Home / Archivio dei Tag: sodio

Archivio dei Tag: sodio

Etichette a semaforo, sugar tax e incentivi per cibi sani: il manifesto dell’American Heart Association per un’alimentazione salutare e sostenibile

frutta

Dopo Lancet con la sua commissione Eat, anche Circulation, forse la più importante rivista di cardiologia del mondo, scende in campo, pubblicando il nuovo manifesto dell’American Heart Association: un programma completo per un’alimentazione più sana e sostenibile nel quale si invita a pensare in modo innovativo e globale. Secondo i cardiologi americani, bisogna ragionare sempre in termini di sistema, considerando …

Continua »

Più sale e meno cereali integrali nelle mense scolastiche statunitensi. Le nuove linee guida dell’amministrazione Trump

mensa scuola

I menu delle mense scolastiche statunitensi sono più sani di cinque anni fa, grazie alle linee guida introdotte dall’amministrazione Obama. Ma ora il ministro dell’Agricoltura Sonny Perdue, come aveva preannunciato nel maggio 2017 al momento del suo insediamento, ha deciso di modificarle, introducendo maggiore flessibilità, perché “se i bambini non mangiano ciò che viene servito, non ne stanno beneficiando, e il …

Continua »

5 suggerimenti per ridurre il sale. Inizia la Settimana mondiale di sensibilizzazione per la diminuzione

sale

È iniziata oggi Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo alimentare di sale, promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH) in associazione con numerosi partner in 100 Paesi. Lo slogan è “5 ways to 5 grams” per indicare i cinque  comportamenti virtuosi da adottare per ridurre il consumo di sale e arrivare al valore massimo raccomandato …

Continua »

Sale negli alimenti trasformati: in Canada fallisce il progetto di riduzione volontaria. L’industria non rispetta le linee guida

Nonostante le linee guida volontarie adottate dall’industria alimentare, la riduzione del sale negli alimenti processati è “molto inferiore” a quanto previsto e la lista dei prodotti che non hanno fatto progressi in questa direzione è lunga. Lo afferma un rapporto di Health Canada, il dipartimento per la salute pubblica del governo canadese, da cui emerge che il 48% delle categorie …

Continua »

Gran Bretagna, gli esperti sollecitano il governo a incoraggiare la sostituzione del sodio con il potassio. Si ridurrebbe il rischio di ictus e attacchi cardiaci

snack sale patatine fritte chips

Il governo britannico dovrebbe spingere i produttori alimentari a valutare la possibilità di sostituire parzialmente il sodio con alternative a base di potassio, perché questo avrebbe un impatto positivo sulla salute pubblica. Lo afferma un documento congiunto di due comitati consultivi di esperti britannici, il Scientific Advisory Committee on Nutrition (SACN) e il Committee on Toxicity of Chemicals in Food, …

Continua »

Sale: quali alimenti ne contengono troppo. In Italia il consumo è quasi il doppio di quello raccomandato. Attenzione a salumi e formaggi

Il sale è un alimento prezioso e nell’antichità era usato come moneta di scambio. Oggi però ne consumiamo troppo, anche se sappiamo che l’eccesso favorisce l’ipertensione e fa aumentare il rischio di malattie cardio- e cerebrovascolari, oltre che patologie renali, osteoporosi e alcuni tipi di tumori. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda per gli adulti una quota giornaliera di sale …

Continua »

Portogallo, il governo propone tassa su alimenti con troppo sale. Se approvata la legge, entrate pari a 30 milioni di euro

snack sale patatine fritte chips

Il governo portoghese ha presentato la proposta di bilancio per il 2018, inserendo una tassa sul sale in alcuni alimenti, come snack salati, patatine fritte, corn flakes, crackers e biscotti. La proposta prevede un’imposta di 0,80 euro al chilo per i prodotti che contengono più di un grammo di sale ogni 100 grammi. La tassa proposta, che dovrebbe entrare in vigore dal …

Continua »

Usa, diminuisce il sodio negli alimenti confezionati ma è ancora troppo. Tra il 2000 e il 2014 una riduzione del 12%

