; PUBBLICITA - Il Fatto Alimentare
Home / Archivio dei Tag: PUBBLICITA

Archivio dei Tag: PUBBLICITA

Pubblicità di junk food dirette ai bambini: vincono le azioni di lobbying delle aziende. I risultati di uno studio canadese

Breaded chicken strips with two kinds of sauces and fried potatoes on a wooden Board. Fast food on dark brown background. with copy space

Nel 2016 il Parlamento canadese ha bocciato la legge S-228, lo Child Health Protection Act, con la quale si voleva introdurre il divieto di pubblicizzare il junk food in modo mirato ai bambini. Ora una dettagliata indagine ricostruisce che cosa è successo: le grandi aziende hanno esercitato un’ingombrante azione di lobbying, fino a ottenere il risultato desiderato. A raccontare tutta …

Continua »

Approfitta del bonus pubblicità del 50% su Il Fatto Alimentare

Approfitta dei vantaggi fiscali per la comunicazione della tua azienda Per il 2021 è disponibile il Bonus Pubblicità, un credito d’imposta del 50% sugli investimenti pubblicitari su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale. Il Fatto Alimentare, in quanto testata registrata, ti permette di usufruire dell’incentivo statale. Per poter ricevere il Bonus è necessario farne domanda entro il 31 marzo. Non perdere …

Continua »

Iap contro il fattoquotidiano.it per pubblicità ingannevole e poco differenziata dagli articoli

Il presidente del Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria il 9 febbraio 2021, ha censurato sul sito ilfattoquotidiano.it le pubblicità “Ce l’ho fatta e non sono nata ricca: dice una mamma di Milano”, “Come prevenire un attacco di cuore. Fallo una volta al giorno” e “Queste due verdure distruggono il grasso della pancia di notte”. Le frasi violano gli articoli 7 (Identificazione …

Continua »

Regole più severe per la pubblicità in rete dei prodotti alimentari destinati ai bambini

Adorable girl playing game on digital tablet over dark background. Technology and lifestyle.

Dal 9 febbraio è entrato in vigore il nuovo Regolamento che l’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha realizzato per normare la comunicazione commerciale in rete, relativa a prodotti alimentari e bevande destinate ai bambini. Si ampliano così le norme già presenti nell’art. 11 del Codice . “La Direttiva 1808/2018 sui servizi di media audiovisivi, non è stata ancora recepita in Italia …

Continua »

Finish detersivo per lavastoviglie, lo Iap censura la pubblicità. Non fa risparmiare 38 litri di acqua

Finish detersivo

Il Giuri dell’autodisciplina pubblicitaria ha censurato lo spot tv e i messaggi pubblicati sui canali social e nel sito internet di due detersivi per lavastoviglie dell’azienda Reckitt Benckiser. Si tratta di Finish Quantum Ultimate e Finish Gel. Le frasi sotto accusa riguardano la possibilità di risparmiare acqua per sciacquare i piatti prima di metterli  nella lavastoviglie. Il Giurì ha ritenuto …

Continua »

Barilla: gli spaghetti n°5 diventano rosa e si vendono al supermercato ma solo per pochi giorni

Che cosa c’è dietro la Barilla rosa? Sarà una confezione speciale per la festa della donna? O forse una nuova tipologia di pasta? La domanda sorge spontanea quando, in fondo alla corsia della pasta del supermercato Esselunga di Segrate, trovo un grande contenitore con centinaia di confezioni di spaghetti n°5 di colore rosa. La gente era abituata a vedere sugli …

Continua »

Pubblicità sessista: lo Iap censura il cartellone della Macelleria Ugolini. “Svilisce la dignità della persona”

censura iap cartellone pubblicita sessista macelleria ugolini

Dopo la bufera sui social, arriva la censura dello Iap: la pubblicità della Macelleria Ugolini appare sessista e svilente della dignità della persona. Il cartellone al centro delle polemiche, come spiega l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, è stato affisso nel mese di gennaio 2020 nel comune di Misano Adriatico (provincia di Rimini) e mostra “il corpo di due donne riprese da …

Continua »

Uliveto: censurato il programma “Belli dentro, belli fuori” di Roberta Capua per pubblicità occulta

