Home / Archivio dei Tag: pollo (pagina 5)

Archivio dei Tag: pollo

Neutralizzare il Campylobacter nei polli? L’azienda avicola britannica Faccenda sperimenta una nuova tecnologia contro il batterio

In Gran Bretagna, l’azienda avicola Faccenda ha annunciato che intende investire un milione di sterline per adottare una nuova tecnologia finalizzata a ridurre la carica batterica dei microrganismi nei polli macellati. L’obiettivo è ridurre la presenza del Campylobacter (considerato l’agente patogeno responsabile del maggior numero d’infezioni alimentari in Europa)  particolarmente presente nel pollame. In Gran Bretagna, si stimano 280.000 casi …

Continua »

Carne di pollo cruda al supermercato: attenzione a cosa si tocca dopo aver maneggiato le confezioni

Uno studio condotto dalla Kansas State University, per conto del Dipartimento dell’agricoltura statunitense, indica che quando si compra al supermercato carne di pollo o di tacchino cruda, anche se sigillata in contenitori di plastica, si rischia di contaminare altri oggetti e prodotti che si mettono nel carrello, nonché oggetti personali e i propri figli, a causa dei liquidi di scolo …

Continua »

Polli contaminati da Campylobacter: un’inchiesta del Guardian denuncia situazioni di grave negligenza igienica e sanitaria

Un’inchiesta del quotidiano britannico Guardian sta mettendo in discussione tutto il sistema di controlli alimentari riguardante gli allevamenti di polli. L’idea di verificare le condizioni dei grandi allevamenti industriali e gli impianti di macellazione è nata come conseguenza di una serie di focolai di tossinfezioni da Campylobacter, registrata negli ultimi mesi. I casi segnalati sono circa 280.000 ogni anno, le …

Continua »

Cuocere il pollo con dentro una lattina di birra non è sicuro: l’Agenzia per la sicurezza alimentare tedesca lo sconsiglia

L’Agenzia per la sicurezza alimentare tedesca BfR pochi giorni fa ha vivamente sconsigliato di preparate il pollo alla “Beer Can Chicken”, una classica specialità americana da cucinare sul barbecue. La ricetta prevede di inserire una lattina di birra piena in un pollo intero e lasciarlo per circa un’ora “seduto” sulla griglia calda a cuocere.   La birra nella lattina, evaporando, mantiene umido …

Continua »

Sicurezza alimentare: troppi errori quando si cucina il pollo nelle case dei cittadini USA

L’Università della California-Davis ha condotto una ricerca su come gli americani preparano e cucinano il pollo e sui più comuni di contaminazione incrociata. Lo studio, che sarà pubblicato sul numero di settembre della rivista Food Protection Trends, ha esaminato i video girati da 120 partecipanti nelle proprie case, mentre preparano un piatto di pollo, a loro scelta, con insalata. Si …

Continua »

Gli hamburger di McDonald’s? Sono i peggiori, secondo gli americani. Non solo il prezzo basso, anche la qualità inizia a contare

mcdonald's

Secondo un sondaggio condotto dalla rivista Consumer Reports tra i propri  abbonati gli hamburger di McDonald’s sono i peggiori, mentre KFC vince la palma per il peggior pollo fritto o arrosto e Taco Bell per i peggiori burritos. Al sondaggio hanno partecipato più di  32.000 persone, che hanno mangiato oltre 96.000 menu in 65 catene di fast food. In pratica, …

Continua »

Non lavare il pollo crudo prima di cucinarlo: aumenta il rischio di contaminazione. La Food Standards Agency inglese mette in guardia contro i rischi da Campylobacter

Lavare il pollo crudo prima di metterlo in forno è una pratica da evitare: così dice la Food Standards Agency, l’ente governativo non ministeriale britannico deputato al controllo della salute pubblica in merito agli alimenti (come l’EFSA, ma esclusivamente per la Gran Bretagna) contro la diffusione del Campylobacter. «Non esiste alcun motivo per lavare il pollo – commenta Antonia Ricci, Direttore …