Secondo uno studio condotto da ricercatori della statunitense University of North Carolina, negli ultimi quindici anni il consumo di sodio contenuto negli alimenti confezionati negli Usa è diminuito significativamente, ma gli americani assumono ancora troppo sale. I ricercatori hanno studiato un campione nazionale di oltre 170.000 famiglie, aderenti al Nielsen Homescan Consumer Panel, che tra il 2000 e il 2014 …

Continua »

Pane con meno sale ma ugualmente buono da mangiare? Per il Crea è possibile. I risultati del progetto Eusal

pane varietà

Un pane buono e con meno sale è possibile. Lo dicono i risultati di una ricerca del Crea – Alimenti e Nutrizione partita nel 2011 con il finanziamento del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Il progetto, denominato Eusal, aveva come obiettivo l’individuazione di “strategie per il miglioramento della competitività della produzione italiana di frumento attraverso la riduzione dell’uso del …

Continua »

Surimi: sfizioso e all’apparenza esotico, in realtà è un insieme di ritagli della lavorazione che però costa quanto un pesce allevato di buona qualità

Surimi

Il surimi è un prodotto alimentare abbastanza misterioso. È difficile individuare gli ingredienti anche dopo il primo assaggio, anche se molti sanno che si tratta di un prodotto a base di granchio e/o pesce. Il nome giapponese non aiuta a capire la natura del prodotto. Al supermercato il surimi si presenta il più delle volte sotto forma di bastoncini cilindrici …

Continua »

Usa, pubblicate le linee guida per la riduzione volontaria del sodio in 150 cibi industriali

Negli Stati Uniti, la Food And Drug Administration (FDA) ha pubblicato le linee guida per la riduzione volontaria del sodio in 150 alimenti trasformati o serviti nei ristoranti. L’iniziativa è motivata dal fatto che gli americani consumano mediamente molto più sodio della dose giornaliera consigliata – 3,4 g invece di 2,3 g – con maggiori rischi di disturbi cardiovascolari, proprio …

Continua »

Troppo sale: i consigli del Ministero della salute per ridurre l’eccessivo consumo. ll 54% proviene dagli alimenti trasformati artigianali e industriali

carne impanata

L’Organizzazione mondiale della sanità invita le persone adulte a non superare più di 5 grammi di sale al giorno (g/die), equivalenti a circa   2 grammi di sodio. In Italia il consumo  individuale di sale è decisamente più alto. La stima dell’Istituto Superiore di Sanità  è di 10,6 g/die per gli uomini e di 8,2 g/die per le donne e non …

Continua »

New York, un tribunale blocca l’ordinanza sui menu con troppo sale. Accolto il ricorso preliminare della National Restaurant Association

Un giorno prima che entrassero in vigore le sanzioni per i trasgressori, un giudice della Corte d’appello ha accolto la richiesta della National Restaurant Association e ha temporaneamente congelato la piena applicazione dell’ordinanza della città di New York, che impone ai ristoranti di avvertire i clienti quando un piatto o un menù contiene l’equivalente, o più, della quantità di sale …

Continua »

Alimenti poco sani: l’Oms pubblica gli standard per riconoscerli. Parametri troppo radicali, obiettano i produttori di bibite

La Pan American Health Organization dell’Organizzazione mondiale della Sanità ha pubblicato una guida per aiutare i governi a distinguere gli alimenti freschi o industrialmente poco trasformati da quelli ultra-trasformati, in modo da essere in grado di adottare le misure necessarie per favorire una dieta sana da parte dei propri cittadini. Per alimenti ultra-trasformati si intendono quelli industriali che contengono sostanze …

Continua »

Sale rosa: no grazie. Costa fino a 30 volte più del comune sale da cucina e non contiene iodio, fondamentale per l’organismo

sale rosa dell'Himalaya

Da qualche anno molti supermercati propongono sugli scaffali a prezzi stratosferici (da 7 a 30 volte di più rispetto al sale marino) confezioni di sale rosa himalayano in grani sia fini che grossi. Nonostante il nome, il prodotto giunge dal Pakistan e viene confezionato a (circa) trecento chilometri dalla famosa catena montuosa. Qui sono custodite abbondanti riserve del minerale e si …

Continua »