;
Home / Archivio dei Tag: Mars

Archivio dei Tag: Mars

Mars richiama M&M’s Crispy per presenza di Ogm. Bennet segnala crackers per possibile corpo estraneo

Mars Italia ha richiamato due lotti di M&M’s Crispy per la “presenza di un organismo geneticamente modificato (OGM) all’interno di un ingrediente”. Il provvedimento è stato segnalato da Coop e Decò. Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 170 grammi con i numeri di lotto 125G1HAG03 e 125G2HAG03 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 23/01/2022 (EAN 5000159416177). L’azienda …

Continua »

Richiamati gelati Mars e crostata alla marmellata per ossido di etilene, coppa di testa per sospetta Listeria. Avviso di sicurezza per due integratori

mars gelati snickers twix bounty m&m's crostata coppa

Aggiornamento del 6 agosto 2021: Mars Italia ha richiamato altri formati dei gelati a marchio Snickers, Twix, Bounty e M&M’s per presenza di ossido di etilene nella farina di carrube oltre a quelli segnalati da Decò il 5 agosto. Hanno pubblicato il richiamo anche i supermercati Sigma, Tigros (solo Bounty), Bennet, Coop e Iper. Gli altri gelati interessati sono: Snickers Ice Cream Bar, in confezioni …

Continua »

Grandi multinazionali alimentari bocciate in trasparenza. La classifica di Feed the Truth

Couple sitting on the supermarket floor and eating snacks junk food

Quanto spende Big Food per ostacolare l’introduzione delle tasse sullo zucchero? E quanto investono le grandi multinazionali del cibo per produrre studi scientifici a proprio favore? Nella maggior parte dei casi la risposta è “non lo sappiamo”. Come rivela il Food and Agriculture Corporate Transparency (Fact) Index dell’organizzazione no profit Feed the Truth, le maggiori aziende agroalimentari al mondo non …

Continua »

Possibile presenza di frammenti di vetro: Suzi Wan richiama la salsa di soia classica, dolce e -43% sale

richiamo suzi wan salsa di soia

Il ministero della Salute ha pubblicato l’avviso di richiamo precauzionale volontario di alcuni lotti di salsa di soia classica, dolce e a ridotto contenuto di sale a marchio Suzi Wan per la possibile presenza di frammenti di vetro. Il richiamo è stato diffuso anche dai supermercati Carrefour, Gros Cidac, Tigros, Tuodì, Basko, Coop, Iper, Sigma, Bennet. I prodotti richiamati sono …

Continua »

Nestlé dice addio alle innovative barrette con meno zuccheri. Ma non sempre la riformulazione dei prodotti è un fallimento

nestle milkybar wowsomes confezioni

La Nestlé si arrende e chiude la produzione dello snack al cioccolato Milkybar Wowsomes, lanciato in Regno Unito e Irlanda nel 2018 come prodotto altamente innovativo. Il cioccolato, infatti, conteneva uno zucchero ottenuto con una tecnologia che permette di avere cristalli forati. La particolare struttura faceva sì che si sciogliesse rapidamente in bocca, assicurando la consueta sensazione di dolce con …

Continua »

Usa, industrie e lobby alimentari a due velocità. Danone, Mars, Nestlé e Unilever costituiscono l’Alleanza per una politica alimentare sostenibile

zucchero merendine

Negli Stati Uniti, quattro colossi alimentari – Danone, Mars, Nestlé e Unilever – hanno costituito una nuova associazione commerciale denominata Sustainable Food Policy Alliance, che si pone in concorrenza con la storica Grocery Manufacturers of America (GMA). L’organizzazione ha come obiettivo la modifica delle politiche pubbliche nel campo dell’alimentazione, andando incontro alle richieste dei consumatori  che vogliono conoscere  “l’impatto del …

Continua »

Cioccolato e salute: come gli studi finanziati dall’industria hanno trasformato un peccato di gola in un superfood. Lo spiega la Fnomceo

Il cioccolato è un alimento dalle proprietà miracolose, o almeno così sembrerebbe, a giudicare dai numerosi articoli di giornali, riviste e blog che ci raccontano i mirabolanti risultati delle ricerche scientifiche sugli effetti benefici del cacao. In queste notizie, però, manca spesso un’informazione importante: questi studi sono quasi sempre finanziati da multinazionali del settore, come Mars e Nestlè. A ricordarlo …

Continua »

Olio di palma, la deforestazione continua. Video di Greenpeace sulla distruzione della foresta indonesiana e attacca quattro big del cibo

