Home / Nutrizione (pagina 68)

Nutrizione

Haiti un anno dopo: la tragedia continua. Una cucina industriale preparerà 10 mila pasti al giorno per i bambini e darà lavoro a molti ragazzi. Grazie alla Fondazione Rava

Chef for Haiti 2011: il 13 giugno otto tra i migliori chef italiani hanno preparato una cena di gala all’Hotel Principe di Savoia di Milano per aiutare la Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus a sostenere un progetto alimentare nell’isola caraibica devastata dalla povertà dopo il terremoto dell’anno scorso. La situazione è ancora di estrema urgenza: gli aiuti umanitari …

Continua »

Pausa pranzo sana: i ristoratori della Toscana offriranno panini e piatti bilanciati, con ingredienti di stagione e a km zero

Un panino a base di salumi, formaggio e salsine. Oppure una cotoletta impanata affogata nell’olio o un piatto di pasta supercondita: non è facile trovare bar o tavole calde che propongano piatti sani e light. In genere, nella pausa bisogna accontentarsi di cibi ricchi di calorie, grassi e sale  ma poveri di vitamine, minerali e fibra.  La Regione Toscana ha …

Continua »

Orti e serre sui tetti: verdura a km zero, risparmio e più ossigeno in città. Le buone idee di Usa e Canada

In Canada e negli Stati Uniti si inizia a sperimentare il “rooftop farming”. Coltivare frutta e verdure in serra sopra i tetti degli edifici. Piccoli ma non trascurabili esercizi di sovranità alimentare su scala locale, a tutto beneficio dell’atmosfera metropolitana. E del business. La crisi alimentare, i prezzi delle derrate agricole alle stelle, il crescente bisogno di ritrovare un rapporto …

Continua »

Il piatto diviso in quattro sostituisce la piramide alimentare: convincerà gli americani a mangiare meglio?

Dopo circa due  decenni di onorata carriera, la piramide alimentare va in pensione. L’amministrazione Obama ha infatti presentato il nuovo simbolo della corretta alimentazione, frutto di un progetto iniziato alcuni mesi fa e tuttora in corso. Il nuovo logo non è, come alcuni avevano chiesto, l’ennesima revisione della piramide, ma ha le sembianze più familiari di un piatto suddiviso in …

Continua »

Il pasto di mezzogiorno in Europa: più “fast” che “food”. Per i consumatori la rapidità del servizio vince sulla qualità

Il 67% degli europei pranza al bar o al ristorante (ma gli spagnoli sono l’82,5%) e il 58% è convinto di mangiare in maniera sana. Ma, tanto tra i ristoratori che tra i consumatori, molti pensano che il cibo salutare sia più costoso e laborioso da preparare, che ha poco gusto, che è simile ai prodotti dietetici e che non …

Continua »

Più longevi e più sani: la dieta può migliorare la qualità della vita dopo i 65 anni. Lo studio Nu-Age

Nel 2030 il 40% della popolazione europea avrà più di 65 anni, con un’aspettiva di ulteriori quindici-venti anni di vita. Per soddisfare i bisogni specifici della popolazione senior, il 5 maggio a Bologna è stato presentato il progetto “Nu-Age”, finanziato dalla Commissione Europea. È essenziale capire in che modo si può migliorare la qualità della vita e, soprattutto, prevenire o …

Continua »

Obesità dei ragazzi e videogiochi: restare per ore davanti al computer stimola la fame. L`aumento di peso non dipende solo dalla sedentarietà

L’uso di videogiochi è collegato a un aumento del peso che può sfociare nell’obesità. Per spiegare questa liaison dangereuse sono stati tirati in ballo, di volta in volta, le abitudini sedentarie – stazionare di fronte a un monitor non favorisce certo l’attività fisica -, le pubblicità più o meno occulte di cibo spazzatura, l’impoverimento delle relazioni sociali e molto altro. …

Continua »

McDonald’s contro i nutrizionisti americani. L’obesità infantile non preoccupa il colosso del fast food, che si difende: nei nostri menu ci sono sempre alternative salutari

