Home / Archivio dei Tag: Istituto Superiore di Sanità

Archivio dei Tag: Istituto Superiore di Sanità

Integratori alimentari e Covid-19: ancora nessuna prova di utilità. Il rapporto dell’Iss sull’uso consapevole durante la pandemia

Medicines, supplements and drugs in a bottle on blue background

Da quando è scoppiata la pandemia di Covid-19, sono stati proposti numerosi integratori alimentari e prodotti a base di estratti vegetali per il trattamento dell’infezione da Sars-CoV-2, spesso con l’obiettivo dichiarato di sostenere o “potenziare” il sistema immunitario. Per questo l’Istituto superiore di sanità ha pubblicato un rapporto sull’uso consapevole degli integratori ai tempi del coronavirus, chiarendo, se ancora ce …

Continua »

Coronavirus a Milano e Torino già a dicembre. RNA del virus rilevato nelle acque reflue da uno studio dell’Iss

A Milano e Torino il coronavirus sembra essere arrivato già a dicembre 2019. A Bologna a gennaio 2020. Lo rivela uno studio dell’Istituto superiore di sanità in via di pubblicazione, che ha scoperto tracce del materiale genetico di Sars-CoV-2 nelle acque di scarico delle tre città del Nord Italia ben prima che nel nostro paese scoppiasse l’emergenza sanitaria. I ricercatori …

Continua »

Food delivery, asporto e Covid-19, tutte le indicazioni di sicurezza degli esperti dell’Istituto superiore di sanità

take & away delivery schild bei einem restaurant

Durante la quarantena molti ristoranti (e non solo) si sono buttati sulla consegna a domicilio, almeno nelle regioni che la permettevano. Poi dal 4 maggio, è tornato anche l’asporto. Attività che continueranno ad andare forte anche durante la fase 2, vuoi per il timore che alcuni hanno all’idea di tornare al ristorante, vuoi per la capienza dei locali ridotta dalle …

Continua »

Ristoranti e coronavirus, ecco le linee guida dell’Istituto superiore di sanità per evitare il contagio

Handsome adult bearded man indoors in cafe. Lifestyle concept photo with copy space. Picture with gray laptop and protective mask on the face

Dopo le prime timide aperture dell’inizio di maggio, la sensazione è che la fase 2 sia arrivata davvero solo con le serrande alzate di bar e ristoranti. Un ritorno in attività che però è accompagnato da nuove e stringerti regole per ridurre il rischio di contagio (ne abbiamo già parlato in questo articolo): dall’obbligo di disporre tavoli e sedie in …

Continua »

Bar, locali & Covid-19: tutte le indicazioni per la prevenzione del contagio dell’Istituto superiore di sanità

Coffee shop woman owner working with face mask, open after lockdown quarantine.

Dopo mesi di reclusione in casa, finalmente si può tornare a fare colazione al bar, anche se in modo radicalmente diverso rispetto a come eravamo abituati. Mascherine, barriere e ingressi contingentati sono alcune delle nuove regole per ridurre il rischio di contagio stabilite dal Dpcm del 17 maggio che ha dato il via libera alle aperture (di cui abbiamo abbiamo …

Continua »

Mascherine di comunità: cosa sono e come si usano? Il vademecum con infografica dell’Istituto superiore di sanità

Pensive, thoughtful woman wearing protection handmade face mask during the quarantine of coronavirus infection outbreak. Copy, empty space for text

Ora che le mascherine sono obbligatorie sui mezzi pubblici, negli spazi chiusi e in alcune Regioni ogni volta che si esce di casa, tutti devono essere in grado di utilizzarle nel modo giusto. Per questo l’Istituto superiore di sanità ha pubblicato un vademecum  con tutti i consigli sull’uso delle mascherine nella vita quotidiana. 1) Che differenza c’è tra le cosiddette mascherine di comunità …

Continua »

Coronavirus, acque di scarico come spia di nuovi focolai epidemici. Lo studio dell’Iss trova RNA del virus nelle fognature

Male scientist hold in arm empty vials closeup

Usare le acque di scarico per scoprire nuovi focolai di Covid-19. È l’idea di uno studio in via di pubblicazione, realizzato tra Roma e Milano dall’Istituto superiore di sanità, che ha scoperto materiale genetico del coronavirus Sars-CoV-2, responsabile della pandemia in corso. Monitorandone la presenza lungo la rete delle acque reflue sarebbe possibile aiutare a tracciare la diffusione del virus …

