Home / Nutrizione (pagina 67)

Nutrizione

Zucchero: meglio una tassa o una limitazione della vendita dei prodotti che ne contengono troppo?

Una tassa sullo zucchero analoga a quelle su alcol o tabacco. La chiedono, dalle pagine della rivista Nature, un neuroendocrinologo e due esperte di politica sanitaria dell’Università della California a San Francisco. Gli esperti attribuiscono allo zucchero – in particolare a quello aggiunto a cibi industriali – buona parte di responsabilità nella crescente diffusione nel mondo di malattie croniche come …

Continua »
zucchero

Lo zucchero si nasconde nel cibo mimetizzato da 40 ingredienti alcuni dei quali sconosciuti, tutti i nomi per riconoscerlo sulle etichette

Leggere le etichette dei cibi confezionati sugli scaffali dei supermercati, non è semplice. Anche quando ci si concentra esclusivamente sugli ingredienti, la lista spesso è lunghissima e farcita di nomi sconosciuti. Un esempio è quello degli edulcoranti: le aziende utilizzano circa 40 diverse sostanze per dolcificare gli alimenti, o per migliorarne il gusto, tant’è che alcune sono presenti anche nei …

Continua »

Broccoli e cavolfiori: una ricerca dell`Istituto Mario Negri sembra confermare il ruolo antitumorale di questi vegetali…

Da tempo si pensa che le verdure classificate nel gruppo delle crucrucifere (broccoli, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles e rape), abbiano un’azione protettiva nei confronti di diversi tumori, ma questa ipotesi è ancora aperta a discussione. Per comprendere meglio il ruolo delle crucifere, alcuni ricercatori dell’Istituto Mario Negri – coordinati da Carlo La Vecchia, capo del dipartimento di epidemiologia – …

Continua »

Fibre alimentari, quelle dei vegetali non sono uguali alle altre. Il parere di Gianna Ferretti di Trashfood

Gli esperti di nutrizione consigliano di assumere 30 grammi di fibre vegetali al giorno, attraverso un’alimentazione ricca di alimenti vegetali (frutta, verdure, cereali non raffinati e legumi). L’effetto protettivo che ne deriva è da attribuire alla presenza di vitamine, sali minerali, fito-nutrienti e anche di fibre vegetali che svolgono un’azione preventiva nei confrontidi alcune patologie dismetaboliche. Su cosa si intende …

Continua »

Negli USA cambiano i menù nelle mense scolastiche, più verdura e meno grassi saturi

«Noi siamo prima di tutto dei genitori e, in quanto tali, cerchiamo di offrire dei pasti decenti alle nostre figlie, di limitare il junk food e di far sì che abbiano una dieta il più possibile equilibrata e ragionevole. E l’ultima cosa che vogliamo è che tutti i nostri sforzi siano vanificati ogni giorno, quando le figlie mangiano alla mensa …

Continua »

Snack al bar: i consumi-spazzatura calano se in etichetta c`è un semaforo rosso. Studio del Massachusetts General Hospital

 Come ridurre il consumo di cibi e bevande poco salutari – patatine, snack, panini confezionati, bibite zuccherate – nei bar di grosse istituzioni, come ospedali o università?  Al Massachusetts General Hospital di Boston ci sono riusciti con un’azione combinata in due mosse. Primo, etichette colorate per distinguere la salubrità di cibi e bevande: verde per i più sani, rosso per …

Continua »

La dieta Berrino è da rivedere. Il mondo scientifico e i nutrizionisti non possono restare indifferenti

– “Lo sciroppo di glucosio (presente nella maggior parte dei prodotti da forno n.d.r.) è ancora più nocivo dello zucchero… e i prodotti che lo contengono non vanno acquistati” – “I bambini delle elementari consumano il doppio delle proteine (40 g) consigliate…” – “Le carni rosse, soprattutto quelle  conservate (prosciutto, bresaola…) costituiscono una delle cause principali dell’aumento drammatico dei tumori …

Continua »

Proporre alimenti insipidi ai neonati riduce la voglia di salato da grandi. I risultati di una ricerca americana

