Home / Controlli e Frodi / Frodi sul pesce, il 30% dei ristoranti di Bruxelles inganna i clienti. Indagine in oltre 150 locali e mense della capitale belga

Frodi sul pesce, il 30% dei ristoranti di Bruxelles inganna i clienti. Indagine in oltre 150 locali e mense della capitale belga

sushi
La causa principale di questa frode ittica è di tipo economico

Nei ristoranti, mense e sushi bar di Bruxelles, il 30% del pesce servito non corrisponde a quello ordinato. Lo rivela una ricerca condotta dall’Università Cattolica di Lovanio per conto dell’ong Oceana, durante la quale è stato analizzato il DNA di oltre 280 esemplari di pesce raccolti in 150 locali, compresi quelli delle sedi istituzionali Ue. La causa principale della frode ai danni del consumatore è di tipo economico. Le specie più care, come merluzzo o sogliola, vendute a 30-40 euro al piatto, possono essere sostituite con il più economico pangasio, proveniente da allevamenti ittici.

La frode più ricorrente riguarda il tonno rosso, che nel 95% dei casi è stato sostituito con tonno obeso o tonno pinna gialla, due specie economiche di tonno tropicale. Nel 13% dei casi il merluzzo è stato sostituito con sette tipi diversi di specie, nella maggior parte dei casi pangasio o merluzzo carbonaro. Nell’11% dei casi la sogliola comune è stata sostituita con altre specie di pesci piatti più economiche.

pesce 478234027
La frode più ricorrente riguarda il tonno rosso

La ricerca rivela che i responsabili della Ue quando  pranzano nelle mense del Parlamento Europeo e della Commissione hanno il 38% di probabilità di trovare nel loro piatto un pesce diverso rispetto a quello ordinato.

Lo studio è stato condotto tra marzo e giugno di quest’anno prelevando campioni nella varie zone turistiche di Bruxelles e nel quartiere dell’Unione europea in 217 ristoranti, 42 mense Ue e 21 sushi bar.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

holding fresh kiwi fruit

Kiwigate, scoppia in Francia lo scandalo dei kiwi italiani spacciati per francesi. Circa 15 mila tonnellate di frutti “francesizzati” dal 2016

Scoppia in Francia lo scandalo già ribattezzato kiwigate, che chiama in causa direttamente l’Italia. Dal …