Home / Archivio dei Tag: antitrust (pagina 5)

Archivio dei Tag: antitrust

Grom il gelato è cambiato? Più cremosità e meno code, ma contiene additivi come i coni artigianali. Basta con la pubblicità ingannevole!

L’arrivo sul mercato di Grom nel 2003 con un gelato industriale preparato “come quello di una volta” è stato dirompente. Le gelaterie artigianali solleticate dalla concorrenza hanno migliorato lo standard qualitativo, e nel corso degli anni sono sorte una decina di altre catene di buon livello. La situazione resta però confusa perché, mancando una legge e un disciplinare su cosa …

Continua »

Promozioni e sconti al supermercato? Qualche dubbio sull’autenticità. L’ Antitrust rivela tutte le furberie (le aziende versano alle catene fino al 40% del listino)

Sconti, offerte volantino, carte fedeltà, 3×2: oggi più che mai il consumatore è caccia al prezzo migliore. Pochi sanno che spesso dietro le promozioni si nascondono veri e propri atteggiamenti vessatori delle catene di ipermercati e supermercati nei confronti delle aziende di dimensioni medio piccole, costrette a sottoscrivere condizioni contrattuali inique pur di non vedere sfumare l’accordo. È quanto emerge …

Continua »

Per la pubblicità ingannevole le consegne passano al Ministero della salute, ma c’è il rischio di rallentare e snaturare l’effetto repressivo

asparagus lipo

Il recente articolo Dario Dongo “In arrivo le sanzioni per le false diciture nutrizionali e salutistiche sulle etichette” sul progetto di trasferire le competenze relative alla pubblicità ingannevole dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alle Asl, esaminava gli aspetti positivi e negativi che scaturirebbero dall’entrata in vigore del decreto legislativo destinato a sanzionare le violazioni al regolamento 1924/06.   …

Continua »

Antitrust chiude 17 siti che pubblicizzano 42 dimagranti e prodotti terapeutici. In un anno vendute 100 mila confezioni

aceto di sidro

L’Antitrust ha finalmente deciso la chiusura di 17 siti internet che vendevano prodotti dimagranti miracolosi, antidolorifici improbabili e altri prodotti ricorrendo anche a call center e direct mailing. L’operazione è scaturita dalle 60 segnalazioni che i cittadini e le associazioni di consumatori hanno inviato all’Autorità dal 2008, chiedendo di censurare questo tipo di pubblicità. L’accusa rivolta dall’Autorità alle società coinvolte …

Continua »

Prosciutto di Parma: Altroconsumo contesta la pubblicità che vanta “la scarsa presenza di sale”. La norma europea lo vieta. Ricorso all’Antitrust

Lo slogan utilizzato dal Consorzio del prosciutto di Parma per fare pubblicità a uno dei prodotti tipici del made in Italy è scorretto. Altroconsumo contesta la frase utilizzata nel messaggio “per fortuna c’è poco sale …”. Secondo la normativa europea la quantità di sale nel prosciutto  è superiore ai valori previsti per la categoria degli  alimenti che possono essere definiti …

Continua »

Ancora su Tonno Rio Mare: la pagina web di Rio Mare è stata modificata in seguito al nostro articolo, ma l’azienda precisa

tonno pomodori

In riferimento alla nota sul “Tonno Rio Mare Leggero” pubblicato su Il Fatto Alimentare, Bolton Alimentari tiene a precisare quanto segue.   La specifica sul contenuto del 30% di grassi in meno “rispetto alla media del peso sgocciolato e alla media del contenuto di grassi delle conserve di tonno più vendute nella categoria Tonno all’olio” era presente, unitamente al consiglio …

Continua »

“GIUSTO senza zucchero”: l’Antitrust multa per pubblicità ingannevole la Giuliani

giuliani giusto sito

Dopo Zuegg, Rigoni e Vis, anche la Giuliani è stata oggetto dei provvedimenti dell’Autorità Garante della Concorrenza (scarica la Sentenza dell’agcm n.18 2013) e del Mercato per la dicitura senza zucchero e senza zuccheri aggiunti riportate sulle confezioni di alcuni prodotti.   La vicenda ha preso origine da una inchiesta di Altroconsumo che ha controllato più di 100 prodotti caratterizzati …

Continua »

