Home / Nutrizione (pagina 3)

Nutrizione

pretty woman drinks a longdrink

I succhi di frutta? Hanno la stessa quantità di zucchero di una bibita. Non sono l’alternativa sana che molti pensano

I succhi di frutta non sono l’alternativa sana alle bevande gassate che molti consumatori credono. Anzi, succhi e frullati spesso contengono la stessa quantità di zucchero delle bibite, se non di più. Un articolo di commento pubblicato su JAMA ha puntato i riflettori sugli effetti che queste bevande hanno sulla nostra salute, e le conclusioni non sono molto positivi. Il …

Continua »
girl drinking a drink through a straw from a can

Le bevande light non aiutano a tenere sotto controllo il peso dei bambini. Per la lotta all’obesità, l’acqua è meglio dei dolcificanti

Far bere ai bambini bevande con dolcificanti non li aiuta a tenere sotto controllo le calorie totali, anche se il l’assunzione globale di energia è inferiore a quella che si ha quando possono consumare indiscriminatamente le bibite zuccherate. Probabilmente ciò dipende da diversi fattori tra i quali i circuiti metabolici attivati dagli edulcoranti, che possono avere come esito l’aumento dell’appetito, …

Continua »
Harpagophytum artiglio del diavolo

Artiglio del diavolo e trattamento dell’artrosi: la posizione di Marco Lanzetta del Centro nazionale artrosi

Buongiorno, vorrei un parere sull’artiglio del diavolo, visto che nell’articolo pubblicato qualche giorno fa non è stato citato. Nella medicina naturale è vista come una pianta quasi miracolosa. Ho appena iniziato una cura, c’è però da dire che vista la mia età il medico curante pensa più a una tendinopatia. Grazie Alfonso Abbiamo chiesto un parere a Marco Lanzetta – Direttore …

Continua »
ginnastica dieta nutrizione

Ortoressia: da dove deriva l’ossessione per il cibo sano? Una fissazione che ha alcune caratteristiche sempre presenti

Si chiama, in linguaggio tecnico, ortoressia, ed è l’ossessione per il cibo sano, privo di elementi nocivi per l’uomo e per l’ambiente. La sua incidenza è in crescita e in tutti i paesi più sviluppati, e anche se i manuali di psichiatria non la riportano ancora come vero e proprio disturbo del comportamento alimentare (DCA), secondo molti medici lo è …

Continua »
obesità sovrappeso natura famiglia abitudini dieta

Obesità nel mondo e in UK: nelle aree rurali l’incremento è maggiore che in città. Studio su 200 Paesi

L’obesità continua ad aumentare in tutto il mondo, ma non ovunque nello stesso modo: nelle aree urbane l’incremento è più lento e attenuato, quando non assente, mentre in quelle rurali, dove in teoria dovrebbe esserci cibo più sano, la crescita è ancora in pieno sviluppo, e non accenna a fermarsi. Questo il paradosso che esce da un grande studio cui …

Continua »
mamma bambina verdura pranzo

Parlare ai bambini quando mangiano per educarli a un’alimentazione sana. Contro la neofobia no alle ricompense dolci: sono diseducative

Per educare i bambini a un’alimentazione sana è importante parlarne ma senza fare pressioni. Secondo uno studio statunitense pubblicato sul Journal of Nutrition Education and Behavior, ripetere durante i pasti frasi su cibo e salute ai piccoli, li rende più propensi a scegliere alimenti sani. I ricercatori hanno seguito un centinaio di famiglie con bambini in età prescolare, dimostrando il valore del …

Continua »
obesita infantile bambino obeso

L’obesità infantile preoccupa nei Paesi del sud Europa, Italia compresa: è l’effetto della dieta mediterranea che scompare?

