Home / Controlli e Frodi / Maxi-multe in Spagna e Francia ai cartelli del latte. Sanzioni per 280 milioni di euro tra cui Danone, Nestlé e Lactalis

Maxi-multe in Spagna e Francia ai cartelli del latte. Sanzioni per 280 milioni di euro tra cui Danone, Nestlé e Lactalis

Cartelli del latte
Cartelli del latte (illegali) in Spagna e Francia. Maxi-multe per 280 milioni di euro

Le autorità Antitrust di Spagna e Francia hanno inflitto multe pari a 88,2 e 192,7 milioni di euro a diciotto compagnie che operano nel settore dell’approvvigionamento e della trasformazione del latte. Le compagnie sono state giudicate colpevoli di aver costituito cartelli illegali, per concordare la ripartizione del mercato e il prezzo del latte da pagare agli allevatori, oltre che la gestione delle eccedenze, da trasformare in latte in polvere.

 

In ognuno dei due Paesi le aziende sanzionate sono nove, a cui si aggiungono due associazioni di settore spagnole. Tra le compagnie multate ci sono Danone, che in Spagna ha ricevuto la sanzione più alta (23,2 milioni), Nestlé e Lactalis, che in Italia è proprietaria di Galbani, Parmalat, Invernizzi e altri marchi. In entrambi i Paesi, gli accordi segreti e illegali tra le aziende sono durati diversi anni: dal 2000 al 2013 in Spagna e dal 2006 al 2012 in Francia.

 

Come osserva l’Antitrust spagnola, queste condotte illegali, finalizzate a distorcere il normale funzionamento del mercato, hanno prodotto effetti negativi, deprimendo il prezzo del latte alla stalla e rendendo vani i tentativi degli allevatori di sottrarsi alle condizioni capestro di un’azienda acquirente, passando a una sua concorrente.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

 

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Prosciutto crudo prosciuttopoli

Prosciuttopoli: il Consorzio di Parma ammette “gravi problemi da risolvere”. A rischio la Dop

Il presidente del Consorzio del prosciutto di Parma annuncia la grave crisi causata da Prosciuttopoli. …