Home / Archivio dei Tag: Usa (pagina 8)

Archivio dei Tag: Usa

Produttori californiani di olio d’oliva contro la lobby newyorkese: i primi vogliono regole più severe per le importazioni dall’Europa, gli altri li bloccano

L’olio d’oliva europeo copre il 97% del mercato statunitense. I consumatori americani lo preferiscono, perché lo ritengono più autentico e perché ha un minor prezzo, mentre i produttori locali  sostengono che l’olio extra vergine europeo non sia così puro come si pensa, perché spesso è miscelato con olio di qualità inferiore.   L’olio di produzione statunitense, in maggioranza fatto con …

Continua »

In California richiamo di 4 milioni di kg di carne pericolosi e commercializzati senza ispezione completa

Un richiamo di carne per 4 milioni di kg: è ciò che è successo ai prodotti dell’azienda Rancho Feeding Corporation, a Petaluma, in California che utilizzava allevamenti di animali malati. L’azienda non era stata sottoposta ai controlli e non aveva ottenuto il permesso da parte degli organi federali per produrre e commercializzare queste partite di carne. Per questo motivo il Food …

Continua »

Alimenti scontati: negli USA i coupon con le offerte servono per acquistare cibo poco salutare. Solo il 3% interessa frutta e verdura

Con la crisi economica si moltiplicano le offerte al ribasso, che negli Stati Uniti hanno molto spesso la formula dei coupon, buoni sconto per specifici prodotti diffusi anche in Italia soprattutto attraverso le catene della grande distribuzione. Ma che cosa spingono a comprare queste offerte? Per verificarlo Hilary Seligman, della School of Medicine dell’Università di San Francisco, ha selezionato circa …

Continua »

Gli zuccheri aggiunti aumentano il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari. Troppe le persone a rischio

zucchero

 Il consumo di zucchero aggiunto ai prodotti alimentari è collegato a diverse patologie e malattie cardiovascolari anche gravi,  ma nonostante ciò a livello calorico si tratta di una componente che occupa una fetta importante. Negli Stati Uniti la percentuale media di calorie giornaliere provenienti dagli zuccheri aggiunti a cibi e bevande è passata dal 15,7% del periodo compreso tra il …

Continua »

Notizie dal mondo: antibiotici nei mangimi, PepsiCo e marketing, prima colazione e salute, educazione alimentare e industria

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Svezia, USA, e altre nazioni ancora.   Antibiotici usati come additivi nei mangimi per animali anche dopo che la Food and Drug Administration statunitense ha scoperto la loro pericolosità per l’uomo. Rapporto del Natural Resources Defense Council, sulla base di documenti sinora riservati. Il rapporto dell’organizzazione ambientalista sostiene che, probabilmente, oggi …

Continua »

Se l’educazione alimentare dei bambini viene affidata all’industria, il messaggio è: non importa quanto mangi ma quanto esercizio fisico fai

Nel 2012, il 53% delle scuole elementari statunitensi ha fatto educazione alimentare a 12,5 milioni di bambini utilizzando un corso denominato “Energy Balance 101”, creato dalla Healthy Weight Commitment Foundation, finanziato da oltre 250 organizzazioni, tra cui colossi dell’industria alimentare come la Grocery Manufacturer’s Association, Kraft, General Mills, Nestlé, Kellogg’s, Mars, Unilever, Coca-Cola e Pepsi.   Quali sono i messaggi …

Continua »

Antibiotici nei mangimi usati come additivi. Negli USA sono più di 30, di cui 18 ad alto rischio per l’uomo

Tra il 2001 e il 2010 la Food and Drug Administration (FDA), l’ente di controllo statunitense su alimenti e farmaci,  ha riesaminato la sicurezza di impiego di trenta antibiotici nei mangimi, contenenti penicilline e tetracicline. Si tratta di sostanze utilizzate  ome additivi per favorire la crescita degli animali e prevenire le malattie a cui sono esposti negli allevamenti di tipo …

Continua »

Truffe olio extra vergine: le strane teorie del quotidiano La Repubblica confondono le idee e dimenticano il deodorato

