Home / Archivio dei Tag: PUBBLICITA (pagina 5)

Archivio dei Tag: PUBBLICITA

Modelle nude che fingono di vendemmiare: così l’azienda russa Simple pubblicizza il vino friulano

Come promuovere il vino friulano all’estero? La Simple, società leader nell’esportazione di vini italiani in Russia, ha scelto di farlo con un video che ha scatenato diverse polemiche: per tre minuti scorrono le immagini di quattro modelle nude incoronate di grappoli e pampini, che si accarezzano e fingono di vendemmiare sullo sfondo di una vigna e di una villa italiana. …

Continua »

Altroconsumo consente l’uso dei risultati dei test comparativi a scopo pubblicitario, ma solo dietro licenza.Ecco la nuova etichetta di riconoscimento

Altroconsumo ha deciso di scendere in campo e d’ora in poi i prodotti che hanno meritato nei test comparativi il giudizio di “Miglior acquisto o di “Migliore del test” potranno riportare sulle confezioni   dei prodotti e negli spot pubblicitari un’etichetta speciale. Ad esempio, Unes che da tre anni si posizione in cima alla classifica dei supermercati più convenienti con un …

Continua »

Bambini e pubblicità: nessun miglioramento sulla salute. Negli USA le aziende fanno ancora troppo poco e non esiste una regolamentazione efficace

I progressi nelle pubblicità del cibo per bambini si sono dimostrati troppo esigui per avere effetti sulla salute pubblica. È quanto emerge da una ricerca pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine. Comparando spot precedenti al 2007 con altri relativi al 2013, gli autori dello studio (Università di Arizona e Pennsylvania) hanno notato che i miglioramenti sono stati quasi trascurabili. «Di fronte alla …

Continua »

Lotta all’obesità: le iniziative utili e quelle meno efficaci: divieti, obblighi o infrastrutture? L’elenco delle migliori soluzioni

obesita sovrappeso dieta sport

Vietare le pubblicità del junk food, limitare le vendite delle bibite dolci, investire nel trasporto pubblico e nel verde urbano, puntare sulle etichette e i semafori. Cosa, tra i provvedimenti “naturali”, che non intervengono direttamente sulla composizione della dieta aiuta le persone a non ingrassare? In che modo sono stati condotti gli studi per convalidare i vari tipi di  approccio? …

Continua »

YouTube Kids di Google è sotto accusa negli Usa per pubblicità occulta: si cerca di trarre vantaggio dalla vulnerabilità dei bambini

fun with technology

Diverse associazioni di consumatori e di tutela dei bambini statunitensi hanno presentato un esposto alla Federale Trade Commission, chiedendo l’apertura di un’inchiesta per pratiche sleali e ingannevoli nei confronti di Google, in relazione alla sua nuova applicazione telefonica YouTube Kids, lanciata lo scorso 23 febbraio. Le associazioni denunciano l’elevato utilizzo di pubblicità non dichiarata, attraverso l’inserimento di prodotti a fini …

Continua »

Il bambino preferisce l’Happy Meal alla pizza, ma l’hamburger di McDonald’s è preparato con anteriore di carne di vacca. Un taglio di mediocre qualità, e la catena di fast food cosa dice?

Lo spot del bambino che preferisce l’Happy Meal di McDonald’s alla pizza ha varcato i confini arrivando sulle pagine dei giornali inglesi. Dopo la richiesta di censura all’Istituto di autodisciplina Pubblicitaria e all’Antitrust un’associazione di pizzaioli ha inviato un esposto all’Agcom e oggi anche su Change.org Alfonso Pecoraro Scanio ha avviato una petizione contro la pubblicità di zio Mac. In …

Continua »

Fast food: tutti i segreti del marketing alimentare per incantare i bambini. McDonald’s punta sui più piccoli e in questo modo favorisce obesità e problemi di salute

Nel 2004 il 33enne Morgan Spurlock, con il progetto “Super size me“, sperimentò su di sé l’effetto di una dieta esclusiva in fast food. Dopo avere consumato per 30 giorni colazione, pranzo e cena nei locali della catena McDonald’s il suo peso aumentò di 11 kg con diversi disturbi fisici. Si tratta di un caso atipico che non fa testo dal …

Continua »

