Home / Controlli e Frodi (pagina 19)

Controlli e Frodi

carne macello bovina bue

Maxi sequestro di anabolizzanti: AmbroSia, l’associazione di imprenditori agroalimentari, accusa le istituzioni di essere sorde e di voler ignorare il problema

Dopo la pubblicazione su Il Fatto Alimentare dell’articolo che denuncia la presenza sul mercato del  15% di capi bovini dopati e l’assordante silenzio di associazioni come Assocarni, riceviamo e pubblichiamo un secondo intervento (dopo quello di Copagri) da parte di AmbroSia, un’associazione di imprenditori del settore agroalimentare che aiuta a capire meglio la situazione.   In merito al “continuo silenzio …

Continua »

Smantellato traffico clandestino di farmaci veterinari per gonfiare vitelli e maiali. Sequestrate 17 mila confezioni

Si chiama “Muttley” l’operazione portata avanti  nel Nord-Italia dal Corpo forestale pochi giorni fa, che ha portato al sequestro di oltre 17.000 confezioni di farmaci veterinari, per un controvalore di circa due milioni e mezzo di euro. Si tratta di una iniziativa che probabilmente coinvolge anche allevatori e importatori esteri e conclusa dopo 101 perquisizioni.   Sono stati i comandi …

Continua »
maiale carne carcasse

Maxi sequestro di anabolizzanti per bovini e maiali da parte del Corpo Forestale. Silenzio assordante delle associazioni di categoria

Pochi giorni fa il Corpo forestale dello stato ha sequestrato più di 17.000 confezioni di farmaci veterinari per un valore complessivo di 2,5 milioni di euro. I medicinali erano destinati a bovini e suini. La banda era composta da farmacisti, allevatori, grossisti e veterinari attivi in Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna, coordinati da un grossista specializzato nella rivendita di …

Continua »
gastronatuta

Su Radio 24 si parla di olio extra vergine, con Il Fatto Alimentare e un pool di esperti di: Coldiretti, Nas, Unaprol, Cia…

Da dove arriva l’olio italiano? Se lo chiede Davide Paolini conduttore de il Gastronauta su Radio 24, che ha deciso di dedicare la puntata di sabato 8 giugno ai temi della provenienza e dell’etichettatura dell’extra vergine di oliva (tema sollevato qualche giorno fa da Il Fatto Alimentare con un articolo che mostrava come gran parte dell’olio imbottigliato in Italia provenga …

Continua »
giuliani giusto sito

“GIUSTO senza zucchero”: l’Antitrust multa per pubblicità ingannevole la Giuliani

Dopo Zuegg, Rigoni e Vis, anche la Giuliani è stata oggetto dei provvedimenti dell’Autorità Garante della Concorrenza (scarica la Sentenza dell’agcm n.18 2013) e del Mercato per la dicitura senza zucchero e senza zuccheri aggiunti riportate sulle confezioni di alcuni prodotti.   La vicenda ha preso origine da una inchiesta di Altroconsumo che ha controllato più di 100 prodotti caratterizzati …

Continua »
pesce

Le Iene denunciano le furberie nella vendita del pesce. Per Eurofishmarket un servizio con troppe imprecisioni e troppa approssimazione

Il 19 maggio il programma televisivo Le Iene ha trasmesso un servizio su come riconoscere e comprare il pesce fresco o surgelato, evidenziando le abituali furberie del settore. Il vademecum era seguito da una mini-inchiesta realizzata in un mercato di Roma, per evidenziare le dichiarazioni mendaci sui cartellini,  le scorrettezze dei venditori e per dare consigli pratici ai consumatori.   …

Continua »
oliera olio ristorante

Olio d’oliva nei ristoranti: non passa il provvedimento anti-oliere. La lobby dei ristoratori nel Nord Europa è più forte

Dopo un tira e molla istituzionale, e un percorso durato quasi due anni, le oliere non scompariranno dalle tavole dei ristoranti europei dal 1 gennaio 2014. Eppure i Paesi produttori sembravano avercela fatta. A mettersi di traverso sono state l’Inghilterra e l’Olanda che hanno dato il via a una campagna stampa per cui il Commissario europeo Dacian Cioloş, dopo una …

Continua »
frutti bosco misti

Epatite A: raddoppiano i casi anche in Italia. Causa probabile: frutti di bosco congelati contaminati importati dall’Est

L’epatite A, un tempo malattia endemica in Italia, da anni è in calo. L’incidenza è diminuita grazie al miglioramento delle condizioni igieniche, sanitarie e sociali e alla crescente consapevolezza del rischio connesso ad alcune abitudini come quella di consumare i frutti di mare crudi. Tuttavia, da circa vent’anni periodicamente si registrano picchi di incidenza legati a specifici fattori, come appunto …

Continua »

Le carni bovine trattate con sostanze vietate sono il 15%, qualcuno dice che sono troppe, ma dimentica che 10 anni fa erano il doppio!

