Home / Archivio dei Tag: greenwashing

Archivio dei Tag: greenwashing

Nestlé, 100% del packaging riciclabile o riutilizzabile entro il 2025. Ma per Greenpeace è un’operazione di greenwashing

Nestle S.A.

Dopo McDonald’s e Coca-Cola, anche Nestlé si impegna nella lotta alla plastica e annuncia che entro il 2025 tutto il suo packaging sarà riciclabile o riutilizzabile. L’obiettivo è che “nessuna delle confezioni prodotte, comprese quelle in plastica, finisca nelle discariche o nella raccolta indifferenziata”. L’azione si concentrerà su tre aree: eliminare le plastiche non riciclabili; incoraggiare l’uso di materie plastiche …

Continua »

L’olio di palma sostenibile non esiste. Lo spiega Roberto Cazzolla Gatti, denunciando l’operazione di greenwashing. Petizione del M5S contro gli spot tv

Prendendo spunto dalla campagna pubblicitaria promossa in tv dalle principali aziende alimentari utilizzatrici di olio di palma, Mirko Busto (deputato del Movimento 5 Stelle) ha dato vita al sito Olio di Palma Insostenibile. Il nuovo sito propone una parodia molto efficace dello spazio inventato dalla neonata Unione Italiana per l’Olio di Palma Sostenibile per dimostrare che l’olio di palma non …

Continua »

Guido Barilla invita a salvare l’ambiente, ma è greenwashing. Mulino Bianco continua a usare grandi quantità di olio di palma che distrugge le foreste della Malesia

Guido Barilla ha fatto un bel discorso durante la presentazione della seconda edizione di ‘Eating Planet” (volume realizzato dalla Fondazione dell’azienda per proporre soluzioni concrete ai grandi temi legati a cibo e nutrizione). Secondo quanto riferito dalle agenzie il manager ha detto che  “Molte persone pensano che il nostro impatto ambientale dipenda in primis da fattori come le macchine che …

Continua »

McDonald’s, la catena di fast food diventata simbolo del made in Italy, sdoganata dai talk show e premiata da interviste sui quotidiani. Miracoli del marketing che trasforma il cibo spazzatura in modello alimentare nazionale

Solo in Italia McDonald’s può diventare guest star nei dibattiti televisivi in prima serata, oggetto di interviste a tutta pagina sui quotidiani nazionali, protagonista di Expo 2015, testimonial del made in Italy oltre che simbolo di un’impresa che dà lavoro (4.000 persone assunte negli ultimi tre anni) soprattutto a donne. È questa l’immagine che si costruisce, assemblando un brillante intervento …

Continua »

Olio di palma: Greenpeace avverte del rischio “greenwashing”. Sono necessarie manovre più organizzate e definite per una coltivazione sostenibile

olio di palma Palm fruit on the tree, tropical plant for bio diesel production

«La richiesta di olio di palma è al massimo storico, come pure la consapevolezza che la produzione rappresenti la causa principale di deforestazione in paesi come l’Indonesia. Il momento dunque è critico, ma i progressi fatti possono trasformarsi in greenwashing, se i principali protagonisti del settore non si orienteranno definitivamente verso filiere che escludono la deforestazione». Parola di Annisa Rahmawati, …

Continua »

Olio di palma sostenibile? Per Marks & Spencer avrebbe un impatto pericoloso sulle economie asiatiche. In disaccordo Greenpeace

«I consumatori ambientalisti quando si parla di olio di palma sono abituati a concentrarsi su una singola questione e non si rendono conto che intorno a questa materia prima c’è un’industria importante per i paesi asiatici. In altre parole una pressione per arrivare  velocemente all’approvvigionamento esclusivo di olio di palma sostenibile avrebbe un impatto pericoloso per queste economie. Anche i …

Continua »

Gli spot della Coca-Cola negli Usa giocano su emozioni e ambiente, una chiara operazione di greenwashing

Günther Karl Fuchs blogger di Papille Vagabonde, segnala l’operazione di greenwashing che Coca-Coca sta portando avanti negli Usa. Non si tratta di spot ingannevoli, ma di una strategia subdola e insidiosa al pari delle nuove campagne pubblicitarie italiane dove si vede il cuoco Simone Rugiati pasteggiare con la famosa bibita.   Coca-Cola spicca per l’abilità nella comunicazione, che forse non …

Continua »

Acqua minerale Sant?Anna: la bottiglia ecologica riguarda solo lo 0,2% della produzione. Bocciata la pubblicità

Oggi l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato come pratica commerciale scorretta la pubblicità dell’acqua minerale Sant’Anna, imbottigliata dalle Fonti di Vinadio.  L’Antitrust ha deciso una multa di 30mila euro per il messaggio apparso su diversi giornali dal febbraio 2010 all’aprile 2011, e per la pubblicità presente sul sito  dal 2010 sino al luglio del 2012.   Fonti …

Continua »

Contro il greenwashing e le finte pubblicità eco-sostenibili arrivano dagli Stati Uniti le Green Guides

Riduzione delle emissioni di gas serra, razionalizzazione dei consumi idrici ed energetici, filiera sostenibile, packaging riciclabile o riciclato, e chi più ne ha più ne metta… Oggi la maggior parte dei prodotti presenti negli scaffali dei supermercati si dichiara verde-che-più-verde-non-si-può.   Esiste e, se c’è, qual è il confine tra beni che presentano un reale basso impatto ambientale e il …

Continua »

Ferrarelle la pubblicità è ingannevole, l`acqua non è a "Impatto Zero": dopo il Gran Giurì anche l`Antitrust boccia la campagna

Bocciatura-bis per la pubblicità della Ferrarelle a Impatto Zero: l’Antitrust (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha stigmatizzato (con una sanzione di 30 mila euro) come pratica commerciale scorretta la campagna in cui l’azienda sosteneva che l’acqua Ferrarelle da 1,5 litri fosse priva di impatto sull’ambiente ed esaltava la propria attività di impresa “green”.   Viene così confermata la …

Continua »

Censurata la pubblicità di Ferrarelle dal Giurì. Nuovo caso di greenwashing, la bottiglia non è a impatto zero

Le bottiglie di acqua minerale Ferrarelle non sono a “impatto zero” come dice la pubblicità sull’etichetta. E’ questa in sintesi la sentenza del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria, che accusa la società di avere utilizzato diciture ingannevoli sull’involucro di plastica usato per avvolgere le tipiche confezioni da 6 bottiglie. Le scritte sotto accusa sono “Impatto zero”, e una seconda frase riportata in …

Continua »