Home / Pianeta (pagina 50)

Pianeta

Ségolène Royal ha ragione quando invita a non mangiare prodotti con olio di palma per fermare la deforestazione. Poi c’è un problema di salute lo dice l’agenzia francese per la sicurezza alimentare

La frase di Ségolène Royal sulla Nutella ha creato un certo scompiglio tanto che la ministra ha dovuto scusarsi. Forse è stato un errore prendersela solo con Ferrero, ma il concetto espresso nell’intervista è comunque valido. Mangiare prodotti con olio di palma contribuisce a distruggere le foreste tropicali. Il dato è incontestabile. La gente deve sapere che continuando a mangiare …

Continua »

Raccolte 150 mila firme contro l’invasione dell’olio di palma. Adesione di supermercati e aziende che cambiano le ricette

150 mila persone hanno firmato la petizione per limitare l’invasione dell’olio di palma nei prodotti alimentari. Il traguardo è stato raggiunto dopo sette mesi. In questo periodo abbiamo spiegato i motivi della nostra petizione alle aziende e alle catene di supermercati e molte persone hanno smesso di comprare prodotti con olio di palma. La conferma di questo nuovo comportamento è …

Continua »

“Non mangiate più Nutella, contiene olio di palma che causa la distruzione delle foreste”, l’invito rivolto dal ministro francese dell’Ecologia, Ségolène Royal. Poi si scusa

“Non mangiare più la Nutella per salvare il pianeta”. E’ l’ultima battaglia del ministro francese dell’Ecologia, Ségolène Royal, che intervistata dal programma del canale televisivo francese Grand Journal di Canal +, ha invitato i consumatori   a non mangiarne più per contribuire a salvare il pianeta. Royal ha detto  che “la deforestazione massiccia che come conseguenza ha anche il riscaldamento climatico”. …

Continua »

Warka water: una torre per raccogliere acqua potabile sfruttando la condensazione. Un progetto italiano per l’Etiopia.

In tutto il mondo, oltre 750 milioni di persone non hanno accesso ad acqua sicura, e ogni giorno 1.400 bambini di età inferiore ai cinque anni muoiono a causa di malattie legate alla qualità dell’acqua. Il progetto italiano Warka Water, realizzato dal designer Arturo Vittori, cerca di porre rimedio a questo problema, per ora solo in Etiopia, grazie a quelle …

Continua »
palma olio

Olio di palma: investire nelle piantagioni è rischioso. I prezzi non incorporano i rischi sociali e ambientali connessi all’espansione di queste coltivazioni

Olio di palma significa grandi profitti. Ma per realizzarli servono  investimenti per espandere le piantagioni, e allora arrivano  banche e fondi pensione. Come ha riferito The Ecologist, tre grandi istituti finanziari – Credit Suisse, Mitsubishi UFJ Securities e Oversea-Chinese Banking Corporation – stanno preparando l’emissione di un prestito obbligazionario di 400 milioni di dollari per conto di Golden Agri-Rosurces, che …

Continua »

Stop TTIP raggiunte 2 milioni di firme. Il Parlamento Europeo domani si riunisce per discutere la Risoluzione Lange. Continua la raccolta

La raccolta firme contro TTIP e CETA , portata avanti da un’alleanza di oltre 470 organizzazioni della società civile, contro il progetto di accordi commerciali tra Stati Uniti e Canada con l’Europa, ha raggiunto quota 2 milioni. È la prima volta che un’iniziativa promossa da cittadini europei raggiunge un numero di consensi così alto. L’obiettivo è arrivare a 2,5 milioni …

Continua »

Olio di palma e deforestazione: due spot realizzati da SumofUS e Greenpeace per denunciare la devastazione del territorio da parte di Nestlé e PepsiCo

Galeotte furono le Doritos, patatine fritte utilizzando l’olio di palma, dell’azienda Frito-Lay  (filiale della più famosa PespiCo), che in un video di denuncia firmato dal movimento transnazionale Sum of Us fanno scattare la scintilla dell’amore. Ma quando la giovane coppia scopre i retroscena della devastante deforestazione che c’è dietro lo snack,  l’idillio finisce. La campagna pensata da Sum of Us …

Continua »

Expo 2015 la Malesia toglie il cartello in cui dice che la scritta sulle etichette dei prodotti “palm oil free” è illegale. Ma le scorrettezze continuano