PT Megakarya Jaya Raya (PT MJR) Palm Oil Concession in Papua

Greenpeace torna alla carica contro l’olio di palma e la distruzione delle foreste tropicali in Indonesia. L’associazione ha diffuso un video, già condiviso da migliaia di utenti social, in cui vengono mostrate le immagini di un’enorme area di recente deforestazione all’interno della foresta pluviale di Papua per far posto alle piantagioni di palma da olio. La zona, da poco scoperta …

Continua »

Olio di palma: secondo Greenpeace nessuna azienda può garantire la non distruzione delle foreste. Poca trasparenza sulla provenienza

Oil palm fruit

Si chiama Il momento della verità il rapporto di Greenpeace, che a gennaio ha chiesto a sedici grandi marchi di indicare da dove viene l’olio di palma. Scopo dell’indagine è capire a che punto è l’impegno assunto nel 2010, di eliminare entro il 2020 dalla catena di approvvigionamento l’olio tropicale frutto di deforestazione, distruzione delle torbiere e violazione dei diritti …

Continua »

Mars abbandona il progetto di etichetta a semaforo delle industrie. “Mancano credibilità e consenso, del problema si faccia carico l’Ue”

mars cioccolato

Mars ha deciso di abbandonare il progetto di etichetta nutrizionale a semaforo lanciato un anno fa insieme ad altri cinque big dell’industria alimentare – Nestlé, Coca-Cola, PepsiCo, Unilever e Mondelez. L’etichetta pur dichiarando di ispirarsi al semaforo adottato in Gran Bretagna, presenta una differenza fondamentale: l’etichetta ufficiale prende come riferimento la quantità di calorie, zucchero, sale, grassi e grassi saturi  …

Continua »

Nanoparticelle non dichiarate in etichetta, l’associazione francese Que Choisir denuncia nove aziende

biossido di titanio

L’associazione dei consumatori francese Que Choisir ha denunciato nove produttori di alimenti e cosmetici per aver nascosto ai consumatori la presenza di nanoparticelle nei loro prodotti, non indicandola in etichetta o sulla confezione, come invece prescrive la normativa europea. L’associazione ha analizzato sette prodotti alimentari e nove cosmetici, per verificare l’eventuale presenza di nanoparticelle di biossido di titanio e di …

Continua »

Lituania: accordo governo-industrie per riformulare i prodotti ed evitare la sugar tax

In Lituania, il governo ha rinunciato al proposito di introdurre una tassa sulle bevande zuccherate, dopo aver raggiunto un accordo con undici industrie alimentari, nazionali e internazionali, per una riformulazione dei prodotti e una riduzione volontaria del contenuto di sale, zuccheri e grassi. Tra i sottoscrittori dell’accordo figurano Coca-Cola, Nestlé, Mars e Orkla. Secondo i dati del governo, la popolazione …

Continua »

Foodwatch denuncia la scorretta etichetta a semaforo delle industrie. Usano come riferimento mini-porzioni. Il caso Nutella

foodwatch nutella etichetta a semaforo

In Germania, l’associazione dei consumatori Foodwatch ha denunciato la presunta ingannevolezza del modello di etichetta nutrizionale elaborata da Nestlé, Mars, Coca-Cola, PepsiCo, Mondelez e Unilever. Queste aziende lo scorso marzo avevano annunciato di voler aggiungere ai propri prodotti un’etichetta con i colori del semaforo, ispirandosi al modello adottato in Gran Bretagna. L’elemento di confusione introdotto dall’etichetta delle industrie è stato …

Continua »

Mars e Università della California studiano come salvare il cioccolato dai cambiamenti climatici. Si sperimentano alcune modifiche al DNA del cacao

A fronte di alcuni studi che indicano il rischio di una forte riduzione delle coltivazioni di cacao e quindi del cioccolato a causa dei cambiamenti climatici, l’Università della California di Berkeley sta collaborando con Mars nell’applicazione della tecnica di editing genetico CRISPR, per creare delle modifiche nel DNA di alcune varietà di cacao, che ne consentano la coltivazione anche in …

Continua »

Pezzetti di metallo, di vetro o di plastica negli alimenti? Il problema è la causa di grandi campagne di richiamo come è accaduto a Barilla, Mars… Adesso ci sono i raggi X

attenzione-pericolo-allerta

Ogni anno in Italia vengono richiamati dagli scaffali dei punti vendita un centinaio di prodotti alimentari perché potrebbero creare danni alla salute dei consumatori. Alcune volte la causa è la presenza nell’alimento di corpi estranei (frammenti metallici, vetro, plastica, sassolini, ecc…). Per far fronte a questo inconveniente, la tecnologia ha messo a punto macchinari in grado di individuare i contaminanti …

Continua »