Home / Archivio dei Tag: PUBBLICITA

Archivio dei Tag: PUBBLICITA

Kinder Ferrero, oscurato un sito e censurati portale, app e un canale YouTube in UK, per pubblicità non consentita

kindernauts kinder ferrero

Due siti internet, un’applicazione per smartphone e un canale YouTube di Kinder Ferrero sono stati censurati dall’Advertising Standards Authority (Asa) del Regno Unito, perché facevano pubblicità non consentita rivolta ai bambini. Le norme britanniche vietano categoricamente le pubblicità di prodotti ad alto contenuto di grassi, zucchero e sale (HFSS) ai minori di 16 anni. A segnalare i due siti Kinder a …

Continua »

Influencer e pubblicità occulta sui social, secondo intervento di moral suasion dell’Agcm. Nel mirino blogger e personaggi meno famosi

food blogger cellulare foto ristorante

Blogger e influencer finiscono di nuovo nel mirino dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Dopo un anno dal primo intervento, è scattata una seconda azione di moral suasion per mettere fine al fenomeno della pubblicità occulta nei post pubblicati attraverso i canali social di celebrità e personaggi web. Quella dell’influencer marketing e delle pubblicità nascoste nei blog, nei video e …

Continua »

Regno Unito, sanzionate le prime pubblicità online di junk food rivolte ai minori di 16 anni. Provvedimenti su cioccolato e dolciumi

bambino computer tablet

L’Advertising Standard Authority (ASA), l’organismo britannico di autodisciplina pubblicitaria, ha emesso i primi provvedimenti in merito alle pubblicità che violano le nuove regole sulle promozioni online del cibo spazzatura decise un anno fa a tutela dei minori, che vietano la pubblicità online di alimenti ricchi di grassi, sale o zucchero, se oltre il 25% del pubblico del mezzo utilizzato è al …

Continua »

La pubblicità del “primo mental drink” cita in modo impreciso Il Fatto Alimentare. Facciamo chiarezza

Su una rivista ho trovato una pubblicità di una “bevanda funzionale” prodotta dalla NaturalBoom, descritta come “il primo mental drink” (vedi foto). Vi scrivo perché mi ha colpito una frase attribuita a ilfattoalimentare.it che recita: “A partire dal 2019 non potranno più essere vendute all’interno delle strutture scolastiche quali elementari, medie e superiori bevande ipercaloriche”. L’asterisco rimanda a un vostro …

Continua »

I parlamentari britannici chiedono al governo una svolta nella lotta all’obesità infantile. Rapporto del Comitato ristretto per la Salute

boy eating a burger

“Il governo deve cambiare la narrazione sull’obesità infantile, chiarendo che il problema riguarda tutti e adottando un approccio unitario. Dovrebbe essere istituito un comitato a livello di Gabinetto per rivedere l’attuazione del Piano, con report obbligatori da parte dei Dipartimenti coinvolti. Chiamiamo il governo a fissare obiettivi chiari e ambiziosi per ridurre i livelli complessivi di obesità infantile e le …

Continua »

Mulino Bianco: nella nuova casa non c’è più Banderas e anche il mulino a olio è scomparso, come pure l’olio di palma. Tutto come avevamo suggerito a Barilla

mulino bianco casa del mulino

Ricordate Antonio Banderas nella pubblicità del Mulino Bianco? Lo spot mostrava un mugnaio che macina grano in un mulino per olive, ricavando farina per biscotti preparati con l’olio di palma. Dopo avere narrato per anni il miracolo del mulino con grandi macine di pietra adatte a schiacciare olive che invece macinano grano, Barilla ha abbandonato le favole. Nella nuova casa Mulino …

Continua »

Bambini e junk food: in UK spariranno gli snack alle casse, gli spot in tv prima delle 21 e le offerte 2×1 di alimenti poco sani

bambini dolci biscotti mangiare zuccheri

Il Regno Unito ha scelto la linea dura contro il cibo spazzatura e gli spot in televisione diretti ai bambini. Il segretario alla salute, Jeremy Hunt, sta pianificando nuove leggi, per contrastare il dilagante problema dell’obesità e del sovrappeso infantile. Secondo quanto riferisce il Telegraph, la strategia da portare avanti su vari fronti prevede: il divieto delle offerte 2×1 di …

Continua »