Continua »

Comunicare allerta e rischio alimentare: il progetto FoodCast studia i metodi e i meccanismi migliori

Ricordate la pandemia di influenza aviaria del 2004/2006? Via via che giornali e tv annunciavano l’avanzata del virus H5N1 in uccelli selvatici e polli allevati in Vietnam e in Europa, passando per l’Asia e il Medio Oriente, cresceva nei consumatori di tutto il mondo la diffidenza verso la carne di pollo. Solo in Italia, secondo quanto calcolato da un’indagine del …

Continua »

Le etichette indicano di “consumare previa cottura”, ma non spiegano come e quanto cuocere per eliminare i batteri patogeni

cucinare_

“Consumare previa cottura”: questa è la dicitura che troviamo sui prodotti destinati a essere consumati cotti, dal pollo crudo al cotechino. La scritta però compare anche nell’etichetta di alimenti come il salmone affumicato o i wurstel, che vengono comunemente consumati così come sono. Si tratta di una forma di autotutela del produttore che cerca di declinare ogni responsabilità attraverso una  …

Continua »

Patatine al pollo e ai pomodorini di stagione! Ma le confezioni contengono solo l’aroma del volatile arrostito e del pomodoro. Il messaggio è ingannevole

Grazie alla segnalazione di un lettore, pochi giorni fa l’azienda San Carlo ha deciso di modificare l’etichetta delle patatine Più Gusto al lime e al pepe rosa (leggi articolo). Un dubbio del tutto simile emerge se guardiamo le patatine della stessa linea San Carlo “passione mediterranea, pomodorini di stagione” e anche la Patatina di Amica chips al “pollo roasted“.   …

Continua »

Polli: nel’84% dei capi macellati ci sono batteri resistenti agli antibiotici. Non è emergenza, ma il problema va affrontato. In Svezia solo il 40%

Nei giorni scorsi si è parlato molto dell’indagine realizzata da Altroconsumo sulla presenza di batteri antibiotico-resistenti nelle carni di pollo, individuati nell’84% dei campioni esaminati. Un dato da non sottovalutare, che rappresenta un campanello d’allarme a livello ambientale, ma non un rischio immediato per i consumatori.   La resistenza agli antibiotici è un problema diffuso e grave, perché rischia di …

Continua »

Wurstel, cotolette e crocchette di pollo contengono carne separata meccanicamente ottenuta spremendo le carcasse di pollo. Le regole dell’Efsa e le diciture sulle etichette

La maggior parte dei consumatori non conosce la carne separata meccanicamente (Csm) nonostante sia il principale ingrediente di molti wurstel di pollo. Si può trovare anche nei ripieni di tortellini, nei piatti pronti a base di pollo, nelle lasagne e negli hamburger serviti nei fast food di alcuni Paesi (non in Italia). La catena di fast food McDonald’s negli Stati …

Continua »

Aggiornamento sul ritiro di wurstel di pollo prodotti da Grandi salumifici italiani

C’è un aggiornamento da parte della Valle d’Aosta sul ritiro dei wurstel di pollo segnalato un mese fa per la presenza di cloramfenicolo. La notifica riguarda gli stessi lotti del mese scorso, ma è stato esteso a tre nuovi punti vendita. In particolare l’allerta riguarda la possibile presenza di residui di antibiotici nei wurstel. Di seguito riproponiamo l’articolo con i …

Continua »

Ogm free: si può scrivere che la carne dei polli non contiene organismi geneticamente modificati? Cosa prevede la legge?

aviaria, polli allevamento

Gentile redazione, sono un piccolo produttore di polli e vorrei evidenziare sull’etichetta che gli animali sono allevati con mangimi senza Ogm. Oltre a ciò vorrei dire che i polli  vengono allevati e macellati nella mia azienda e la carne non contiene Ogm. Cosa devo scrivere sulla confezione? Grazie, Catia Risponde Dario Dongo, avvocato esperto di diritto alimentare L’operazione è possibile ma …

Continua »