Home / Richiami e ritiri / Possibile Listeria: richiamata mortadella a tranci. Segnalati integratori con sostanze proibite (aggiornamento)

Possibile Listeria: richiamata mortadella a tranci. Segnalati integratori con sostanze proibite (aggiornamento)

mortadella supergigante veroniIl ministero della Salute e i supermercati Coop e Il Gigante hanno segnalato il richiamo precauzionale e volontario da parte del produttore di diversi lotti di mortadella supregigante in tranci con e senza pistacchio a marchio Veroni per la possibile presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto interessato è venduto in tranci da circa 350 grammi con i seguenti numeri di lotto e termini minimi di conservazione (Tmc):

  • Mortadella supergigante a tranci Veroni distribuita da Gran Mercato con i numeri di lotto P02222303, P02223702, P02224309 e P022227316 e i Tmc 27/11/2022, 12/12/2022, 25/12/2022 e 09/01/2023;
  • Mortadella supergigante con pistacchio a tranci Veroni distribuita da Rialto con i numeri di lotto P02223101, P02223801, P02223802 e P02224401 e i Tmc 13/11/2022, 20/11/2022, 26/11/2022 e 07/12/2022;
  • Mortadella supergigante a tranci e mortadella supergigante con pistacchio a tranci Veroni distribuita da Conad con i numeri di lotto P02223003 e P02222201 con il Tmc 07/12/2022;
  • Mortadella supergigante a tranci e mortadella supergigante con pistacchio a tranci Veroni distribuita da Coop con i tutti i numeri di lotto con Tmc fino al 27/12/2022 compreso (aggiornamento dell’11/11/2022);
  • Mortadella supergigante a tranci e mortadella supergigante con pistacchio a tranci Veroni distribuita da Tosano con i tutti i numeri di lotto con Tmc antecedenti al 27/12/2022;
  • Mortadella supergigante a tranci Veroni con il numero di lotto P02227301 e Tmc 08/01/2023 e con il numero di lotto P02221001 e Tmc 07/11/2022.

mortadella supergigante pistacchi veroniLa mortadella richiamata è stata prodotta dall’azienda F.lli Veroni Fu Angelo Spa, nello stabilimento di viale Saltini 15/17 a Correggio, in provincia di Reggio Emilia (marchio di identificazione IT 280L CE).

Veroni, in una nota stampa, rende noto che “in data 8 novembre il ministero della Salute ha emesso una segnalazione per il richiamo di alcuni lotti di Mortadella Supergigante a tranci con e senza pistacchio per esposizione a Listeria monocytogenes. I lotti sono relativi al prodotto distribuito nella catena Gran Mercato, in provincia di Bergamo” sopraindicati. “Nell’ottica di massima tutela del consumatore, – prosegue l’azienda – Veroni ha immediatamente e volontariamente allertato le catene di vendita e sta ritirando in via precauzionale tutti i lotti di Mortadella Supergigante a tranci con e senza pistacchio con scadenze antecedenti al 27/12/2022. L’azienda ha inoltre attivato un canale diretto aperto ai consumatori per fornire ogni ulteriore informazione: chi necessitasse di supporto potrà scrivere a servizioclienti@veroni.it Si precisa, infine, che il richiamo effettuato interessa solo ed esclusivamente alcuni lotti della produzione di Mortadella Supergigante a tranci, escludendo le altre linee di produzione di Mortadella.(aggiornamento del 9 novembre 2022)

A scopo precauzionale, l’azienda raccomanda di non consumare il prodotto con i numeri di lotto e i termini minimi di conservazione segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il produttore all’indirizzo email servizioclienti@veroni.it

Il ministero della Salute ha pubblicato anche un avviso di sicurezza relativo ad alcuni integratori alimentari che, secondo quanto comunicato attraverso il Sistema di allerta rapida Rasff, conterrebbero Yohimbina (o Yohimbe), sostanza farmacologicamente attiva vietata in questo tipo di prodotti, che può avere serie ripercussioni sulla salute.

Gli integratori segnalati sono Natrol Yohimbe Bark Men’s Health capsule da 500 mg e Stamina-Rx Maximum sexual stimulant compresse da 550 mg di Hi-Tech Pharmaceuticals. I due prodotti non risultano notificati al ministero della Salute e sono venduti online da siti di e-commerce come Vitamarket e distribuiti in diversi paesi, compresa l’Italia. Il ministero raccomanda ai consumatori di non acquistare tali prodotti e di astenersi dal consumarli.

Dal primo gennaio 2022 Il Fatto Alimentare ha segnalato 143 richiami, per un totale di 266 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: ministero della Salute

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.
Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Guarda qui

muffe, salame

Presenza di Salmonella: richiamato un altro marchio di salame campagnolo

Iperal e il ministero della Salute hanno segnalato il richiamo di un lotto di salame …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *