Home / Controlli e Frodi (pagina 20)

Controlli e Frodi

Anche Unaprol evidenzia il problema dell`olio deodorato trasformato in extra vergine

Con un po’ di ritardo anche le associazioni di categoria hanno preso posizione contro la normativa europea che dal 1 aprile 2011 legalizza di fatto la vendita di olio deodorato  come extra-vergine.  Oggi i quotidiani La Stampa, il Secolo   XIX e il Tempo di Roma propongono brevi articoli in cui si dice che l’Unaprol evidenzia il problema sull’arrivo di olio …

Continua »

Frodi alimentari: il Corpo forestale dello stato individua 450 mila chili di olio deodorato destinato a diventare extra vergine

Il Corpo forestale dello Stato di Roma ha individuato in diversi stabilimenti di imbottigliamento di olio localizzati a Firenze, Reggio Emilia, Genova e Pavia falsi documenti per regolarizzare una partita di 450 mila chilogrammi di olio extra-vergine di oliva per un valore di circa 4 milioni di euro. L’ipotesi degli investigatori è che i documenti  siano stati contraffatti per spacciare …

Continua »

Doping: dopo due mesi di trattamento i vitelloni pesano da 60 a 80 chili in più e fruttano da 100 a 300 ? in più

Basta aggiungere alla dieta quotidiana di un  vitello o di un  vitellone 15-30 mg di un farmaco a base di cortisoni, per ottenere dopo due mesi un incremento di peso di 60-80 kg rispetto ai capi non trattati. L’aumento ponderale artificiale permette perché al momento della macellazione di ricavare  da 100 a 300 euro in più. E’ questo in estrema …

Continua »
olio di oliva extravergine

Dal 1 aprile l’olio extravergine di oliva deodorato è legale. Il prezzo è buono ma si ossida in fretta e la qualità è standard

Dal 1 aprile l’olio extravergine di oliva non potrà contenere più di 75 mg/kg di  alchil esteri + metil esteri. La questione non è strettamente tecnica, perché il nuovo parametro valuta la qualità  e permette di capire come  mai alcune bottiglie di extravergine sono vendute a 2,2 – 2,5 euro al litro. Per capire bisogna fare un passo indietro, e …

Continua »

Rivoluzione in rete: la Valle d`Aosta pubblica l`elenco dei prodotti alimentari pericolosi per la salute. Il Ministero osserva, le altre Regioni seguono con interesse

Dal 1 gennaio 2011 i cittadini della Valle d’Aosta trovano in rete l’elenco dei prodotti alimentari ritirati dal mercato perché considerati rischiosi per la salute. L’idea è venuta all’Assessorato alla Sanità dopo due episodi di intossicazione registrati l’anno scorso (nel primo caso sono state coinvolte 20 persone che avevano ingerito cozze italiane contaminante da biotossine, nel secondo caso il gruppo …

Continua »

Mozzarella blu e diossina non sono problemi solo tedeschi. In Italia succedono le stesse cose ma pochi ne parlano

Quando è scoppiato lo scandalo della mozzarella blu tedesca gli italiani hanno subito puntato il dito contro il latte tedesco, accusato di essere di mediocre qualità e sono arrivati addirittura ad  accusare la Germania di fare le mozzarelle italiane (ignorando che si tratta di formaggi non protetti da Dop che si possono produrre in qualsiasi paese). Nelle settimane successive però …

Continua »

Fazio al Senato comunica il nuovo programma per i controlli alimentari e annuncia che la diossina tedesca ci ha solo sfiorato

Il  ministro della Salute Ferruccio Fazio il 20 gennaio 201 ha presentato in Senato un documento sulla  diossina tedesca e sul sistema dei controlli. Dal testo emerge che il nostro Paese è stato solo sfiorato dal problema, e che i livelli di contaminazione registrati in Germania su uova e maiali sono stati appena superiori ai limiti e hanno riguardato pochissimi …