L’Italia è il Paese dei grandi produttori di olio extra vergine di oliva ma anche dei grandi truffatori che da decenni lucrano sulle frodi. Tutti lo sanno e Il Fatto alimentare ha sempre denunciato le furberie delle aziende. Per questo motivo riteniamo che il New York Times abbia  ragione quando accusa di mediocrità una parte considerevole dell’olio italiano venduto in …

Continua »

Notizie dal mondo: McDonald’s e la carne sostenibile, la lobby degli alcolici in Gran Bretagna, Lidl e junk food, prezzi della birra

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Germania, Europa, USA, Inghilterra e altre nazioni ancora.   McDonald’s e la carne bovina sostenibile: non si sa ancora di cosa si parla ma se ne parla Molte reazioni scettiche dopo che la catena di fast food ha annunciato che dal 2016 comincerà ad acquistare carne sostenibile. Continua a leggere l’articolo. …

Continua »

Integratori per dimagrire: 35 milioni di dollari come risarcimento ai consumatori statunitensi, ingannati dalle false promesse delle aziende

35 milioni di dollari di risarcimento ai consumatori statunitensi ingannati da false e scientificamente infondate promesse di dimagrire con creme e integratori alimentari miracolosi. A tanto ammontano le sanzioni per pubblicità ingannevole decise dalla Federal Trade Commission. Il risarcimento maggiore, 25 milioni, è a carico della ditta Sensa, che ha promosso un additivo alimentare in polvere in dodici differenti gusti, …

Continua »

Le calorie in alimenti confezionati e bevande di sedici grandi produttori negli Usa sono diminuite di 6.400 miliardi in cinque anni

Le calorie contenute nei prodotti alimentari e nelle bevande, vendute dai sedici maggiori produttori negli Stati Uniti tra il 2007 e il 2012,  sono calate di 6.400 miliardi, l’equivalente di 78 calorie per persona al giorno. Lo sostiene una ricerca indipendente, finanziata dalla Robert Wood Johnson Foundation, che si occupa della salute pubblica degli americani.   La riduzione delle calorie …

Continua »

Negli Stati Uniti, i produttori di alimenti Ogm chiedono di poterli etichettare come “naturali”

Negli Stati Uniti, mentre si discute se rendere obbligatorio l’indicazione sull’etichetta dei cibi la presenza di organismi geneticamente modificati (Ogm), la più grande associazione americana di produttori di alimenti e bevande va controcorrente e chiede di potere scrivere sulal confezione la parola  “naturale”.   In una lettera alla Food and Drug Administration (FDA), la Grocery Manufacturers Association, che riunisce le …

Continua »

Usa, fallisce l’autoregolamentazione sugli spot alimentari rivolti ai bambini che nell’84% dei casi pubblicizzano prodotti ricchi di grassi e zuccheri

Il valore nutrizionale degli alimenti e delle bevande pubblicizzate negli Stati Uniti nei programmi televisivi per bambini è peggiore rispetto a quello dei prodotti presentati negli altri programmi. Una ricerca della University of Illinois a Chicago, pubblicata dalla rivista Childhood Obesity, ha esaminato dal 2009 per la prima volta gli spot nei programmi per bambini con uno share di audience …

Continua »

L’abbinamento energy drink e alcolici è pericoloso: spinge i giovani a bere di più

energy drink lattine

Studiando il comportamento di circa cinquecento studenti universitari americani, due ricercatrici dell’Università del Michigan e di quella statale della Pennsylvania hanno rilevato come gli energy drink favoriscano un maggior consumo di alcolici. In particolare, si sta diffondendo il consumo di cocktail che mischiano gli energy drink all’alcol e questo porta a picchi più alti di tasso alcolico nel sangue, rispetto …

Continua »

Troppo caro il cibo sano: negli USA solo i ricchi possono davvero permetterselo. Lo sostiene uno studio del dipartimento dell’agricoltura

Una dieta sana deve essere  economicamente accessibile a tutti i gruppi di cittadini? La domanda è al centro del dibattito sia negli Stati Uniti sia in altri Paesi industrializzati. In Italia, il Barilla Center for Food and Nutrition (BCFN) è stato tra i primi a evidenziare criticamente il problema attraverso la pubblicazione della Doppia Piramide 2012. Se da un lato …

Continua »