Home / Pianeta (pagina 3)

Pianeta

L’impatto ambientale della carne: cosa fare per ridurlo? La seconda parte dell’articolo di Georgofili.info

Ecco la seconda parte dell’articolo di Mario R. Tredici, professore del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari, ambientali e forestali dell’Università degli Studi di Firenze pubblicato originariamente da Georgofili.info sull’impatto ambientale della produzione di carne e come il settore zootecnico può intervenire. Come mitigare le emissioni del settore agricolo? Importanza della dieta Pratiche agricole più naturali (ad esempio no-tillage, agroforestry, agricoltura …

Continua »
Freakshakes with donuts and candy floss

Food porn: spopolano i video virali di ricette esagerate. Ma che conseguenze hanno sui consumatori?

Sembra solo una delle tante declinazioni del successo del cibo sui social, ma i video ‘food porn’ virali, ovvero la diffusione di video ricette esagerate, può avere conseguenze negative, a causa del messaggio trasmesso. Ne è convinto Chris Baraniuk, giornalista scientifico della BBC, che dedica all’argomento un articolo prendendo spunto da alcuni video popolarissimi in queste settimane, come quello sulla …

Continua »

Clorpirifos, dal 2020 vietato in UE l’insetticida collegato a disturbi del neurosviluppo. La decisione arriva dopo diverse proroghe

Il clorpirifos e il suo metabolita principale, il clorpirifos-metile, dalla fine di gennaio 2020 non saranno più legali nell’Unione Europea. Così ha deciso lo Scopaff (Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi), riunito lo scorso 6 dicembre, a conclusione di una vicenda che, tra un rinvio e l’altro, va avanti da molti anni, tra numerose …

Continua »
ostriche new york

Un miliardo di ostriche per New York: ricreare un ecosistema scomparso contro il cambiamento climatico

I ragazzi della generazione Greta di New York stanno prendendo parte a un grande progetto per recuperare le acque che circondano la città, con lo scopo di ripristinare gli ecosistemi, vivere in prima persona la biologia e dare vita a un circolo virtuoso che coinvolge anche molti ristoranti: vogliono arrivare a produrre un miliardo di ostriche entro il 2035. Del …

Continua »
Homemade poster at ecological protest. A close-up shot of a homemade poster, saying less meat less heat, being held above a crowded street of environmental demonstrators.

Troppo elevato l’impatto della carne sul clima: una riduzione è necessaria. L’intervento di Mario Tredici su Georgofili.info

Si parla spesso della necessità di ridurre il consumo di carne, sia per la nostra salute che, soprattuto, per ridurre le emissioni di gas a effetto serra e contrastare il cambiamento climatico, a cui il settore zootecnico contribuisce in maniera importante. Di questo parla Mario R. Tredici, professore del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari, ambientali e forestali dell’Università degli Studi …

Continua »
Rolls of paper towels on table indoors

Carta da cucina: un prodotto popolare e versatile, ma poco sostenibile. Il test di Altroconsumo su 15 rotoli

La carta assorbente è presente praticamente in qualsiasi cucina, dove viene usata per asciugare liquidi rovesciati inavvertitamente, per le pulizie e talvolta anche a contatto con gli alimenti. Ma non tutti i rotoli sono uguali. Per questo Altroconsumo ha messo alla prova 15 marchi di carta da cucina, con l’aiuto di 200 volontari che hanno ricevuto tre rotoli anonimi da …

Continua »
pesticidi erbicidi campi agricoltura uomo

L’Austria non vieta più il glifosato: sbagliata la procedura di notifica alla Commissione europea

Il bando al glifosato in Austria non s’ha da fare (per ora). La Cancelliera Brigitte Bierlein ha annunciato che non firmerà la legge che avrebbe stabilito il primo divieto totale in un paese dell’Unione Europea per il controverso erbicida, sospettato di essere cancerogeno. A far infuriare le associazioni ambientaliste però è il motivo: non è stata seguita la giusta procedura …

Continua »
burger king plastica giocattoli

Burger King: stop ai giocattoli di plastica con i menù per bambini in UK. NaturaSì dice addio ai volantini promozionali