Cornetto Algida: sospeso lo spot del coniglio tenuto per le orecchie. Soddisfazione dell’Enpa

cornetto algida spot sospeso coniglio

Dopo essere stata sommersa dalle polemiche, Algida ha sospeso il contestato spot del Cornetto, in cui compariva un coniglio sollevato per le orecchie. Lo ha reso noto attraverso un comunicato l’Ente nazionale protezioni animali, che ha ricevuto la conferma della decisione direttamente da Unilever, la multinazionale che controlla il marchio Algida, attraverso una lettera indirizzata alla presidente Carla Rocchi. La …

Continua »

Coniglio tenuto per le orecchie: Algida nella bufera per la nuova pubblicità del Cornetto. Critiche dai veterinari

copertina spot cornetto algida coniglio

Il nuovo spot del famoso Cornetto Algida è finito al centro delle polemiche per un coniglio. Veterinari e animalisti (ma non solo) si sono scagliati contro la pubblicità in cui il giovane protagonista, per conquistare le attenzioni di una ragazza, estrae un coniglio bianco dallo zaino tenendolo per le orecchie. Peccato che secondo gli esperti questo sia il modo peggiore …

Continua »

Londra verso il divieto di pubblicità di cibo spazzatura sui trasporti pubblici. Consultazione pubblica sulla proposta del sindaco Sadiq Khan

mockup billboard in the subway. 3d.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan per combattere l’obesità infantile, da lui considerata una bomba a orologeria, propone di vietare sulla rete dei trasporti pubblici della capitale inglese tutte le pubblicità di alimenti e bevande risultati malsani, perché troppo ricchi di zuccheri, sale o grassi. Sarebbero bandite anche le pubblicità che riportano solo il nome del produttore di alimenti o di …

Continua »

Dalla famiglia del Mulino Bianco ai testimonial VIP: “Che mondo sarebbe” quello delle pubblicità del cibo? Un libro racconta la società degli spot

che mondo sarebbe libro slow food dettaglio

Che mondo sarebbe… se la nostra vita e la nostra società fosse uguale a quella descritta negli spot dei prodotti alimentari di cui siamo bombardati ogni giorno? Ha provato a immaginarlo il libro “Che mondo sarebbe – Pubblicità del cibo e modelli sociali” scritto da Cinzia Scaffidi ed edito da Slow Food. È una società noiosa e retrograda quella dipinta …

Continua »

Gran Bretagna, i leader dell’opposizione propongono al governo tredici interventi contro l’obesità infantile, su iniziativa di Jamie Oliver

cibo spazzatura cibo sano

In Gran Bretagna, i leader dei quattro partiti di opposizione, coordinati dal noto chef Jamie Oliver, hanno sottoscritto una lettera indirizzata alla Premier Theresa May, chiedendo l’adozione di tredici misure per una lotta senza quartiere al cibo spazzatura, al fine di mettere in campo una strategia complessiva contro l’obesità infantile. La lettera è firmata da Jeremy Corbyn per il Partito …

Continua »

Etichettatura degli alimenti: normativa, sanzioni e fake news. Conferenza a Bologna il 18 e il 19 aprile 2018

Torna anche nel 2018 la conferenza dedicata all’etichettatura, la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari, ormai giunta alla sua ottava edizione, promossa dall’Istituto italiano imballaggio e dall’Associazione italiana food labelling expert (Aifle). Anche quest’anno l’incontro avrà la duplice veste di secondo Congresso nazionale per gli aderenti all’Aifle.  Saranno affrontati argomenti di grande attualità, offrendo anche un quadro della situazione normativa …

Continua »

Integratori alimentari e pubblicità: dalla cura del cancro alla perdita di peso, tutto quello che non si può dire negli spot. Le linee guida di FederSalus

integratori pastiglie donna

Gli integratori alimentari prevengono le malattie, fanno dimagrire e sostituiscono la frutta e la verdura nella nostra dieta? Questi sono alcuni esempi di cosa non si può dire nella pubblicità, ma che purtroppo si trovano ancora spesso nei messaggi e negli spot per illudere i consumatori. Per questo motivo FederSalus ha pubblicato le nuove “Linee guida sulla comunicazione degli integratori …

Continua »

Ovito, lo Iap censura gli spot in tv: sfruttano la paura dei consumatori. Contestati i messaggi “no fipronil, no aviaria”

ovito uova

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con l’ingiunzione n°12/2018, ha censurato gli spot televisivi delle uova Ovito di Fattorie Novelli Srl Agricola andati in onda sulle reti Mediaset nel gennaio 2018 perché contrari all’articolo 8 del Codice di autodisciplina pubblicitaria, sull’uso di “superstizione, credulità, paura”. Le pubblicità censurate erano accompagnate dal messaggio “No fipronil, no aviaria, filiera garantita, alimentazione vegetale, 100% italiano. Nelle …

Continua »