Home / Controlli e Frodi / Olio di palma con colorante cancerogeno Sudan IV nel 98% dei campioni analizzati in Ghana. L’autorità invita i cittadini a non utilizzarlo

Olio di palma con colorante cancerogeno Sudan IV nel 98% dei campioni analizzati in Ghana. L’autorità invita i cittadini a non utilizzarlo

Olio di palma
L’adulterazione dell’olio di palma è diffusa

Ventitré persone sono state arrestate in Ghana, dopo che le analisi condotte dall’Autorità per la sicurezza alimentare su cinquanta campioni di olio di palma venduti in dieci dei maggiori mercati della regione della capitale Accra hanno rilevato la presenza, nel 98% dei casi, del pericoloso colorante genotossico e potenzialmente cancerogeno Sudan IV, usato per dare una certa tonalità a solventi, cere, oli e lucido per scarpe. Dato che non è possibile distinguere l’olio di palma contenente il Sudan IV da quello che non lo contiene, la Food and Drugs Authority (FDA) del Ghana ha invitato i consumatori a non utilizzarlo, per ora, anche se non ne ha vietato la vendita. La FDA ghanese, come ha dichiarato il suo responsabile della comunicazione, James Lartey, era al corrente dell’adulterazione dell’olio di palma da tre mesi ma ha diffuso l’allerta solo alla fine di ottobre, vista il veloce diffondersi del fenomeno.

L’adulterazione dell’olio di palma con questo pericoloso colorante non è limitata ai mercati locali del Ghana. In Gran Bretagna, in aprile e in luglio è stato ritirato dal commercio l’olio di palma venduto da due compagnie – Kemtoy Miyan Cash & Carry e Fovitor International – perché contenente il Sudan IV.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Prosciutto crudo prosciuttopoli

Prosciuttopoli: il Consorzio di Parma ammette “gravi problemi da risolvere”. A rischio la Dop

Il presidente del Consorzio del prosciutto di Parma annuncia la grave crisi causata da Prosciuttopoli. …

2 Commenti

  1. con le triangolazioni e passaggi vari sicuramente questi oli adulterati sono arrivati
    sicuramente alle industrie alimentari europee e di conseguenza nei prodotti in
    vendita nei nostri supermercati……………….è arrivato il momento di vietarlo per legge.

  2. L’ennesimo scandalo sui controlli di questa iperburocratica quanto falsamente sicura società.
    Prima le macchine efficienti che inquinano, poi l’olio extravergine che è meglio mettere nel motore, adesso l’olio di palma colla tinta tossica. E continuano a imporci tonnellate di controlli a nostro carico quando chi riesce finge conformità inesistenti!