Cambiare abitudini è difficile. Ma se l’abitudine si confonde con il gusto e questo imprinting risale ai primi anni di vita, la sfida diventa quasi impossibile. Quest’intuizione si è rivelata alquanto realistica se applicata al sale. Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition dimostra quanto sia importante ritardare il più possibile l’introduzione dei cibi salati, ed educare i bambini …

Continua »

Difficile imitare il latte materno, il problema critico resta quello dei grassi

Da tempo si discute sull’utilizzo degli “oli vegetali” nell’industria alimentare, miscele che hanno sostituito da tempo i “grassi cattivi” di origine animali in moltissimi prodotti, dalle merendine ai crackers, dai prodotti da forno agli snack, in quanto più ricchi di grassi polinsaturi. Alcuni oli vegetali contengono però una quantità di grassi saturi che potrebbe favorire, l’incremento della quota di colesterolo …

Continua »

Bevande alcoliche: farle pagare di più scoraggia l`abuso e salvaguarda la salute. Lo dicono nuovi studi

Il tentativo di ridurre i consumi eccessivi di bevande alcoliche puntando sul prezzo minimo imposto è una delle politiche di sanità pubblica più studiate. La scelta riguarda soprattutto  i superalcolici e in misura  minore birra e vino per ridurre i casi di abuso e dipendenza e, quindi, i danni sulla salute (con i relativi costi per il sistema assistenziale pubblico), …

Continua »

Bambini obesi e sovrappeso: la soluzione potrebbe essere copiare la lotta al fumo, con tasse, divieti nella pubblicità e più pressioni sui genitori

Continua il dibattito sull’opportunità di tassare i cibi e le bevande ricchi di grassi, sali e zuccheri, ritenuti principali responsabili – insieme alla mancanza di attività fisica – dell’epidemia di obesità che si sta diffondendo tra i bambini europei. Mentre alcuni stati hanno già adottato provvedimenti legislativi in questa direzione e il governo Monti ha di recente preso posizione in …

Continua »
obesità infanzia bambini junk food

Cala l’obesità infantile in America. Le campagne di prevenzione servono, eccome. Ma anche i divieti e la promozione di cibi sani

Dopo anni di notizie pessime, ecco i primi segnali che qualcosa forse inizia a cambiare nella lotta all’obesità infantile negli Stati Uniti: a New York per la prima volta i tassi sono in calo, e lo stesso accade a Los Angeles e in altre città. I Centers for Diseases Control hanno appena pubblicato un rapporto stilato in base ai dati …

Continua »

Dichiarare quanta attività fisica serve per smaltire una bibita o un succo aiuta a ridurre il consumo tra gli adolescenti

«Sai che per smaltire una bibita zuccherata o un succo di frutta occorrono circa 50 minuti di corsa?» È bastata una domanda così, affissa a grandi lettere su un distributore di bevande, per ridurre del 50% il consumo di tè freddo, drink energetici e in generale bibite zuccherate da parte di adolescenti, prevalentemente di colore, di alcuni quartieri disagiati di …

Continua »

Betaglucani da orzo, l?Efsa conferma la riduzione del colesterolo nel sangue, ma ne servono 3 g al giorno

L’8 dicembre è stato pubblicato il parere scientifico dell’Efsa che conferma l’efficacia dei beta-glucani dell’orzo nell’abbassare i livelli di colesterolo nel sangue ( e di conseguenza il  ruolo nella riduzione del rischio di patologie cardio-coronariche). Il parere si inquadra in una procedura di autorizzazione che la società Valens International ha avviato attraverso l’amministrazione sanitaria slovena, per poter utilizzare questa dicitura …

Continua »

I celiaci sono malati, ma rischiano di perdere ogni tutela a garanzia dei prodotti, se passano le nuove regole UE

Prosegue il dibattito sulla revisione della “direttiva quadro” 2009/39/CE sui prodotti alimentari destinati a un’alimentazione particolare. In vista della discussione che avrà luogo il 20 dicembre al Parlamento europeo, l’onorevole Patrizia Toia ha organizzato a Strasburgo una tavola rotonda per raccogliere le posizioni condivise dell’Associazione Italiana per la Celiachia (Aic) e di Aiipa (l’Associazione che rappresenta le industrie alimentari di …

Continua »