Home / Archivio dei Tag: KFC

Archivio dei Tag: KFC

Buone notizie per gli amanti del pollo fritto. La catena di ristoranti Kfc chiede ai suoi fornitori di cessare l’impiego di antibiotici nel pollame

La catena statunitense Kfc del marchio Yum, ha deciso di mettere un freno all’uso di antibiotici nel sistema di allevamento dei polli. La decisione è importante, perché si tratta dell’ultima di tre grandi catene di ristoranti specializzate che si unisce alla battaglia contro l’aumento dei pericolosi batteri resistenti agli antibiotici utilizzati come medicina a volte preventiva negli allevamenti. Il problema …

Continua »

Antibiotici: indagine su 25 grandi catene di ristorazione degli Stati Uniti sull’uso negli allevamenti. Qualche miglioramento per la carne di pollo

fast food

Una coalizione di organizzazioni non governative ha pubblicato la seconda indagine annuale sulle politiche e le pratiche relative all’uso degli antibiotici nella carne servita da 25 grandi catene di fast food e ristoranti negli Usa. Rispetto all’indagine di un anno fa, ci sono miglioramenti in alcune catene, in particolare per la carne di pollo. Tuttavia 16 di queste non hanno …

Continua »

Combattere la resistenza agli antibiotici: la campagna di Altroconsumo contro McDonald’s, Autogrill, Burger King e KFC

La guerra agli antibiotici è partita dagli Stati Uniti. Ma l’eco della campagna lanciata dalla Federazione Mondiale dei Consumatori è arrivata anche in Italia, tramite l’adesione da parte di Altroconsumo. Il tema dell’iniziativa lanciata contro quattro catene di fast food – Autogrill, Burger King, KFC e McDonald’s – è quello della resistenza agli antibiotici. Le associazioni si sono rivolte a chi, nelle …

Continua »

Campagna internazionale contro l’abuso di antibiotici negli allevamenti animali

La coalizione di associazioni di consumatori Consumers International ha lanciato una campagna in tutti i paesi (in Italia l’iniziativa è supportata da  Altroconsumo)  chiedendo alle principali catene di fast food – McDonald’s, Subway e KFC – di non servire più carne di animali trattati in modo routinario con antibiotici utilizzati anche in medicina umana. Il motivo della campagna e la …

Continua »

L’indicazione delle calorie sui menu influenza più i ristoranti che i clienti. Due studi realizzati negli Stati Uniti e pubblicati dalla rivista Health Affairs

ristorante menu allergeni iStock_000041240474_Small

Dal 2008, a New York le catene di ristoranti che hanno più di 15 locali sono obbligate a indicare le calorie dei loro menu. Dalla fine del 2016, una legge analoga entrerà in vigore in tutti gli Stati Uniti, per le catene con più di venti ristoranti in tutto il paese. Alcuni ricercatori della New York University Langone Medical Center …

Continua »

Suore contro McDonald’s: “Basta antibiotici adesso”. Le religiose in missione per conto dei consumatori

Forse, laddove le autorità sanitarie e la comunità scientifica hanno avuto finora scarso successo, riusciranno le suore Benedettine di Boerne, in Texas, che hanno investito i loro denari anche in azioni di McDonald’s e, in quanto investitrici, sono titolate a dire la loro. Come riferisce la Reuters, le religiose lo stanno facendo con forza: non vogliono più carne di animali …

Continua »

Olio di palma sostenibile: dagli Usa arriva la classifica degli impegni dell’industria alimentare. Bene per i cibi confezionati, molto scarso tra i fast food

La Union of Concerned Scientists, organizzazione scientifica statunitense per la difesa dell’ambiente, ha pubblicato il secondo rapporto annuale sulle politiche di approvvigionamento dell’olio di palma da parte di quaranta grandi aziende operanti nei settori del fast food, dei cibi confezionati, della cura della persona e della grande distribuzione, che nella prima edizione non era contemplata. Per ogni settore vengono considerate dieci …

Continua »

Olio di palma: KFC, Pizza Hut e Taco Bell lo elimineranno a partire dal 2017. In Australia la prima App per individuare l’ingrediente e la sostenibilità

