Home / Nutrizione / Prodotti locali, di qualità, rispettosi dell’ambiente e non Ogm: la carta di identità dell’alimentazione scelta negli States

Prodotti locali, di qualità, rispettosi dell’ambiente e non Ogm: la carta di identità dell’alimentazione scelta negli States

mais piante ogm
Gli americani preferiscono cibo locale per sostenere le loro imprese alimentari

Al momento di fare acquisti alimentari, l’89% degli americani guarda il luogo d’origine del prodotto e il 66% è disposto a pagare di più per comprare cibo locale, innanzitutto per sostenere le imprese locali (64%), poi perché ritiene che il gusto sia migliore e la qualità maggiore (39%). Pur di comprare prodotti locali, il 46% si dichiara disposto a sacrificare la varietà del cibo acquistato.

 

 

 

USA
Anche a costo di rinunciare alla variabilità, la maggior parte degli americani cerca di evitare cibo importato e ogm

È quanto emerge da un sondaggio condotto dall’agenzia di pubbliche relazioni e marketing Cone Communications, che ha interpellato un campione demograficamente rappresentativo di mille persone maggiorenni, equamente diviso tra uomini e donne. Tra gli altri risultati del sondaggio emerge che, da una parte, il 74% degli statunitensi vorrebbe che le aziende spiegassero meglio l’impatto ambientale dei loro prodotti e, dall’altra, che fossero migliorate la qualità, il gusto e la salubrità degli alimenti.

Per quanto riguarda gli Ogm, l’84% vorrebbe essere maggiormente informato e il 55% non sa dire se acquistare prodotti genericamente modificati sarebbe una scelta buona o cattiva. Nel dubbio, il 60% cerca di acquistare cibi che indicano in etichetta l’assenza di Ogm.

 


Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: Thinkstockphotos.it

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Female doctor sit at desk work on computer with medical document hold cola in hospital isolated on pastel pink wall background. Woman in medical gown glasses stethoscope. Healthcare medicine concept.

Nutrizione e dietetica: chi sono gli sponsor che pagano la formazione del personale sanitario

Si conclude il 31 dicembre il triennio 2020-2022 entro cui i medici, farmacisti, biologi, dietisti …

3 Commenti

  1. Tale e quale l’Italia!….

  2. Si svegliano troppo tardi i sempre più avanti a tutti in tutto, danni compresi.
    Dopo l’invasione irreversibile dei loro territori ed il mondo intero con prodotti GM, ora cominciano anche a pensarci?
    Incredibile!! Il frutto della loro opera scientifica è salito fino a raggiungere anche la loro coscienza? Dopo una ventina d’anni?

  3. Credo che prima di diventare consapevoli su tutti gli inciuci che fanno con il cibo passeranno 50 anni….