Home / Controlli e Frodi (pagina 20)

Controlli e Frodi

Frodi alimentari: la classifica stilata dall`organizzazione statunitense USP dei cibi più adulterati

Gli alimenti più suscettibili di adulterazione sono: olio di oliva, latte, miele, zafferano, succo d’arancia, caffè e succo di mela. E’ questa la classifica dei prodotti alimentari americani più soggetti a frodi, stilata dalla US Pharmacopeial Convention (USP), un’organizzazione statunitense no profit impegnata a sviluppare metodi analitici standardizzati per assicurare il massimo di identità, qualità e purezza agli ingredienti e …

Continua »

La bufala del resveratrolo: il principio anti-age estratto dal vino rosso non è un elisir ma il risultato di una frode scientifica

Anche se diversi commentatori sottolineano che la frode scientifica firmata da Dipak Das (nella foto), direttore del Cardiovascular Research Center dell’Università del Connecticut, è un caso isolato, per il resveratrolo si annunciano tempi duri. Il principio attivo contenuto nel vino rosso oggetto di decine di studi e candidato da più parti al ruolo di: elisir, antinfiammatorio, cardioprotettore ecc., probabilmente da …

Continua »

Agropirateria, la tutela delle indicazioni geografiche in Italia. I controlli delle Autorità

Non solo vestiti e cd musicali, i prodotti made in Italy contraffatti si possono trovare anche tra gli scaffali del supermercato. Ne sanno qualcosa le Autorità di controllo, costantemente impegnate nella lotta contro l’agro-pirateria.   Risale a poche settimane fa l’ultimo sequestro da parte del Corpo Forestale dello Stato nell’ambito di un’operazione anticontraffazione. L’ispezione ha accertato che venivano commercializzate mozzarelle …

Continua »

Mozzarella blu: dubbi sulle cause della colorazione, il problema si ripropone ogni 2-3 mesi

In questi giorni la mozzarella blu ha ripreso le prime pagine dei giornali dopo la scoperta da parte di un consumatore di una partita di latticini di colore bluastro nel frigorifero. La vicenda è successa in provincia di Frosinone e le autorità sanitarie sono state subito allertate. Qualcuno ha giustamente chiesto di conoscere il nome dell’azienda produttrice, mentre altri hanno …

Continua »

Allarme olio: la Repubblica e Coldiretti lanciano accuse all’olio extravergine, ma gli indizi sono approssimativi

Allarme olio? Secondo il quotidiano la Repubblica e Coldiretti la situazione dell’extravergine in Italia è preoccupante, tanto che il giornale ha pubblicato il 23 dicembre un lungo articolo dai toni eccitati. Ilfattoalimentare.it segue con attenzione le vicende dell’olio, ma l’inchiesta di Paolo Berizzi su la Repubblica presenta risvolti incerti che ne mettono in discussione la validità. Tutto  prende spunto da …

Continua »

HACCP una nuova interpretazione del Ministero della Salute sulla definizione del CCP nella stagionatura dei formaggi

Una circolare del Ministero della Salute in seguito ad una visita ispettiva effettuata in uno stabilimento di  stagionatura di formaggi situato in Emilia-Romagna, ha individuato la necessità di precisare i CCP all’interno del piano di HACCP dello stabilimento, anche se questo aspetto non è previsto dalla normativa. Secondo il Ministero questa interpretazione è errata in quanto un piano HACCP non …

Continua »

Finti panettoni al supermercato? Un lettore ci segnala un dolce che potrebbe ingannare

Già lo scorso Natale ilfattoalimentare.it aveva denunciato l’esposizione in alcuni supermercati di finti panettoni venduti a fianco di quelli originali. Un lettore ci ha segnalato un caso simile in un supermercato Despar di Roma e ci ha mandato la fotografia (vedi a lato). L’immagine ritrae un bancale con vari dolci natalizi tra i quali spicca un gruppo di prodotti etichettati …

Continua »

Germogli, Escherichia coli e sicurezza alimentare: le crisi sono frequenti. Da rivedere la normativa che li considera materia prima e non cibi delicati da consumare crudi

La crisi dei germogli – la contaminazione da Escherichia coli di germogli prodotti da alcune partite semi di fieno greco importati dall’Egitto e venduti in diversi paesi europei – ha causato 48 decessi in Germania e uno in Svezia, e 4.100 contagi tra Europa e Nord America. Questo caso recente è stato il più grave tra gli “sproutbreak”, appunto “le …

