Home / Controlli e Frodi / Maxi-multe in Spagna e Francia ai cartelli del latte. Sanzioni per 280 milioni di euro tra cui Danone, Nestlé e Lactalis

Maxi-multe in Spagna e Francia ai cartelli del latte. Sanzioni per 280 milioni di euro tra cui Danone, Nestlé e Lactalis

Cartelli del latte
Cartelli del latte (illegali) in Spagna e Francia. Maxi-multe per 280 milioni di euro

Le autorità Antitrust di Spagna e Francia hanno inflitto multe pari a 88,2 e 192,7 milioni di euro a diciotto compagnie che operano nel settore dell’approvvigionamento e della trasformazione del latte. Le compagnie sono state giudicate colpevoli di aver costituito cartelli illegali, per concordare la ripartizione del mercato e il prezzo del latte da pagare agli allevatori, oltre che la gestione delle eccedenze, da trasformare in latte in polvere.

 

In ognuno dei due Paesi le aziende sanzionate sono nove, a cui si aggiungono due associazioni di settore spagnole. Tra le compagnie multate ci sono Danone, che in Spagna ha ricevuto la sanzione più alta (23,2 milioni), Nestlé e Lactalis, che in Italia è proprietaria di Galbani, Parmalat, Invernizzi e altri marchi. In entrambi i Paesi, gli accordi segreti e illegali tra le aziende sono durati diversi anni: dal 2000 al 2013 in Spagna e dal 2006 al 2012 in Francia.

 

Come osserva l’Antitrust spagnola, queste condotte illegali, finalizzate a distorcere il normale funzionamento del mercato, hanno prodotto effetti negativi, deprimendo il prezzo del latte alla stalla e rendendo vani i tentativi degli allevatori di sottrarsi alle condizioni capestro di un’azienda acquirente, passando a una sua concorrente.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

 

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

donna pesce

Un terzo del pesce venduto in Canada ha un’etichetta non veritiera. Errori in tutta la filiera

Anche il Canada ha un problema rilevante con l’etichettatura del pesce. Una ricerca condotta dall’Università …