Yum!, il colosso statunitense del fast food, che possiede i marchi KFC, Pizza Hut e Taco Bell, con oltre 41.000 ristoranti in 125 Paesi, ha annunciato che dal 2017 eliminerà l’olio di palma per la cottura dei suoi cibi. Nel caso ci siano mercati che incontrino difficoltà a rispettare la scadenza, entro la fine del 2017 tutto l’olio di palma …

Continua »

Kentucky Fried Chicken apre il 21 novembre a Roma, il 27 a Torino. La catena americana del pollo fritto sbarca ufficialmente in Italia

La catena di fast food americana Kentucky Fried Chicken (KFC) specializzata nel pollo fritto viene inaugurata il 20 novembre nel centro commerciale di Roma est alle ore 19,00 e dal giorno dopo sarà aperta al pubblico. Il secondo locale sarà quello di Torino nella galleria Lingotto il 27 novembre per il pubblico mentre seguiranno poi Milano nei pressi di piazza Duomo …

Continua »

Arriva il pollo fritto di Kentucky Fried Chicken: il 20 novembre apre a Roma poi a Torino, Milano e Venezia i fast food della famosa catena americana

Roma, Torino, Milano, Venezia e Napoli sono le città scelte dalla famosa catena di fast food americana Kentucky Fried Chicken (KFC) per sbarcare in Italia. La prima apertura dovrebbe essere quella nella capitale il 20 novembre nel centro commerciale di Roma est alle ore 19,00, seguirà quella di Torino nella galleria Lingotto entro la fine del mese, poi a seguire …

Continua »

In Francia, bibite zuccherate a volontà nei fast food Quick e KFC. Perplessità dei nutrizionisti

bibite

Bibite gassate e zuccherate a volontà per i clienti delle catene di fast food Quick e KFC francesi. La novità, introdotta a imitazione del modello americano, ha sollevato polemiche nel paese transalpino, con forti critiche da parte di nutrizionisti e medici, preoccupati per la diffusione dell’obesità. La polemica riguarda, in particolare Quick, che nel marzo 2013 ha firmato un documento …

Continua »

Notizie dal mondo: acrilammide, riduzione di sale, i fast food secondo gli statunitensi, eritritolo, etichette semaforo

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Europa, Francia, Austria e Stati Uniti Acrilammide: negli alimenti aumenta il rischio di cancro L’acrilammide negli alimenti aumenta potenzialmente il rischio di cancro per i consumatori in tutte le fasce d’età e, sulla base del peso corporeo, i bambini sono i maggiormente esposti. Lo afferma l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza …

Continua »

La riduzione del sale nelle catene fast food in USA è lenta e incoerente: occorre fissare limiti precisi e non lasciare l’iniziativa alle aziende

Tra il 2009 e il 2013 negli Stati Uniti le diciassette maggiori catene di ristoranti hanno ridotto il contenuto di sale nei cibi del 6%, vale a dire l’1,5% l’anno. Si tratta di un progresso lento e incoerente, osserva un rapporto dei Center for Science in the Public Interest, che ha analizzato 136 menù. Le maggiori riduzioni sono state fate …

Continua »

Gli hamburger di McDonald’s? Sono i peggiori, secondo gli americani. Non solo il prezzo basso, anche la qualità inizia a contare

Secondo un sondaggio condotto dalla rivista Consumer Reports tra i propri  abbonati gli hamburger di McDonald’s sono i peggiori, mentre KFC vince la palma per il peggior pollo fritto o arrosto e Taco Bell per i peggiori burritos. Al sondaggio hanno partecipato più di  32.000 persone, che hanno mangiato oltre 96.000 menu in 65 catene di fast food. In pratica, …

Continua »

Fast food: la svolta salutista non è mai avvenuta. Nei menu sempre troppe calorie e troppi zuccheri

Nei fast food i miglioramenti sono solo apparenti, la realtà è sempre la stessa: troppe calorie e zuccheri. Il numero di pietanze offerte è raddoppiato, quello dei piatti più sani è cresciuto, l’attenzione di media e legislatori, è sempre alta, eppure nelle grandi catene di fast food americani negli ultimi 14 anni non è cambiato quasi nulla, dal punto di …

Continua »