Home / Archivio dei Tag: Beuc

Archivio dei Tag: Beuc

Troppi inganni in etichetta grazie alla latitanza della Commissione europea. I profili nutrizionali avrebbero dovuto essere definiti dieci anni fa

profili nutrizionali nestle nesquik coco pops kelloggs altroconsumo

Dieci anni fa la Commissione europea avrebbe dovuto approvare e pubblicare i criteri per stabilire i profili nutrizionali degli alimenti, cioè i valori massimi di zuccheri, grassi e sale che un cibo può contenere per poter essere definito sano. Lo prevedeva il regolamento europeo n. 1924 del 2006, che dava tre anni di tempo alla Commissione Ue per adempiere, entro il 19 gennaio 2009. Da …

Continua »

Interferenti endocrini: la Commissione Ue annuncia una strategia. Critiche per la mancanza d’ambizione, tempistiche e misure concrete

plastica interferenti endocrini

La Commissione europea ha annunciato, per il futuro, una strategia per ridurre al minimo l’esposizione dei cittadini agli interferenti endocrini, cioè di quelle sostanze chimiche in grado di disturbare il sistema ormonale e causare patologie, anche gravi. Queste molecole si possono trovare in pesticidi e biocidi, oltre che in  cosmetici, giocattoli, imballaggi e contenitori alimentari. La Commissione Ue avvierà per la prima …

Continua »

Scontro sulla nuova direttiva contro le pratiche commerciali sleali in campo alimentare. Scambio di accuse tra Beuc e Parlamento Ue

Lady pushing a shopping cart in the supermarket.

Scambio di accuse tra la maggioranza dell’Europarlamento e l’Organizzazione europea dei consumatori (Beuc). Lo scontro arriva dopo che, con 428 a favore, 170 contrari e 17 astenuti, il Parlamento europeo ha dato il via libera all’avvio dei negoziati con il Consiglio dei ministri e la Commissione Ue, per raggiungere un accordo sulla proposta di direttiva contro le pratiche commerciali sleali …

Continua »

Etichette ingannevoli: per la Commissione Ue le norme sono sufficienti, spetta agli Stati farle rispettare

La Commissione europea ritiene che le norme Ue esistenti “siano sufficienti a garantire che il consumatore sia adeguatamente informato circa la quantità di un ingrediente e a proteggere i consumatori dall’inganno. La Commissione non ha pertanto intenzione di proporre un’ulteriore armonizzazione a livello dell’Ue sull’uso di termini quali ‘naturale’, ‘tradizionale’ o ‘artigianale’, né di proporre nuove disposizioni specifiche per l’etichettatura …

Continua »

Etichette ingannevoli, il commissario Ue Andriukaitis scrive ai governi: controllate di più. Iniziativa dopo la denuncia del Beuc

Man shopping in supermarket

“Esorto tutti gli Stati membri a rafforzare le loro attività nazionali di controllo sulle pratiche di etichettatura adottate dalle imprese alimentari”. “Confido che siate d’accordo sul fatto che i consumatori debbano essere informati in modo appropriato sugli alimenti che acquistano e che qualsiasi pratica di etichettatura ingannevole dovrebbe essere prevenuta. Le informazioni sugli alimenti dovrebbero perseguire un alto livello di …

Continua »

Indagine del Beuc sulle etichette ingannevoli. Troppi inganni sui prodotti tradizionali, artigianali, integrali e alla frutta. Servono nuove regole

Wooden kitchen cabinet full of food products

Un nuovo rapporto del Beuc, l’organizzazione europea dei consumatori, fotografa i modi in cui le etichette ingannevoli sui produtti alimentari inducono in errore i consumatori. La ricerca condotta dalle associazioni di dieci Paesi Ue (Altroconsumo per l’Italia) focalizza l’attenzione su tre modalità che rappresentano la punta dell’iceberg della situazione. La prima riguarda i prodotti industriali etichettati come “tradizionali”, “artigianali”, “naturali” …

Continua »

