;
Home / Archivio dei Tag: plastica

Archivio dei Tag: plastica

Microplastiche: cosa sono e dove si trovano. Dall’acqua alle cozze, dai biberon alle api

Le nano e microplastiche hanno dimensioni da 0,0001 a 5 millimetri. Si dividono in primarie, ossia realizzate intenzionalmente dall’uomo e rappresentate da granuli e pellet di vari materiali*, oppure secondarie, originate dalla degradazione per invecchiamento ed esposizione del materiale ad agenti atmosferici, chimici e fisici di sacchetti, pneumatici, bottiglie, materiali tessili e altro. Ancora non si conoscono gli eventuali danni …

Continua »

Plastica, mascherine e inquinamento. Il Wwf lancia l’allerta contro l’incremento degli imballagi e degli oggetti dispersi nei mari

Il 16 giugno è la giornata mondiale delle tartarughe marine, una delle specie maggiormente colpite dalla plastica, costrette a vivere in un mondo sempre più popolato che produce ogni anno 2 miliardi di tonnellate di rifiuti. Come ricorda il Wwf si tratta di un a quantità enorme che potrebbe crescere del 70% entro il 2050. Il fenomeno ha ormai da qualche …

Continua »

Cannucce: quali alternative alla plastica?
 I pro e i contro di ogni materiale secondo il BfR

Say No to Plastic Straws, Plastic Pollution Concept, Top View cannucce plastica

La Direttiva Europea 904 del 5 giugno 2019 vieta dal 2021 l’utilizzo delle cannucce in plastica monouso. Ma dovendo rispettare contemporaneamente il regolamento (1935/2004) per i materiali a contatto con gli alimenti (che prevede l’assenza di trasferimenti di sostanze dagli oggetti al cibo), quali alternative ci sono? Alla domanda risponde un documento dell’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR). …

Continua »

Inquinamento: oggetti di plastica e specie aliene, è questo il mare Mediterraneo descritto da Ispra

plastica inquinamento mare

Specie aliene di nuova introduzione, stock ittici sovrasfruttati, rifiuti in grande quantità: è un mare in sofferenza quello monitorato e analizzato dall’Ispra nell’ambito della Strategia Marina. In occasione della giornata mondiale degli oceani l’Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale, fa il punto sullo stato di salute dei mari italiani e sul loro inquinamento. Più precisamente sono 243 …

Continua »

Plastica, l’Italia è ancora indietro con il recupero. Siamo solo al 41%

plastica

Come ogni anno arriva puntuale la relazione sulla gestione 2020 di Corepla (il consorzio che presiede al riciclo degli imballaggi in plastica) che ci mostra a che punto siamo sulla gestione degli imballaggi nel nostro Paese. Sebbene i risultati della gestione siano presentati dal consorzio come estremamente positivi, il monito della Corte dei Conti europea dello scorso ottobre, secondo cui …

Continua »

Ikea ritira dal mercato piatti, ciotole e tazze in plastica delle linee Heroisk e Talrika: possono rompersi e causare ustioni

ikea piatti ciotole tazze serie heroisk talrika

Ikea ha ritirato dal mercato e richiamato i piatti, le ciotole e le tazze delle serie Heroisk e Talrika perché “questi articoli potrebbero rompersi e provocare scottature se contengono cibi e bevande caldi”. Le due linee comprendono ciotole, ciotoline, piatti piani, fondi e tripartiti e tazze in plastica Pla da fonti rinnovabili, per un totale di nove prodotti diversi. La …

Continua »

Spiagge pulite? Per niente: quasi 800 rifiuti ogni 100 metri. La nuova campagna di Legambiente

rifiuti spiagge Legambiente

Preoccupano i nuovi dati dell’indagine Beach litter (*) di Legambiente sulle spiagge italiane: censita una media di 783 rifiuti ogni centro metri. L’84% è di plastica. Trovati anche guanti usa e getta, mascherine e altri oggetti sanitari. Nelle 47 spiagge monitorate dalle volontarie e dai volontari dell’associazione ambientalista in 13 regioni sono stati censiti 36.821 rifiuti in un’area totale di …

Continua »

Cosa sono le nanoplastiche e le microplastiche. Un video dell’Efsa viene in aiuto e lo spiega

Micro plastic.Small Plastic pellets on the finger. microplastiche frammenti plastica

Cosa sono le microplastiche e le nanoplastiche? Si tratta di frazioni di plastica, anche di dimensioni microscopiche, disperse nell’ambiente, sia acquatico che aereo, che poi finiscono per contaminare anche il cibo che assumiamo tutti i giorni. In questo video realizzato dall’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa) vengono spiegati quali sono i rischi di questi contaminanti, di cui si conosce …

Continua »

Plastica e olio: quali caratteristiche deve avere la bottiglia per evitare migrazione di sostanze nocive?