L’assemblea degli azionisti di McDonald’s si è conclusa con un secco niet alla lettera-appello firmata da 550 tra i più influenti nutrizionisti statunitensi, che chiedevano maggiore attenzione all’alimentazione dei più piccoli e, in primo luogo, l’addio al popolarissimo pagliaccio Ronald McDonald’s e la rinuncia ai gadget in omaggio, che accompagnano e pubblicizzano i pasti per i più piccoli. Per sostenere …

Continua »

La merendina sana a km zero: i nuovi distributori di yogurt, frutta e vedura a San Donato Milanese

Nel settore degli snack non mancano iniziative che cercano di migliorare le abitudini alimentari. È il caso di San Donato Milanese dove – in collaborazione con Coldiretti e Campagna Amica – nelle scuole medie, nel Comune e presso il Policlinico sono stati installati i nuovi “Bancomat a km 0” distributori di prodotti freschi – frutta, insalata, yogurt – provenienti da …

Continua »

Sicurezza alimentare: in Inghilterra il 70% delle informazioni sui prodotti ha un livello di attendibilità "meno che convincente o probabile"

La stampa britannica quando parla di alimentazione punta sul sensazionalismo proprio come fa quando si occupa dei reali. L’inseguimento della notizia a effetto è ciò che, secondo ricercatori del Kings College di Londra, orienta le scelte editoriali in questo ambito, almeno stando ai risultati di un’indagine compiuta su quanto viene pubblicato in una settimana scelta a caso. Benjamin Cooper e i …

Continua »

Fumo e dieta squilibrata: secondo il Who, un disastro per le economie nazionali e per gli interessi dell`industria alimentare

L’ultimo Global Forum del Who (World Health Organization), a fine aprile a Mosca, è stato dedicato alle malattie associate a stili di vita e diete squilibrati. Patologie cardio-coronariche, diabete, infarti, tumori ai polmoni e disturbi respiratori sono, a livello globale, la causa del 63 per cento delle morti premature (il 70% in USA e il 90% in Russia). Il direttore …

Continua »

I betaglucani riducono il colesterolo: ulteriori conferme dalla scienza. Ne occorrono 3 g al giorno, con una dieta varia

Per i betaglucani sempre più presenti neii claim salutistici utilizzati nelle etichette dei prodotti alimentari, è arrivata una nuova conferma scientifica.  Queste fibre solubili (più esattamente polisaccaridi non amidacei) presenti nella crusca dei chicchi di cereale (in particolare orzo, fino al 7% e avena, 5%, e in misura assai minore in segale, 2%, e frumento, meno dell’1%), nel lievito del …

Continua »

Gualtiero Marchesi consulente di Milano Ristorazione. Per gestire 80 mila pasti serve un grande chef o un bravo manager?

Gualtiero Marchesi il più famoso chef italiano è diventato consulente di Milano Ristorazione. Dopo avere letto questa notizia sulle pagine del Corriere della sera del 6 giugno viene voglia di pensare che finalmente la refezione  scolastica   cambia pagina. Ma l’entusiasmo scema dopo pochi secondi, perché mi chiedo cosa può fare uno dei più grandi chef italiani per migliorare il pasto …

Continua »

Gran Bretagna: mangiar fuori casa per gli allergici è una roulette russa. Perché i ristoratori ignorano o sottovalutano i rischi

Un pasto fuori casa per un allergico può trasformarsi in una roulette russa. Spesso infatti non c’è modo di conoscere nei dettagli gli ingredienti utilizzati e, soprattutto, di avere un valido aiuto da parte del personale. È esperienza comune per i diretti interessati, e ora è anche dimostrato da uno studio pubblicato su Clinical & Experimental Allergy, condotto sul campo …

Continua »

Dallo spazio al supermercato: la Nasa studia come conservare per 5 anni il cibo degli astronauti

Le ricerche per migliorare la qualità e il contenuto del cibo destinato agli astronauti potrebbero aprire nuovi orizzonti all’industria alimentare. E’ questa  l’opinione di Michele Perchonok, ricercatrice e dirigente del settore della NASA che si occupa delle nuove  tecnologie  per gli alimenti da usare nelle missioni spaziali, riportata in un’intervista di Stephen Daniells per Food Navigator.  L’esperta fa parte di …

Continua »