Tonno Rio Mare “Leggero”, ma sarà vero? La scatola contiene meno olio e meno calorie, ma per la legge non basta

rio mare leggero 1

Ho visto in questi giorni su diversi giornali la pubblicità del tonno Rio Mare “con un filo d’olio, leggero”, volevo sapere se é proprio così. Vi invio una foto che ho ripreso con il mio telefono cellulare. Lucia   Il Fatto alimentare ha già esaminato di recente un’etichetta del tonno Rio Mare che dava adito a non pochi dubbi di …

Continua »

Operazione dell’Antitrust contro decine di dimagranti “miracolosi”. Nella rete Gastrobioring, Bromelina, Aceto di sidro, Noce amazzonica…tra sette mesi la sentenza

aceto di sidro

L’Antitrust ha dichiarato guerra alla vendita di prodotti e metodi dimagranti miracolosi, di antidolorifici improbabili e altre diavolerie vendute on line o attraverso call center e direct mailing. L’operazione è scaturita dalle  segnalazioni provenienti da cittadini, associazioni di consumatori, Nas e carabinieri, che hanno chiesto all’Autorità di intervenire. La lista dei prodotti per i quali è stata avviata la procedura …

Continua »

Danone deve cambiare le pubblicità di Danaos e Danacol, stop ai richiami sulla salute. Lo ha deciso l’Antitrust

Danacol-danone-colesterolo

Danone ha deciso di modificare le pubblicità di due prodotti: il primo è Danaos, lo yogurt con un elevato apporto di calcio e vitamina D, il secondo è Danacol, la bevanda a base di latte scremato fermentato addizionato di steroli vegetali, che favorisce una riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. La notizia è stata resa nota ieri dall’Autorità garante …

Continua »

Red Bull non deve fare pubblicità per i bambini con i cartoni animati, ma continua a usare Cappuccetto Rosso! Violato l’accordo con l’AGCM?

red bull asini

Red Bull poche settimane fa ha raggiunto un accordo con l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per modificare i messaggi pubblicitari. La società produttrice della bibita a base di caffeina si è impegnata a modificare radicalmente il proprio sito e le campagne promozionali, in cambio della chiusura del procedimento.   Il Fatto Alimentare ne ha già parlato, sottolineando come …

Continua »

Articolo 62: le rivelazioni di un operatore del settore sulle furberie dei supermercati per non applicare la legge

bambini carrello spesa

I detrattori dell’articolo 62 ne combinano di tutti i colori per scardinare il sistema delle regole introdotte. La norma rimane peraltro ‘efficace e vitale’, come ha spiegato dopo Pasqua il Ministero delle politiche agricole.  Non é tuttavia chiaro se e in quale misura la filiera distributiva abbia adeguato i propri comportamenti alle nuove prescrizioni di legge in vigore  dal 24 …

Continua »

Uliveto-Rocchetta

uliveto medici poster

“Uliveto e Rocchetta le acque della salute” è uno slogan che da 10 anni viene utilizzato per pubblicizzare le due marche di minerali. C’è però un piccolo problema: la frase è ingannevole, come ha scritto nel 2004 il Giurì della pubblicità perché si attribuisce alle acque un requisito inesistente di superiorità rispetto alle altre. Per supportare questo slogan da qualche …

Continua »

Il nuovo spot dei Flauti del Mulino Bianco Barilla continua ad utilizzare la parola “sano”. Non ci sto!

flauti

Secondo me anche i nuovi 2 spot dei “Flauti” del Mulino Bianco continuano ad essere ingannevoli, non smettendo di utilizzare la parola “SANO”. Si parla della merenda di una volta, quella semplice e “sana” con pane, marmellata o cioccolato e latte.   Mi infastidisce vedere come si perpetui l’idea che la nostra intelligenza possa essere messa in discussione. Avranno forse …

Continua »

Kilocal

kilocal armonia donna

L’ultima pubblicità dell’integratore Kilocal Armonia donna commercializzato da Pool Pharma apparsa su molti settimanali e quotidiani nazionali è stata censurata. Il prodotto contiene un estratto di trifoglio rosso che secondo l’azienda “aiuta a ridurre il calo del desiderio”, e serve “per ritrovare l’equilibrio e l’armonia della coppia”. Secondo l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria il messaggio pubblicizza effetti e proprietà che esulano …

Continua »