Home / Archivio dei Tag: ETICHETTE (pagina 14)

Archivio dei Tag: ETICHETTE

Etichette alimentari: i dubbi su nome, ragione sociale e marchio registrato

Innanzitutto complimenti per il vostro sito, davvero perfetto! Ho un quesito da porvi, in merito alle etichette alimentari. In particolare, il confronto tra due norme contenute nella Direttiva 2000/13/CE e nel Decreto legislativo 181/2003. Nella prima, all’art. 3, riguardo le indicazioni obbligatorie delle etichette al punto 7 si legge che ci deve essere “il nome o la ragione sociale e …

Continua »

Mascalzoni Speedy Pizza: dalla Cameo uno snack con troppe calorie a un prezzo troppo alto

Un prodotto innovativo o l’ennesima merenda troppa calorica? La domanda è lecita quando si parla di Speedy Pizza Mascalzoni, il prodotto lanciato un anno fa da Cameo all’interno di una gamma di pizze e calzoni surgelati pronti in meno di 10 minuti. La peculiarità, oltre alla dimensione ridotta rispetto alle tradizionali pizze, sta proprio nella cottura di Spedy Pizza nel …

Continua »

Colomba pasquale artigianale: i dubbi di un lettore sul vero produttore. La ricetta è prevista dalla legge

colomba dolci pasqua

Spett.le redazione de “Ilfattoalimentare”,sottopongo alla vostra cortese attenzione un quesito. Ho notato in pasticceria prodotti tipici delle festività pasquali come colombe, uova di cioccolato con etichette dove era indicata  la denominazione commerciale del luogo di vendita che mi lascia un pò perplesso. Per esempio la scritta: Pasticceria **, via **, nome del comune. 1, quando  il dolce è preparato in …

Continua »

L’Efsa esamina 442 claims salutistici e ne boccia l’80%. Gli effetti benefici non sono provati.

etichetta alimenti supermercato donna

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato oggi il parere su 442 diciture salutistiche che le aziende alimentari propongono sulle etichette. Si tratta del quarto gruppo di claims esaminato dagli esperti (per un totale di 2184 diciture) e purtroppo l’esito è sempre stato disastroso, visto che nell’80% dei casi l’Autorità ha bocciato le diciture per mancanza di un …

Continua »

Il Parlamento vara l’obbligo dell’origine per tutti i prodotti alimentari. Il provvedimento entrerà in vigore ma sarà inapplicabile

Grilled toast with cheese and tomatoes

La Commissione Agricoltura della Camera dei deputati in sede legislativa, ha appena varato il disegno di legge recante “Disposizioni in materia di etichettatura e di qualità dei prodotti alimentari”, che prevede l’indicazione obbligatoria sulle etichette dei prodotti alimentari dell’origine geografica delle materie prime utilizzate nella preparazione. Il provvedimento è stato salutato con soddisfazione da alcune confederazioni agricole, che hanno portato …

Continua »

Assaggiare il cioccolato fondente, le regole degli esperti

   Imparare a distinguere le migliori  tavolette di cioccolato fondente  leggendo la lista degli ingredienti non è facile, perchè l’elenco è  simile per tutte le marche. Gli ingredienti principali sono il cacao e il burro di cacao (maggiore è la loro quantità più la tavoletta viene apprezzata dagli intenditori). Poi ci sono lo zucchero, la lecitina e gli aromi.  Va …

Continua »

Indicazioni salutistiche in etichetta: in attesa di sintonia

Il 1° giugno 2010 a Parma, le aziende di prodotti salutistici avevano espresso malcontento per l’approccio farmaceutico adottato dall’Efsa nel valutare la fondatezza scientifica di informazioni che, ormai per tradizione, associano il consumo di alcuni alimenti a determinati benefici per la salute (per esempio, “il calcio e la vitamina D aiutano le ossa”).  Il 12 luglio, a Bruxelles, il Comitato …

Continua »

