Home / Archivio dei Tag: SUPERMERCATI (pagina 8)

Archivio dei Tag: SUPERMERCATI

Risparmiare 1.000 euro al supermercato si può! La classifica della convenienza nell’inchiesta di Altroconsumo realizzata in 68 città

ragazza supermercato spesa

Secondo un’indagine pubblicata questo mese sulla rivista Altroconsumo visitando 907 punti vendita situati in 68 città, la spesa annuale fatta al supermercato da una famiglia oscilla dai 6 ai 7 mila euro. L’importo varia in funzione della città in cui si vive e della catena che si sceglie. La rilevazione è stata condotta registrando i prezzi di 500 articoli di …

Continua »

Allerta per vasetti di pesto Conad Sapori&Dintorni contaminati da botulino. Sono prodotti da Bruzzone e Ferrari di Genova: lotto 13Go3, scadenza 9 agosto. Ritirato il prodotto in tutti i supermercati

Scatta di nuovo un’allerta alimentare grave per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che divesi vasetti di prodotto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni.   Il Ministero della salute poche ore fa ha diffuso un comunicato dicendo che …

Continua »

Richiamo dei prodotti alimentari: Auchan ha ritirato 5 prodotti nel 2013 e decide di pubblicare la lista on line, Esselunga delude e non dà risposte esaustive

La legge obbliga le catene di supermercati e le aziende alimentari a informare i consumatori quando un prodotto potenzialmente nocivo per la salute viene ritirato dagli scaffali. Si tratta di una norma ampiamente ignorata e per questo motivo all’inizio di luglio abbiamo contattato le più importanti catene di supermercati italiani (Esselunga, Auchan, Carrefour, Conad, Coop, Lidl, Pam, NaturaSì…) invitandole a …

Continua »

Allerta epatite A per frutti di bosco: il Ministero pubblica la lista dei prodotti ritirati e avverte di non consumarli crudi

frutti di bosco

C’è voluto un po’ di tempo ma alla fine il Ministero della salute ha pubblicato un approfondimento sul caso dei frutti di bosco contaminati dall’epatite A, come più volte richiesto da Il Fatto Alimentare. Nel documento compaiono anche i nomi dei prodotti e le aziende i cui lotti sono stati ritirati dal mercato. La vicenda, iniziata più di un mese …

Continua »

Avvisare i cittadini quando un prodotto viene ritirato dal mercato per un’allerta è un obbligo di legge. Perchè i supermercati e le aziende non lo fanno? Inviateci le vostre foto

supermercato donna

Pochi giorni fa abbiamo contattato le più importanti catene di supermercati italiani (Esselunga, Auchan, Carrefour, Conad, Coop, Lidl, Pam, NaturaSì…) invitandole a collaborare per la realizzazione, all’interno del sito, di una pagina destinata a raccogliere le schede dei prodotti in fase di richiamo o di ritiro dagli scaffali.   I motivi per cui un alimento non può più essere venduto …

Continua »

Quando scatta l’allerta alimentare nessuno avvisa i cittadini. Il silenzio assordante di supermercati, aziende e ministeri che per legge devono fornire le informazioni

attenzione-pericolo-allerta

Il Ministero della salute negli ultimi 40 giorni ha inviato a Bruxelles al Sistema di allerta europeo quattro allerta  riguardanti partite di frutti di bosco vendute in Italia, contaminate dal virus dell’epatite A. La prima comunicazione risale al 17 maggio, l’ultima al 24 giugno.   Con una certa fatica Il salvagente e Il fatto alimentare hanno individuato i nomi,  i …

Continua »

Scattano rincari per frutta e verdura fino all’11%. Risparmiare si può, le occasioni nel sito di Klikkapromo

klikkapromohomepage

L’Osservatorio prezzi di Klikkapromo.it segnala la raffica di aumenti che si registra per l’acquisto di frutta e verdura. Gli incrementi variano dal 4 al 12% a causa del freddo che ha colpito le nostre regioni nelle ultime  settimane. Ma quanto incide tutto questo sui prezzi finali di frutta e verdura e, quindi, sulle tasche degli italiani? Dall’analisi realizzata da Klikkapromo.it …

Continua »