Continua »

Coronavirus: cosa fare se si sospetta il contagio? Vademecum dell’Istituto superiore di sanità

febbre termometro

Media e istituzioni continuano a ripeterlo: per rallentare il coronavirus Sars-CoV-2 è necessario lavarsi le mani bene e spesso, evitare baci, abbracci e strette di mano, tenere almeno un metro di distanza dalle altre persone e restare a casa il più possibile. Ma se, nonostante tutte le precauzioni, sale la febbre e arriva la tosse cosa bisogna fare, a parte …

Continua »

Coronavirus: come distinguerlo dalla normale influenza? L’Iss risponde ai dubbi più comuni. I casi sono 28.284

Coronavirus Asian woman walking with surgical mask face protection walking in crowds at airport train station work commute to hospital.

Sono ormai 28.284 i casi confermati di infezione e 564 i morti, ma l’epidemia da coronavirus 2019-nCoV non sembra ancora aver raggiunto il suo picco (i dati sull’epidemia crescono ogni giorno, per conoscere il numero di persone colpite in tempo reale clicca qui) per conoscere i dati sull’epidemia in tempo reale). Nonostante in Italia si siano verificati soltanto due casi …

Continua »

Uova e antibiotici: un’accoppiata da evitare? Dipende dal farmaco. ISSalute ci spiega perché

È vero che non si possono consumare uova durante una terapia antibiotica? Nonostante quel che si dice in giro, e cioè che mangiare una bella omelette mentre si stanno prendendo antibiotici renderebbe la cura inefficace, in realtà dipende dal tipo di farmaco che si sta assumendo. A raccontare le origini del mito e come stanno in realtà le cose è …

Continua »

Per perdere peso basta saltare i pasti? La dieta “in bianco” è davvero un toccasana per le gastroenteriti? L’Iss sfata due miti duri a morire

Female hands with cutlery and empty plate on color background

Per dimagrire, tante persone cedono alla tentazione di saltare i pasti, nella convinzione che, per esempio, togliendo al corpo le calorie del pranzo si otterrà in cambio un calo della massa grassa. Ma questo non è affatto un metodo efficace per perdere peso, e per di più fa male alla salute. Lo spiegano gli esperti dell’Istituto superiore di sanità sul …

Continua »

Resistenza agli antibiotici in calo, ma l’Italia è sempre la maglia nera in Europa. La fotografia dell’Istituto superiore di sanità

White pills on blue background

La resistenza agli antibiotici è in calo, ma in Italia resta più alta della media europea. Lo rivela l’Istituto superiore di sanità, che in occasione dello European Antibiotic Awareness Day (18 novembre) e della World Antibiotic Awareness Week (18–24 novembre) ha pubblicato due documenti che descrivono lo stato della resistenza agli antibiotici e delle infezioni nel 2018: il rapporto di …

Continua »

È vero che l’ananas brucia i grassi? ISSalute sfata il mito

ananas brucia grassi metro

Spesso si sente dire che l’ ananas bruci i grassi. Verità o bufala? Sulla capacità del frutto di agire come dimagrante risponde l’Istituto superiore di sanità in un articolo pubblicato sul portale ISSalute. L’ananas è un frutto ricco d’acqua (circa 86%) con poche calorie (40 kcal per 100 grammi) e ha un discreto apporto in potassio, vitamina A e C, …

Continua »

La banana è il cibo più ricco di potassio? L’Istituto superiore di sanità risponde alla falsa credenza

potassio banana spinaci mandorle funghi patate

Chi pratica frequentemente attività fisica lo sa bene, con l’arrivo dell’estate la sudorazione aumenta e con essa i crampi muscolari. Molti pensano che la causa principale sia la carenza di potassio, anche se non è solo così, e spesso per prevenire o lenire questa contrazione la soluzione è lei: la banana. Ma è vero che la banana è l’alimento più …

Continua »

Pfas: acqua, latte e uova sono le principali fonti di esposizione alimentare. Il rapporto dell’Istituto superiore di sanità

bere acqua

È l’acqua la principale fonte di esposizione ai famigerati Pfas, seguita dagli alimenti prodotti a livello locale, soprattutto latte e uova. La conferma arriva da una relazione pubblicata dall’Istituto superiore di sanità che ha valutato l’esposizione alimentare dei cittadini a queste sostanze che hanno contaminato una vasta area del Veneto, e il rischio che ne deriva. I Pfas (sostanze perfluoroalchiliche), …

Continua »