Continua »

Polli e antibiotici: in Germania negli allevamenti si usano troppi medicinali in modo sistematico, lo rivela uno studio del Ministero per la tutela dei consumatori

Crolla un mito: anche in Germania, la nazione europea più all’avanguardia in tema di ecologia, riciclaggio dei rifiuti, risparmio energetico e salvaguardia dell’ambiente, gli allevamenti di polli utilizzano con larghezza gli antibiotici. Ne dà notizia Albert Agmar nel suo blog Processalimentaire.com, citando una trasmissione della Radio Svizzera Romanda (la Svizzera importa molto pollame dalla Germania). Gli antibiotici sono ampiamente usati …

Continua »

Falsi filetti di cernia: spesso compriamo specie meno pregiate provenienti dal Pacifico. Mancano i controlli

È venduta come cernia, ma è solo un parente povero e, a volte, nemmeno quello. La denuncia arriva da Eurofishmarket, società di ricerca impegnata, insieme a università ed enti pubblici, a far chiarezza nel mercato del pesce. La cernia è un pesce pregiato, i suoi filetti un alimento apprezzato sulle tavole italiane. Ma siamo sicuri di quello che acquistiamo? Sempre …

Continua »

Bevande sportive contaminate da ftalati: il centro di ricerca della Commissione europea mette a punto nuovi metodi per individuarli

A seguito dello scandalo dell’importazione di bevande per sportivi provenienti da Taiwan contenenti ftalati, il Centro comune di ricerca della Commissione europea (JRC) ha messo a punto tre nuovi metodi per rilevare le sostanze illegali. Normalmente gli ftalati sono composti organici diffusissimi nei materiali sintetici, come PVC o gomma, perché li rendono morbidi, flessibili, resistenti e più belli. Alla fine …

Continua »

Ristoranti: dai menù esposti alle sale non fumatori. Il decaloco del locale "politically correct"

Ilfattoalimentare.it torna a parlare di ristorazione. Abbiamo recentemente affrontato il discorso dell’igiene e della sicurezza dei cibi serviti nei ristoranti. Oggi ci occupiamo invece dei diritti a tavola. A quanti è capitato di rimanere a bocca aperta di fronte a un conto maggiorato ,  perché non si era considerato l’importo relativo al coperto o al servizio? Partiamo dai menù, sui …

Continua »

Vietato congelare il pesce al ristorante. La Cassazione conferma il reato anche se non c`è danno igienico sanitario per il consumatore

Una recente sentenza della Corte di Cassazione ribadisce che la detenzione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione destinate alla vendita costituisce un reato (*), ai sensi del fatidico articolo 5 della legge 283/62 che alcuni giornali hanno erroneamente dichiarato cancellata pochi mesi fa.La sentenza si riferisce a un ristorante romano di cui ancora non ci è dato conoscere …

Continua »
pesticidi erbicidi campi agricoltura uomo

Glifosato: le autorità conoscono da 30 anni i dati sulle malformazioni degli animali causate dal diserbante più venduto al mondo ma fanno finta di niente. Lo rivela un nuovo report scientifico

Le autorità erano a conoscenza fin dal 1980 delle malformazioni agli animali da laboratorio provocate dal glifosato, la sostanza contenuta nell’erbicida più venduto al mondo, Roundup® Monsanto. Lo rivela un report pubblicato il 7 giugno da una squadra di universitari e giornalisti scientifici inglesi, irlandesi e brasiliani. “Roundup e difetti delle nascite: si sta mantenendo il pubblico all’oscuro?” è la …

Continua »

Frodi alimentari: vendere cibi mal conservati è reato. La Cassazione smentisce la bufala dell’abrogazione della legge

Il Fattoalimentare.it ha a suo tempo segnalato la “bufala” sulle frodi alimentari relativa alla presunta abrogazione della legge 283/1962. Un giudice di Benevento aveva ritenuto che tale normativa – che, all’articolo 5, punisce con sanzione penale una serie di condotte illecite in materia alimentare, come la detenzione per la vendita di alimenti non idonei al consumo umano – dovesse intendersi abrogata …

Continua »