La settimana scorsa abbiamo scritto una lettera al Commissario di Expo, Giuseppe Sala, chiedendo la rimozione di un cartello esposto al padiglione della Malesia, nel quale si diceva che la  scritta sulle etichette “senza olio di palma”era scorretta. Il Commissario non ci ha risposto ma il cartello è stato rimosso.  La visita al padiglione del paese asiatico – che dedica un …

Continua »

La lobby dello zucchero americana dirotta fondi destinati allo studio della carie e distrae le masse

Il 1971 è stato un anno importante per la salute degli americani: il presidente Richard Nixon ha dichiarato guerra al cancro. Ma, fatto meno noto, è stato anche l’anno in cui la sanità pubblica, attraverso lo US National Caries Program o NCP, ha dichiarato, o ha finto di dichiarare, guerra alla carie. Non si sarebbe infatti trattato di una vera …

Continua »

Salmonella nel burro di arachidi: negli Usa ConAgra patteggia il pagamento di 11,2 milioni di dollari per i migliaia di contaminati

ConAgra Foods, colosso alimentare degli Stati Uniti, che nell’ultimo trimestre ha registrato 3,88 miliardi di dollari di ricavi, ha patteggiato il pagamento di una sanzione pari a 11,2 milioni di dollari e si è dichiarata colpevole di aver venduto burro di arachidi contaminato dal batterio della salmonella, che tra il 2006 e il 2007 fece ammalare di salmonellosi oltre 700 …

Continua »

Dieci motivi per dire “no” al TTIP, il trattato commerciale tra UE e USA per il libero scambio senza ostacoli tariffari e non solo. A rischio salute pubblica, sicurezza alimentare e ambientale

Dal luglio 2013, sono in corso i negoziati per arrivare a un Trattato commerciale di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti (Transatlantic Trade and Investment Partnership – TTIP) con l’obiettivo di aumentare il commercio e gli investimenti tra Ue e Usa, eliminando gli ostacoli tariffari e non tariffari. La preoccupazione diffusa è che l’eliminazione di questi ultimi possa …

Continua »

Obama lancia una strategia nazionale in difesa delle api. Proposte restrizioni all’uso dei pesticidi altamente tossici

Dopo aver istituito un anno fa un’apposita task force, il presidente Usa, Barack Obama, è tornato a sottolineare l’importanza di combattere la moria delle api e i conseguenti danni all’agricoltura, adottando nuovi provvedimenti nell’ambito di una strategia nazionale, la Federal Strategy to Promote the Health of Honey Bees and Other Pollinators. L’Agenzia Usa per la protezione ambientale (Epa) ha proposto nuove restrizioni …

Continua »

Maiali in allevamento: le regole del benessere ci sono ma la corsa al ribasso dei prezzi e la concorrenza non ne facilitano l’applicazione

“La trasmissione “Announo“ di Giulia Innocenzi andata in onda su La7 il 22 maggio ha trattato in modo cinico il tema dei maiali maltrattati, facendo propaganda antiscientifica funzionale unicamente alla ricerca dell’audience camuffato da un falso protezionismo del benessere degli animali“. Le severe critiche sono firmate dall’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (Anmvi). La situazione in Italia non è proprio quella …

Continua »

Negli States il cibo biologico è in crisi. La fiducia è stata minata dall’ingresso di marchi come Pepsi nel settore “Organic”, nonostante le regole rigide

Negli Stati Uniti il cibo Bio (che loro definiscono Organic), sta perdendo smalto e non è più sinonimo di salutare. Secondo un’indagine della società Mintel, che indaga gli orientamenti dei consumatori, e di cui dà conto Time, più della metà degli acquirenti ritiene che in molti casi la denominazione Biologico sia solo una scusa per aumentare i prezzi, mentre  più …

Continua »

La lobby italiana dei dolci sta per investire 55 mila euro per convincere direttori di quotidiani e tv che l’olio di palma fa bene alla salute, non distrugge le foreste ed è eccellente!

Si chiama “Piano di comunicazione sul problema dell’olio di palma” e prevede un investimento di 55 mila euro. Stiamo parlando del progetto in discussione negli uffici di Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta) per cercare di convincere direttori di giornali e tv che l’olio di palma è “eccellente”, fa bene alla salute e non distrugge le foreste tropicali. L’aspetto sconcertante è …

Continua »