghilterra, nei primi decenni del 1600, verso la Virginia e da quella fatidica data, come la scrittrice Horn riporta nel suo libro “Bees in America”, …

Continua »

Sicurezza alimentare: dopo l`epidemia di Escherichia coli l`Inghilterra indaga su miti e leggende alimentari

In Inghilterra l’annuale settimana della sicurezza alimentare è stata l’occasione per focalizzare l’attenzione sulle regole della buona igiene, soprattutto dopo l’incidente causato dall’Escherichia Coli in Europa. Per indagare sull’opinione e sulla conoscenza in materia di igiene, la Food Standard Agency inglese (agenzia per la sicurezza alimentare inglese ), ha realizzato operazioni con imprese del settore per ridurre il rischio che …

Continua »
etiopia villaggio

Continua il land-grabbing in Etiopia, guidato da investitori indiani: Obang Metho, direttore del Movimento di solidarietà per la nuova Etiopia, scrive ai “fratelli indiani” per chiedere la fine della rapina

Caro Popolo dell’India, sono lieto di sapervi in pace e spero che Voi brave persone in India, che vi siete affrancate dai vincoli del colonialismo solo 63 anni fa, vogliate unirvi ora con gli etiopi e gli altri africani nel confronto con le centinaia di società indiane che, in collusione con i dittatori africani, stanno rubando alle persone la loro …

Continua »

Il pomodoro cinese è una favola di Coldiretti e dei media. La vera storia di un prodotto che praticamente non esiste nei supermercati italiani

Il video sul pomodoro cinese che ilfattoalimentare.it ha proposto su You Tube ha scatenato molte reazione, e anche la fantasia dei lettori. Alcuni avanzano riserve sulla correttezza della scritta “Pomodoro italiano” presente sulle etichette, altri ritengono che il raccolto italiano non sia sufficiente a soddisfare il mercato e così via. Per capire come stanno le cose bisogna fare un passo …

Continua »