Roberta Capua Uliveto

Il Giurì dell’Autodisciplina ha censurato per l’ennesima volta l’acqua minerale Uliveto (sentenza 14/2019) per pubblicità occulta. Il problema riguarda un servizio filmato andato in onda il 24 marzo 2019 nel programma “Belli dentro, belli fuori”, condotto da Roberta Capua sull’emittente  La 7. Nel corso della puntata  la conduttrice presenta il filmato come un contributo alla discussione tra gli ospiti in …

Continua »

Pubblicità: diamo un voto ai prodotti alimentari degli spot attraverso l’etichetta a semaforo

In Francia, le pubblicità di prodotti alimentari trasmesse via internet, radio e tv, dal 1° gennaio 2019 dovranno riportare  l’etichetta a semaforo Nutri-Score (*). La decisione secondo quanto approvato dall’Assemblea nazionale dovrebbe aiutare i consumatori a comprendere meglio il valore nutrizionale dei prodotti e ridurre l’acquisto del cibo spazzatura. Le aziende che non si adegueranno dovranno pagare un contributo all’Agenzia …

Continua »

Festival di Sanremo: da 220 a 229 mila per uno spot di 15 secondi il sabato sera

Festival Sanremo 2019

Nella lista degli inserzionisti che hanno comprato gli spot per il festival di Sanremo 2019 c’erano tutti  i grandi marchi  del settore alimentare. In cima alla lista troviamo Ferrero con Kinder e Nutella, Parmigiano Reggiano, Lavazza, l’acqua minerale Lete, Barilla con i biscotti Pavesi Le Gocciole, Findus, Valsoia, Auricchio, Costa d’Oro e anche qualche catena di supermercati insieme alla vitamina …

Continua »

Realtà o finzione? Tutti i segreti dei pubblicitari per rendere il cibo perfetto e irresistibile, nel video pubblicato da Il Salvagente

pubblicita hamburger

Troppo belli per essere veri, così appaiono i prodotti alimentari sui cartelloni pubblicitari e negli spot televisivi. Dietro questo aspetto invitante, si nascondono trucchi e segreti, studiati da fotografi esperti di scenografia per far apparire un hamburger succoso al punto giusto e la panna montata perfettamente spumosa (ne avevamo parlato anche noi in questo articolo). A svelare i segreti dei …

Continua »

Da febbraio a Londra sarà vietata la pubblicità di cibo spazzatura sui trasporti pubblici. Riguarderà metro, bus, taxi, servizi sul Tamigi e pensiline

London bus

Dal prossimo 25 febbraio, sulla rete dei trasporti pubblici di Londra sarà consentita solo la pubblicità di cibi sani. Saranno bandite, invece, quelle di alimenti e bevande risultati malsani, perché troppo ricchi di zuccheri, sale o grassi. Sarà vietato anche riportare solo il nome del produttore di alimenti o di bevande o il semplice marchio del ristorante, che sarà permesso …

Continua »

Nutella e altri prodotti famosi nelle ricette sono semplici ingredienti o pubblicità? Uno stratagemma per attirare click sempre più diffuso

Nutella dolci crema noccole

Oggi il modo più semplice per trovare una ricetta golosa è aprire internet: blog e siti stanno soppiantando i classici libri di cucina e basta fare una ricerca con l’ingrediente desiderato per trovare decine di suggerimenti. Improbabile che le aziende si lasciassero scappare l’opportunità per promuovere i loro prodotti attraverso i propri siti, e con operazioni promozionali sui portali più …

Continua »

Pavesini meglio dello yogurt alla frutta: se c’è un comico nella pubblicità va bene. La curiosa decisione dello Iap

Dopo la segnalazione di una lettrice sullo spot dei Pavesini, diffuso sulle reti Mediaset nei mesi di ottobre e novembre 2018, abbiamo chiesto al Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria di censurare la pubblicità per via del messaggio scorretto, rivolto ai bambini. Come avevamo già riportato in un precedente articolo, il video lascia intendere al telespettatore che la scelta dei …

Continua »

Kinder Ferrero, oscurato un sito e censurati portale, app e un canale YouTube in UK, per pubblicità non consentita

kindernauts kinder ferrero

Due siti internet, un’applicazione per smartphone e un canale YouTube di Kinder Ferrero sono stati censurati dall’Advertising Standards Authority (Asa) del Regno Unito, perché facevano pubblicità non consentita rivolta ai bambini. Le norme britanniche vietano categoricamente le pubblicità di prodotti ad alto contenuto di grassi, zucchero e sale (HFSS) ai minori di 16 anni. A segnalare i due siti Kinder a …

Continua »