L’industria degli alcolici propone all’Ue l’autoregolamentazione su ingredienti e i valori nutrizionali in etichetta. Dissenso da cooperative e consumatori

calorie alcolici

Le associazioni europee dei produttori di alcolici hanno presentato alla Commissione Ue una proposta di autoregolamentazione per quanto riguarda l’indicazione in etichetta degli ingredienti e dei valori nutrizionali delle bevande alcoliche. La proposta, che è stata bocciata dal Beuc, l’associazione dei consumatori europea, è stata presentata dopo che un anno fa la Commissione Ue aveva presentato una relazione in merito, …

Continua »

No a cartoni animati e mascotte sui prodotti poco sani per contrastare l’obesità infantile. Aumentano le iniziative delle associazioni e dei governi

Basta personaggi dei cartoni animati e mascotte su prodotti per bambini poco sani. È questa la richiesta che avanzano numerose associazioni dei consumatori in giro per il mondo, per tutelare la salute dei più piccoli, che sono sempre più spesso colpiti da obesità e sovrappeso già in tenera età. Esiste infatti un legame inconfutabile tra la pubblicità di questi prodotti …

Continua »

UK, diminuzione di casi umani di infezione da Campylobacter nel pollo. L’Ufficio europeo dei consumatori polemico con la scarsa ambizione della Commissione Ue

Nel Regno Unito, secondo i dati diffusi dalla Food Standards Agengy (FSA), nel 2016 i casi di laboratorio relativi a casi di infezione da Campylobacter sono diminuiti del 17% rispetto al 2014, il che corrisponde a circa 100 mila casi in meno, con un risparmio di 15 milioni di euro in termini di ore di lavoro perse e di costi …

Continua »

10% di zucchero in meno nei dolciumi Nestlé entro il 2018, ma solo nel Regno Unito e Irlanda. Nessuna notizia per gli altri paesi

Nel Regno Unito e in Irlanda, Nestlé eliminerà il 10% dello zucchero dai  prodotti dolciari entro il 2018. Si tratta di circa 7.500 tonnellate di zucchero che saranno sostituiti con maggiori quantità di ingredienti già esistenti o di altri dolcificanti non artificiali. Fiona Kendrick, presidente e amministratore delegato di Nestlé UK and Ireland ha dichiarato: “I nostri marchi dolciari sono …

Continua »

Paese che vai ricetta che trovi. Un’indagine europea rivela come cambiano i valori nutrizionali dei singoli prodotti da un paese all’altro

Paese che vai, ricetta che trovi. Si potrebbero riassumere così i risultati di una ricerca dell’associazione europea dei consumatori BEUC, condotta con la collaborazione delle associazioni nazionali che ne fanno parte (Altroconsumo per l’Italia). L’organizzazione ha esaminato i valori nutrizionali di nove prodotti, acquistati nei supermercati di 17 paesi europei. Le tipologie di prodotto incluse nell’indagine sono state scelte in …

Continua »

Antibiotici negli allevamenti: sono necessarie regole severe per evitare la diffusione di batteri resistenti e patogeni per l’uomo

Nelle scorse settimane l’Ufficio europeo delle unioni dei consumatori (Beuc) ha lanciato una campagna per il corretto uso degli antibiotici negli allevamenti. L’iniziativa intende spingere le autorità dell’Unione a stabilire regole più strette sull’impiego di questi farmaci in ambito veterinario, sulla scorta dei dati allarmanti che fotografano la crescente diffusione di batteri resistenti, patogeni anche per l’uomo. Ogni anno in …

Continua »

In Europa triplica in numero di prodotti e di alimenti contenenti nanoparticelle

In Europa aumenta a dismisura  il numero di beni di consumo e di prodotti che contengono nanoparticelle (particelle infinitamente piccole con un ordine di grandezza pari a un milionesimo di millimetro). Secondo una rilevazione firmata dal Beuc (Ufficio europeo delle orrganizzazioni dei consumatori) e dall’Anec l’anno scorso erano commercializzati nei punti vendita e in rete 151 beni di consumo. Un …

Continua »