Ogni materiale impiegato a contatto con gli alimenti deve garantire la sicurezza alimentare e fungere da barriera nei confronti di agenti esterni. Pochi giorni fa l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (IzsVe) ha pubblicato un interessante volume sui Moca (Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti), spiegando quali sono i materiali possono essere impiegati, gli obblighi dei produttori e delle …

Continua »

Acqua minerale Coop 100% di plastica riciclata e tappo non separabile presto sugli scaffali

Dalla metà giugno 2021 sarà disponibile sugli scaffali dei supermercati Coop la bottiglia di acqua minerale con il marchio della catena realizzata con il 100% di plastica riciclata e tappo non separabile. Si tratta di un ulteriore passo in avanti nel piano di sostenibilità e un obiettivo raggiunto in linea con l’adesione varata 3 anni fa alla “Pledging Campaign”, voluta …

Continua »

Quante microplastiche si accumulano nell’organismo? Un nuovo modello per provare a scoprirlo

Microplastic in a spoon on blue background. microplastic in water and food. Microplastic problem. Dangerous additives. Toxic substances.

Ogni giorno gli esseri umani sono esposti alle microplastiche, che entrano nell’organismo attraverso il cibo, l’acqua, l’aria e gli innumerevoli materiali plastici con i quali entrano in contatto. Una porzione di queste particelle viene escreta attraverso le feci, ma in parte si accumulano. Le domande cui è urgente rispondere sono: fino a che punto? E con quali conseguenze sulla salute? …

Continua »

Bisfenolo A nelle borracce: meglio lavarle in lavastoviglie, ma controllare sempre le indicazioni del produttore

Anche le borracce in tritan, il polimero privo di bisfenolo A (BPA) sempre più utilizzato perché considerato migliore rispetto a quelli usati fino a pochi anni fa per questi stessi scopi, possono contenere tracce di BPA, e andrebbero perciò sempre lavate in lavastoviglie, quando possibile. Lo sostiene uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Cincinnati, che hanno analizzato dieci tra …

Continua »

Con il progetto BeviMI, tre università di Milano si alleano per promuovere l’acqua del rubinetto

borracce università milano

Tre università milanesi si alleano per promuove il consumo di acqua del rubinetto e combattere la plastica. È il progetto BeviMi, presentato in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo da Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano e Università di Milano-Bicocca in collaborazione con il Comitato italiano contratto mondiale acqua (Cicma), che ha ideato e proposto l’iniziativa …

Continua »

Anche i bicchieri di plastica tra i prodotti monouso da ridurre. L’Italia recepisce la direttiva europea

bicchieri di plastica monouso

La Commissione europea ha incluso le materie plastiche tra i settori prioritari di intervento nel proprio Piano d’azione per l’economia circolare. Per questa ragione, nel 2019, è stata sviluppata la direttiva Sup (dall’acronimo inglese di Single use plastics). Una legge che prevede la messa al bando di alcuni prodotti in plastica monouso: cotton fioc, posate (forchette, coltelli, cucchiai, bacchette), piatti, cannucce, …

Continua »

C’è plastica anche nella neve. E sulle microparticelle nelle acque proliferano batteri resistenti agli antibiotici

Micro plastic.Small Plastic pellets on the finger. microplastiche frammenti plastica

In Canada, a Montréal, nevica plastica. E quasi certamente in tutto il mondo succede la stessa cosa, visto che quando si va a controllare si trovano conferme della diffusione ubiquitaria dei più diversi polimeri, che derivano da una miriade di materiali. In questo caso, a certificare la presenza di micro e nanoplastiche in campioni di neve prelevati durante la primavera …

Continua »