Gli americani leggono le calorie in etichetta, ma non sanno che farsene

Funzionano le campagne di educazione alla salute? Se si guarda agli Stati Uniti e si pensa alla battaglia contro il fumo – supportata da rigidi divieti e da pene severe per i trasgressori – la risposta è sì. Sul fronte cibo però la lotta appare più difficile. Al momento, i martellanti appelli contro l’obesità – portati avanti anche dalla First …

Continua »

La pasta con verdure Barilla è una buona idea, ma il prezzo e l`etichetta lasciano un po` perplessi

  Dal 2004 sugli scaffali dei supermercati si trova la pasta Piccolini Barilla. Si tratta di pasta corta nei tradizionali “tagli” però in miniatura: mini pipe, mini tortiglioni, mini fusilli… È destinata alle famiglie con bambini, per soddisfare l’esigenza di mangiare un primo piatto identico. La differenza rispetto ai formati tradizionali è che la pasta cuoce in meno tempo e …

Continua »

Meglio biologico o convenzionale? Dipende anche dall`impronta

   La qualità complessiva degli alimenti (frutta,ortaggi, carne, latte e formaggi) dipende da un insieme di fattori come la qualità chimica, qualità microbiologica, qualità nutrizionale e organolettica. Sappiamo che le filiere produttive (biologiche, convenzionali) di derrate alimentari animali e vegetali hanno un ruolo importante sulla loro qualità come emerge da diversi studi scientifici. Per quanto riguarda gli aspetti nutrizionali, il …

Continua »

Come si può difendere Ferrero e la Nutella? Ecco cosa prevede la norma.Lo sconcerto dell`UE e la disinformazione italiana

Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì 16 giugno, in prima lettura  un nuovo regolamento sulle etichette dei prodotti alimentari destinato a modificare le indicazioni nutrizionali, a fornire maggiori dettagli sull’origine, a dare più informazioni ai consumatori. La reazione italiana è stata affidata a Ferrero che ha accusato la nuova proposta di regolamento di mettere il bavaglio al suo prodotto preferito …

Continua »

La falsa mozzarella conquista il mercato. Servono nuove regole

Il 95% degli italiani consuma almeno una volta al mese una mozzarella. Nonostante la capillare diffusione del prodotto, pochi la conoscono veramente perché solo una parte dei caseifici segue lo schema classico di lavorazione e utilizza i quattro ingredienti canonici: latte, fermenti, caglio e sale. Il consumatore quando si reca al supermercato si trova così di fronte a 5-6 tipi …

Continua »

I programmi dell`Efsa per il 2010: aromi, etichette, nanoparticelle

I documenti che saranno pubblicati nel 2010 dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) con sede a Parma, sono destinati a scatenare riflessioni e polemiche in tutto il settore alimentare. A gennaio si comincia con un dossier sulla tossicità di 2.800 aromi utilizzati in tutti i prodotti confezionati. La questione è delicata perchè per la prima volta un’autorità scientifica europea …

Continua »

Le chiacchiere di Carnevale fritte o al forno sono uguali. Attenzione ai grassi vegetali sconosciuti

Le chiacchiere? Le compro al forno perché così contengono meno calorie. È questo il ragionamento che fanno molte persone quando è il momento di comprare il tipico dolce di Carnevale in pasticceria o al supermercato. Il ragionamento è sbagliato perché tutte le chiacchiere vengono fritte e poi, per chi ama il gusto biscottato, sono passate al forno. Alla fine il …

Continua »

Le galline di Coccodì scorazzano veramente sui prati come mostrano le immagini sull`etichetta?

Guardando la confezione di uova Coccodì Free e leggendo la scritta sull’etichetta “uova fresche allevate all’aperto” si ha la sensazione di un gruppo di animali felici, liberi di scorazzare in prati sempreverdi, che depongono uova tra un inseguimento e l’altro. Non è proprio così. Negli allevamenti “all’aperto”, le galline vivono in grandi capannoni e possono uscire quando lo desiderano. La …

Continua »