Pizza o Happy Meal? La nuova pubblicità di McDonald’s scredita la pizza in favore del fast food. Un pasto da evitare dicono i nutrizionisti

La polemica sulla pubblicità di McDonald’s che invita a preferire un Happy Meal alla pizza continua. Nelle scorse ore Il Fatto Alimentare ha richiesto la censura dello spot all’Agcom e all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (vedi articolo) e la storia è finita sulle prime pagine di molte testate. La scena si svolge in una pizzeria cupa. Al tavolo siedono padre, madre …

Continua »

Tasse e restrizioni alle pubblicità del cibo spazzatura per combattere l’obesità infantile. La proposta dell’Oms

Un rapporto provvisorio dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aperto ai commenti delle parti interessate, indica le azioni necessarie per combattere e prevenire l’obesità giovanile. Il documento parte dalla constatazione che, tra il 1980 e il 2013, la percentuale di persone obese è cresciuta del 27,5% tra gli adulti e del 47,1% tra bambini e adolescenti fino ai 19 anni. Il …

Continua »

Flauti Mulino Bianco: la pubblicità non piace, il messaggio è diseducativo. La risposta di Barilla: cambieremo

“Buongiorno, ho un dubbio. Da mesi vedo la pubblicità dei Flauti Mulino Bianco titolata “Con i Flauti si diventa amici” (vedi sotto), quella dove un bambino, per essere accettato dalla “banda” di ragazzini che hanno la casa sull’albero, deve pagare la “tangente” (i flauti)! Trovo che questo sia un messaggio molto diseducativo che comunichi alle persone, soprattutto bambini e giovani, che bisogna essere accettati …

Continua »

Sovrappeso infantile: l’Oms propone un modello di profilo nutrizionale per limitare la pubblicità di cibi non sani ai bambini. Ancora troppo deboli gli interventi dei governi nazionali

Per ridurre l’esposizione dei bambini al marketing che promuove cibi e bevande ad alto contenuto di calorie, grassi saturi,  zuccheri o sale, e favorisce lo sviluppo di preferenze alimentari e diete non salutari, l’Ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha messo a punto un modello di profilo nutrizionale. Lo scopo e di consentire ai vari paesi di riconoscere i …

Continua »

Acqua Lindos: il Comitato di Controllo del Giurì censura la pubblicità che promette facili dimagrimenti

Il Comitato di Controllo del Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria ha censurato il messaggio pubblicitario “Vuoi davvero essere più magra? Bevi più acqua!”, relativo al prodotto “Lindos” della Bognanco, rilevato sulla rivista Dimagrire – data copertina dicembre 2014. La frase presente nell’annuncio è stata valutata come manifestamente contraria all’art. 2, “comunicazione commerciale ingannevole”, del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.   …

Continua »

L’antitrust ha avviato una consultazione pubblica per la bozza del regolamento sulla pubblicità ingannevole e comparativa, violazioni…

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha diffuso la bozza di regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, pratiche commerciali scorrette, violazione dei diritti dei consumatori nei contratti, violazione del divieto di discriminazioni, clausole vessatorie (vedi nota).   Il nuovo testo è destinato ad abrogare il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità …

Continua »

Pubblicità intelligenti e divertenti: quando l’abilità del creativo rende bello il marketing

Pubblicità intelligenti? Alcune volte capita, grazie alla creatività e alle intuizioni di grafici, copywriter e responsabili del marketing che sanno inventare motivi e tematiche capaci di attirare l’attenzione dei consumatori senza scivolare nel banale o peggio ancora nel messaggio ingannevole. In questa slideshow vi proponiamo alcuni manifesti pubblicitari divertenti, che fanno anche sorridere trasformando così la pubblicità in qualcosa di …

Continua »

Inserzionisti pubblicitari e indipendenza redazionale: Il Fatto Alimentare chiarisce la propria posizione all’insegna della trasparenza

Spett.le Il Fatto Alimentare, premetto che sin da subito ho apprezzato (e continuo ad apprezzare) la vostra testata giornalistica, utile come poche. Allo stesso tempo però devo esprimere il mio disaccordo su quanto pubblicate a inizio pagina e cioè che essendo la vostra un’iniziativa che non percepisce risorse extra accettate di buon grado eventuali donazioni da parte dei vostri lettori. …

Continua »