Si moltiplicano le iniziative di supermercati, ristoranti e fast food in direzione di una maggiore sostenibilità, eliminando imballaggi inutili e sostituendo materiali difficili da smaltire con alternative più sostenibili. Plastica in testa. In questa scia si inserisce la campagna ‘Meltdown’ di Burger King, che ha deciso di dire basta ai giocattoli in plastica regalati insieme ai menu per bambini. Ma …

Continua »
pesticidi erbicidi campi agricoltura riso

La Francia ritira 36 prodotti contenenti glifosato e due insetticidi potenzialmente dannosi per le api. La decisione dell’Anses

La Francia continua la sua lotta solitaria contro il glifosato, ma anche contro gli insetticidi sui quali gravano dubbi di pericolosità. L’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare (ANSES) ha infatti annunciato, nello stesso giorno, due provvedimenti importanti: entro il 2020 saranno ritirati dal commercio ben 36 prodotti contenenti glifosato (dei 69 esistenti) ed è stata negata l’autorizzazione a 4 delle …

Continua »
spesa cassa supermercato pagare

Filiera agroalimentare top, è il primo settore economico italiano. Ma i supermercati guadagnano meno di quanto pensiamo…

Dal campo alla tavola del ristorante, l’intera filiera agroalimentare rappresenta il primo settore economico in Italia, ma i guadagni non vengono ripartiti come spesso si immagina. Lo rivela uno studio di The European House Ambrosetti, che ha analizzato tutte le componenti del comparto agroalimentare esteso italiano – agricoltura, industria trasformatrice, intermediazione, distribuzione e ristorazione – scoprendo che ogni anno genera …

Continua »

Api e neonicotinoidi: gli insetticidi vietati contaminano ancora i campi europei. Ma non tutti sono pericolosi per gli impollinatori

Nonostante la moratoria europea del 2013 sull’uso all’aperto, e la successiva conferma in senso restrittivo e permanente (a eccezione delle serre) del 2018, i neonicotinoidi clotianidina, imidacloprid e thiamethoxam sono ancora molto presenti sui terreni del vecchio continente e, in particolare, su quelli francesi, dove questi insetticidi sono stati vietati del tutto nel 2018 per tutelare le api e gli …

Continua »

Caffè, il governo svizzero ci ripensa e forse mantiene le scorte nazionali dopo la rabbia dei cittadini e le pressioni dell’industria

Il Governo Federale Elvetico ci ripensa, e potrebbe tornare sui suoi passi rispetto all’annuncio dello scorso mese di aprile di una possibile rinuncia alle scorte nazionali di caffè, accantonato insieme ad altri generi di prima necessità in caso di catastrofe. Poiché in questi mesi l’opinione pubblica si è mostrata più che contraria al cambiamento proposto, all’epoca motivato dal fatto che …

Continua »
Lavazza cuba caffe agricoltrici donne emancipazione

Caffè, sostenibilità ed emancipazione femminile: a Cuba il progetto di Lavazza con Oxfam documentato da Steve McCurry

Una tazzina di caffè può favorire lo sviluppo sostenibile e l’emancipazione femminile? È quello che sta cercando di fare a Cuba un progetto triennale sostenuto dalla Fondazione Lavazza, in collaborazione con l’organizzazione non governativa Oxfam e le autorità locali, e documentato dal celebre fotografo Steve McCurry. La prima fase del progetto di Lavazza è partito nel 2018, con la creazione …

Continua »

Olio di palma, violazioni dei diritti e della salute dei lavoratori nelle piantagioni in Congo. La denuncia di Human Rights Watch

In pochi anni Feronia e la sua consociata locale Plantations et Huileries du Congo S.A. (PHC) hanno devastato una grande area del Congo, e stanno rendendo impotenti e ammalati decine di lavoratori. Il tutto per tre grandi piantagioni di palme da olio estese per 100 mila ettari nella regione più settentrionale del paese, dove lavorano 10 mila persone. Si tratta di …

Continua »
microplastiche plastica inquinamento contaminazione nanoplastiche

Le microplastiche abbondano nelle nursery del mare. Così i pesciolini le scambiano per cibo e risalgono la catena alimentare

Le microplastiche, in mare, si annidano dove il danno che possono arrecare è maggiore, e cioè in formazioni naturali che sono vere e proprie nursery per le larve e i pesci appena nati. Lì infatti si concentrano in quantità straordinariamente alte, ed essendo di dimensioni analoghe a quelle delle prede che i piccoli pesci iniziano a cercare (e cioè di …

Continua »