I bambini dell’Europa meridionale – Italia compresa – continuano a soffrire di obesità più dei loro coetanei del resto del continente, forse a causa della progressiva scomparsa della dieta mediterranea, ormai sostituita da uno stile alimentare di tipo “occidentale”. L’ennesimo allarme arriva da uno studio realizzato dall’Oms, in 21 Paesi europei su oltre 600 mila bambini e bambine, che ha confermato …

Continua »
alcol birra alcolici sovrappeso obesità

Non diminuisce il consumo di alcol in Italia: sono più di 8 milioni i bevitori a rischio. Sempre più preoccupante l’impatto su salute e società

Sono 8,6 milioni e non accennano a diminuire i bevitori a rischio in Italia, tra i quali si contano anche 2,7 milioni di anziani e 700 mila minorenni, con un aumento significativo tra le ragazze. Non si riducono nemmeno i consumi pro-capite. Ogni anno gli italiani bevono 7,5 litri di alcol (*), che salgono a 12 se si tolgono dall’equazione …

Continua »

La dieta del Riso Scotti del prof. Sorrentino non garantisce il fabbisogno energetico e può causare problemi. Così dice Ansisa

Una lettrice ci scrive: da alcuni giorni viene pubblicizzata in televisione la dieta del riso “Dietidea“, frutto della collaborazione tra il dietologo Nicola Sorrentino e l’azienda produttrice del famoso riso Scotti. Per seguire la dieta, bisogna comprare un kit valido per una settimana che costa 189 €. Il testimonial della campagna è un noto dietologo autore di 15 libri, tra …

Continua »
frutta

Etichette a semaforo, sugar tax e incentivi per cibi sani: il manifesto dell’American Heart Association per un’alimentazione salutare e sostenibile

Dopo Lancet con la sua commissione Eat, anche Circulation, forse la più importante rivista di cardiologia del mondo, scende in campo, pubblicando il nuovo manifesto dell’American Heart Association: un programma completo per un’alimentazione più sana e sostenibile nel quale si invita a pensare in modo innovativo e globale. Secondo i cardiologi americani, bisogna ragionare sempre in termini di sistema, considerando …

Continua »

La guerra francese all’alcol, appello dei medici ai politici: servono misure più dure per ridurre il consumo di bevande alcoliche

Ogni anno in Francia l’alcol provoca 41 mila decessi. Ora però l’Accademia nazionale di medicina dice basta e chiama direttamente in causa i politici, chiedendo loro di introdurre nuove regole per limitare il consumo e smettere di essere succubi di quella che definiscono la lobby dei produttori di bevande alcoliche. I dati sono impressionanti: l’alcol è la prima causa di …

Continua »
Drug or medicine

Integratori alimentari e trattamento dell’artrosi: la posizione di Marco Lanzetta del Centro nazionale artrosi

Di recente sono state portate alla luce diverse problematiche relative all’uso indiscriminato di alcuni integratori che non hanno nessuna valenza scientifica dimostrata. Ne ha parlato anche Il Fatto Alimentare, con un articolo firmato da Agnese Codignola e intitolato “Gli integratori alimentari per le cartilagini sono pericolosi per diabetici, asmatici e allergici ai crostacei. Il parere dell’Anses”. Va sottolineato che l’allarme …

Continua »

Riso e dieta: i popoli che ne mangiano di più sono quelli con i minori tassi di obesità

Il consumo regolare di una buona quantità di riso potrebbe essere associato a una diminuzione del rischio di obesità, probabilmente perché il riso, ricco di fibre e povero di grassi, induce presto il senso di sazietà e, avendo un moderato indice glicemico, tiene sotto controllo l’insulina. Il nesso è emerso in un grande studio presentato nei giorni scorsi al meeting …

Continua »
frutta nelle scuole distribuzione mancata mipaaft fine lezioni

Frutta nelle Scuole, a un mese dalla fine delle lezioni la distribuzione non è ancora partita. L’articolo di Mirko Aldinucci su Italiafruit News

Continuano i problemi per Frutta nelle Scuole, l’iniziativa europea per incentivare il consumo di frutto a merenda. Da quando il programma è partito, Il Fatto Alimentare ha documentato più volte la consegna ai bambini di frutta fuori stagione, troppo acerba per essere mangiata, marcia o ammuffita (l’ultima volta meno di un anno fa). Quest’anno, invece, a un mese dalla fine delle …

Continua »

Allattamento al seno: un valido alleato per prevenire l’obesità infantile

Il latte materno è l’alimento ideale per il neonato sia dal punto di vista nutrizionale sia per l’apporto di una serie di fattori che proteggono dalle infezioni e aiutano a prevenire alcune malattie e allergie. Ma i vantaggi sembrano non esaurirsi qui. Secondo uno studio pubblicato su Obesity Facts l’allattamento al seno potrebbe diminuire in tasso di obesità infantile. L’analisi, svoltasi …

Continua »