L’articolo di Valentina Murelli in cui si dice che il 15% delle carni bovine italiane è trattato con sostanze vietate per aumentare la massa muscolare ha destato qualche perplessità. I dati però sono quelli indicati dal Centro di referenza nazionale per le indagini biologiche sugli anabolizzanti animali, istituito dal Ministero della salute presso l’Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte, Liguria e …

Continua »
grano cereali spiga

Sicurezza e controlli ufficiali nella filiera agroalimentare, l’ambiziosa riforma proposta dalla Commissione europea

Il 6 maggio 2013 la Commissione europea ha presentato il pacchetto: Smarter Rules for Safer Foods. Un’ambiziosa riforma “dal seme alla tavola” che comprende schemi di regolamento su numerosi temi tra cui i “controlli ufficiali e altre attività ufficiali intese a garantire l’applicazione della legislazione su alimenti e mangimi, le norme in materia di salute e benessere degli animali, salute …

Continua »
mucche

Il 15% della carne bovina italiana è trattato con ormoni e sostanze vietate. Il dato emerge dalle analisi istologiche del Centro di referenza nazionale sugli anabolizzanti

Negli allevamenti italiani ed europei gli ormoni anabolizzanti per “gonfiare” i bovini da carne e rendere la carne più tenera sono vietati, ma diversi allevatori  non rispettano il divieto. Anche i controlli esistono (ogni Paese della Comunità europea attua un Piano nazionale dedicato alla sorveglianza e al monitoraggio di eventuali residui di sostanze chimiche illecite negli alimenti di origine animale) ma …

Continua »
cavallo

Carne di cavallo, la Commissione Europea prende provvedimenti dopo lo scandalo. Saranno sufficienti?

La Commissione Europea reagisce allo scandalo continentale della carne di cavallo e annuncia nuovi provvedimenti, articolati essenzialmente su due aspetti: l’avvio di ispezioni a sorpresa nelle grandi aziende, e l’introduzione di nuove sanzioni economiche in caso di frode, multe che dovranno essere della stessa entità dei guadagni illeciti ottenuti con la contraffazione o la frode.   Le norme dovranno essere …

Continua »

Allarme integratori con DMAA, la FDA lancia l’allerta contro il DMAA. In Italia sono vietati dal 2012 ma circolano in rete

 La Food & Drug Administration l’11 aprile ha ribadito il  parere negativo sulla presenza di dimetilamilamina (DMAA) in alcuni integratori usati dagli sportivi per perdere peso e  migliorare le performance. Si tratta di  un principio attivo  spacciato fraudolentemente come un componente naturale del geranio. La notizia del definitivo no della FDA è circolata prima sul web e poi è stata …

Continua »
cavallo divieto

Carne di cavallo: 5% dei campioni positivi in Europa, in Italia quasi il 4%. La truffa è grande ma non c’è stato pericolo per la salute. Il parere degli esperti

Il primo e anche il più importante messaggio sullo scandalo della carne di cavallo è quello espresso da Tonio Borg, Commissario europeo per la salute: «I risultati confermano che si tratta di un problema di frodi alimentari e non di rischio per la salute umana». La tesi è suffragata anche dai numeri, visto che la carne di cavallo utilizzata nei …

Continua »
cavallo

Scandalo carne di cavallo: il Ministero della salute pubblica i nomi delle 16 aziende coinvolte. 26 i prodotti fuori norma su 361

Il Ministero della salute ha pubblicato i risultati delle analisi concordate con l’UE dopo lo scandalo della carne di cavallo. Su 361 campioni esaminati sono 26 i prodotti in cui è stata riscontrata la presenza di carne equina non dichiarata in etichetta in quantità superiore all’1%. Le aziende coinvolte sono state in totale 16. In Francia la percentuale su una …

Continua »