Continua »
Raw tuna steak on wooden cutboard

Tutti i colori del tonno: così diventa più rosso, ma non pregiato

Per anni si è detto che al consumatore italiano piace il tonno rosa, quello tenero che si taglia con un grissino. Dopo anni di “educazione alimentare”, durante i quali gli esperti hanno ripetutamente spiegato che non c’è niente di pregiato in un tonno pallido, adesso – complice forse anche la moda del sushi – è in auge il tonno rosso. …

Continua »

Lidl dopo la multa per i finti panettoni rifiuta le accuse e fa ulteriori precisazioni

La Lidl dopo il nostro articolo sui finti panettoni Favorina ci ha inviato un’altra lettera che pubblichiamo. Vorrei  precisare che  ilfattoalimentare.it  ha segnalato altri finti panettoni in commercio come SZ.  Per quanto riguarda la multa  di 20 mila euro le autorità preposte  hanno confermanto che la sanzione  è stata fatta e che arriverà presto a destinazione. La Pira Roberto Ci …

Continua »

Lidl multata per i finti panettoni e i finti pandori con il marchio Favorina segnalati dal nostro sito all`inizio di dicembre

Il Corpo forestale dello stato, nel corso dell’Operazione Dolce Natale, ha scoperto una frode di prodotti dolciari da forno: si tratta di falsi panettoni e di falsi pandori” venduti nella catena di hard discount Lidl. “L’azienda – si legge nel comunicato – vendeva imitazioni di lievitati classici di ricorrenza che ai fini della normativa vigente dovevano rispettare rigidi dettami di …

Continua »

Per contrastare la pesca illegale il comitato tecnico della Fao propone il Global record

     La sostenibilità delle attività legate alla pesca è minacciata dalla pesca illegale. Per questo motivo il 22 novembre, il comitato tecnico della Fao ha elaborato  una strategia per creare il Registro globale delle navi da pesca, da trasporto refrigerato da sottoporre all’approvazione del comitato Fao per la Pesca nel gennaio prossimo.  La pesca illegale delle riserve ittiche (Illegal …

Continua »

A New York i ristoranti avranno la pagella sulla porta

Prima dell’estate i 24mila ristoranti di New York dovranno esporre sulla porta un cartello con la categoria di appartenenza assegnata dagli ispettori sanitari. Ci sono tre possibilità, la lettera “A” (vedi a lato) interessa i locali che rispettano tutte le norme di igiene e sono usciti indenni dall’ultimo controllo. Le lettere “B” e “C” sono  destinate ai ristoratori  più indisciplinati. …

Continua »

In Inghilterra arriva il bollino rosso per i ristoranti che non rispettano l`igiene

Promossi e bocciati. Con un’etichetta adesiva verde e nera, bene in vista all’ingresso di ristoranti, bar e supermercati, la  Fsa (l’agenzia britannica per la sicurezza dei cibi e per la nutrizione) ha dato ufficialmente il via ad una larga iniziativa a tutela della salute dei cittadini. Oggetto, il rispetto delle norme igieniche (in particolare per quanto riguarda la preparazione e …

Continua »

Troppe frodi per l’extravergine di oliva. Sotto accusa le bottiglie vendute a prezzi stracciati, analisi ad Ascoli Piceno e Bologna

L’ultima segnalazione sulle adulterazione dell’olioextra vergine di oliva miscelato con olio deodorato proviene dall’Arpa di Ascoli Piceno, che ha analizzato 68 campioni di extravergine (33 prelevati nei frantoi marchigiani e 35 bottiglie  acquistate al dettaglio). Il verdetto finale è sorprendente: un terzo circa degli extra-vergini comprati nei supermercati si può considerare  fuori norma per l’eccessiva presenza di alchil esteri. La …

Continua »

Mense scolastiche: le regole, i costi e i controlli dei genitori. Le linee guida di Genova con le schede e i consigli

Per cinque anni Milano Ristorazione ha proposto ogni settimana ai decine di migliaia di studenti  delle scuole  elementari e medie come piatto a base di  pesce i famosi  “totani“. L’esito è sempre stato  disastroso, visto che l’80-90% dei totani finiva nella spazzatura. Da questo  particolare, ben conosciuto ai dirigenti di Milano ristorazione, si può giudicare la professionalità di una struttura …

Continua »