Home / Archivio dei Tag: sostanze proibite

Archivio dei Tag: sostanze proibite

Sostanze psicoattive nell’integratore alimentare Desmodium dalla Francia. L’avviso ai consumatori del Ministero della salute: “Attenzione alla vendita online”

Il Ministero della salute ha pubblicato un avviso ai consumatori in cui si evidenzia la presenza di sostanze psicoattive non autorizzate in un integratore alimentare a base di Desmodium adscendens prodotto in Francia da Laboratoires-Fenioux. Le sostanze individuate dalle analisi sono mefedrone, catinone e norefedrina, dagli effetti stimolanti e anoressizzanti. Il caso è stato segnalato attraverso il portale Rasff. La …

Continua »

Additivo alimentare non consentito in agente per il trattamento esterno dei formaggi proveniente dalla Spagna. Può lasciare residui sulle croste

formaggio latticini latte

Giunge notizia attraverso il sistema europeo di allerta alimentare rapido (Rasff) del ritiro di alcuni lotti di un agente protettivo esterno per formaggi proveniente dalla Spagna distribuito anche in Italia. L’allerta è legata alla presenza di un additivo alimentare non autorizzato, l’acido deidroacetico (DHA), nel Readom Alimentario S/S E-Pro Plus della Domca. La presenza di questa sostanza è il frutto di …

Continua »

Integratori proibiti: il sito portoghese Prozis è sponsor di Inter e Lega Basket ma vende anche sostanze illegali in Italia. Intanto, i Nas sequestrano 900 chili di sostanze dopanti acquistate su altri siti portoghesi

integratori sportivo muscoli

Il consumo di integratori alimentari, vitamine e barrette proteiche va forte fra gli sportivi e molti  fanno acquisti online. È  quindi normale che fra gli sponsor di squadre di calcio e società sportive ci siano proprio marchi e rivenditori di questi prodotti. Prozis, sito con base in Portogallo che vende integratori, proteine e altri articoli per sportivi, è fra i …

Continua »

Doping e integratori: in Internet acquistare sostanze proibite è facilissimo e mancano i controlli

Da anni giovani e adulti che frequentano le palestre comprano “integratori alimentari” su Internet per procurarsi sostanze dopanti il cui utilizzo è vietato in Italia e in molti Paesi europei. Acquistarli è semplice: basta collegarsi al sito di Amazon (il gigante mondiale delle vendite on line) e scegliere il prodotto desiderato tra centinaia di barattolini presenti nel vastissimo assortimento. Il …

Continua »