Il Gigante rinuncia al contributo di 1 € a fattura. Si conclude positivamente una segnalazione firmata Il fatto alimentare

il gigante, supermercati

Nel mese di marzo 2013 il Fatto Alimentare  denunciava la pratica commerciale sleale della catena di supermercati  Il Gigante che pretendeva dai suoi fornitori un “contributo di 1,0 €” per ogni fattura trasmessa via Posta Elettonica Certificata (PEC). Con altrettanta celerità, e un pizzico di soddisfazione, siamo lieti di comunicare che la catena in questione ha rinunciato a tale pratica. …

Continua »

Articolo 62: le rivelazioni di un operatore del settore sulle furberie dei supermercati per non applicare la legge

bambini carrello spesa

I detrattori dell’articolo 62 ne combinano di tutti i colori per scardinare il sistema delle regole introdotte. La norma rimane peraltro ‘efficace e vitale’, come ha spiegato dopo Pasqua il Ministero delle politiche agricole.  Non é tuttavia chiaro se e in quale misura la filiera distributiva abbia adeguato i propri comportamenti alle nuove prescrizioni di legge in vigore  dal 24 …

Continua »

Sconti poco chiari al supermercato: Sigma risponde e promette chiarezza nei punti vendita

supermercato

Spettabile Sigma supermercati, desidero segnalarvi un problema relativo alle vostre modalità di promozione. Pochi giorni fa ho comprato dei prodotti in offerta (yogurt Vipiteno) presso uno dei punti vendita di Milano ma ho scoperto che lo sconto sul listino non risultava nello scontrino. Ho chiesto spiegazioni ad un addetto (probabilmente il responsabile del punto vendita) il quale mi ha spiegato …

Continua »

Pratiche commerciali sleali: Il Gigante chiede 1 euro a fattura! Non c’è limite alla fantasia

il gigante, supermercati

L’amministrazione del gruppo ‘Il  Gigante’ annuncia che addebiterà ai propri fornitori 1 euro per ogni fattura che riceverà da loro tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), adducendo che l’utilizzo di questo strumento comporta un risparmio per il fornitore ma ‘nuovi oneri’ per l’amministrazione (‘carta, oneri di stampa, etc.). Ricevere in redazione  lettere  come questa viene quasi da sorridere. Anzi no, non …

Continua »

Consultazione online dell’UE sulle pratiche commerciali scorrette dei supermercati. Partecipare è facile e necessario

frutta verdura

Il 25 gennaio la Commissione Europea ha finalmente pubblicato il Libro Verde sulle pratiche commerciali sleali nelle relazioni Business to Business (B2B ). Tutte le parti sociali interessate, tra cui molti lettori de Il Fatto Alimentare adesso possono compilare un questionario online e spiegare come vanno le cose in Italia, esprimendo opinioni e consigli sui rimedi.   Il Fatto Alimentare …

Continua »

Carrefour mette in rete le campagne di richiamo. Un buon esempio per le altre catene di supermercati

video-carrefour-ritiro

Nel sito internet della catena di supermercati Carrefour c’è uno spazio, in basso a sinistra, dedicato ai prodotti ritirati dagli scaffali dei punti vendita. Si tratta di un’area con le schede degli articoli, esclusivamente a marchio Carrefour, sottoposti a richiamo, perchè non funzionano bene, presentano dei difetti oppure, possono essere nocivi per la salute (nel caso di prodotti alimentari).   …

Continua »

Campagne di richiamo Carrefour: un buon esempio da seguire anche per gli altri supermercati

spesa supermercato carrello

Nel sito internet della catena di supermercati Carrefour c’è uno spazio, in basso a sinistra, dedicato ai prodotti ritirati dagli scaffali dei punti vendita. Si tratta di un’area con le schede degli articoli, esclusivamente a marchio Carrefour, sottoposti a richiamo, perchè non funzionano bene, presentano dei difetti oppure, possono essere nocivi per la salute (nel caso di prodotti alimentari).   …

Continua »

“Assieme” e “Fai” sono i nuovi marchi dell’extra vergine 100% italiano a filiera corta, proposti da Coop e Sisa

olive olio

L’olivicoltura italiana, attraverso le associazioni del produttori Unaprol e Cno, ha siglato delle intese per promuovere e commercializzare con alcune insegne della Grande Distribuzione dell’ottimo olio extra vergine d’oliva 100% italiano a un prezzo equo, tanto per l’acquirente quanto per olivicoltori e frantoiani. Si tratta di due progetti che sono stati presentati a breve distanza di tempo uno dall’altro.   …

Continua »