Home / Archivio dei Tag: petizione (pagina 2)

Archivio dei Tag: petizione

Stop all’olio di palma nei biscotti Mulino Bianco, un padre lancia una nuova petizione rivolgendosi a Barilla

“Barilla potrebbe sostituire l’olio di palma con altri prodotti non dannosi per l’ambiente, ottenendo grandi benefici di immagine, risultando coerente con UN MONDO BUONO che reclamizza”. È questa la richiesta formulata da Massimiliano Sezanne con una petizione lanciata su Change.org che in pochi giorni ha raccolto oltre  7.000 firme.  Basta fare scorrere sul nostro sito la lista degli oltre 220 tra biscotti …

Continua »

Gorgonzola o Cambozola? Gift lancia una petizione per tutelare il formaggio Dop italiano dal “sosia” tedesco

Great Italian Food Trade ha lanciato una petizione su Change.org contro il “Cambozola Classic”, un formaggio di produzione tedesca, la cui denominazione e apparenza paiono usurpare a tutti gli effetti il formaggio italiano Gorgonzola, iscritto tra le Denominazioni d’Origine Protette in Europa tramite regolamento (CE) n. 1107/1996 (1). Nel testo si chiede il “divieto dell’impiego del nome Cambozola su formaggi …

Continua »

Slow Food propone una petizione contro il “formaggio senza latte”. Il problema non esiste. All’estero si usa già una percentuale di latte in polvere per standardizzare la lavorazione

formaggi

Il “formaggio senza latte” è l’ultima bufala diffusa e amplificata dai media  contro la decisione europea di invitare l’Italia a rimuovere il divieto di aggiungere latte in polvere al formaggio. Tra i sostenitori e i promotori troviamo in prima fila Coldiretti e Slow Food, quest’ultima promotrice di una  petizione lanciata pochi giorni fa su change.org. Premesso che il latte è …

Continua »

TTIP bloccato in Parlamento negli USA e in Europa: per le lobby si tratta di una brusca frenata al successo dei negoziati

Nonostante la sicurezza ostentata dai suoi sostenitori, le prospettive di successo dei negoziati sul Trattato di libero scambio Ue-Usa (TTIP) hanno subito un brusco e contemporaneo doppio stop, su entrambe le sponde dell’Atlantico. Dopo mesi di dibattito in ben quattordici commissioni del Parlamento europeo, alla fine di maggio quella per il commercio internazionale aveva approvato una risoluzione di compromesso tra …

Continua »

Raccolte 150 mila firme contro l’invasione dell’olio di palma. Adesione di supermercati e aziende che cambiano le ricette

150 mila persone hanno firmato la petizione per limitare l’invasione dell’olio di palma nei prodotti alimentari. Il traguardo è stato raggiunto dopo sette mesi. In questo periodo abbiamo spiegato i motivi della nostra petizione alle aziende e alle catene di supermercati e molte persone hanno smesso di comprare prodotti con olio di palma. La conferma di questo nuovo comportamento è …

Continua »

Stop TTIP raggiunte 2 milioni di firme. Il Parlamento Europeo domani si riunisce per discutere la Risoluzione Lange. Continua la raccolta

La raccolta firme contro TTIP e CETA , portata avanti da un’alleanza di oltre 470 organizzazioni della società civile, contro il progetto di accordi commerciali tra Stati Uniti e Canada con l’Europa, ha raggiunto quota 2 milioni. È la prima volta che un’iniziativa promossa da cittadini europei raggiunge un numero di consensi così alto. L’obiettivo è arrivare a 2,5 milioni …

Continua »

È iniziata la campagna di Aidepi per dire che l’olio di palma fa bene. Ma 15 catene di supermercati decidono di cambiare le ricette. Avanti con la petizione

olio di palma

È iniziata la campagna per convincere milioni di consumatori che l’olio di palma fa bene e non distrugge le foreste. L’operazione è promossa dalle aziende che aderiscono all’associazione  dei produttori  di dolci e prodotti da forno (Aidepi). Il documento utilizza una buona e convincente narrazione per descrivere i vantaggi del grasso tropicale. L’effetto sul mondo dei media è stato quasi …

Continua »

Biscotti Gentilini stop all’olio di palma. L’annuncio arriva dalle pagine di Facebook ed è un successo

Biscotti Gentilini dice stop all’olio di palma in tutti i prodotti alimentari in assortimento. Si tratta della seconda notizia positiva che arriva in pochi giorni di un’azienda che decide di  abbandonare il grasso tropicale dalle ricette. Ieri avevamo annunciato la decisione di Misura di non utilizzare più il palma. Secondo quanto riportato sulla pagina Facebook della Gentilini Biscotti il grasso è stato sostituito con olio di …

Continua »

Arrivate le magliette per sostenere la campagna contro l’invasione dell’olio di palma. 100% in cotone biologico, equo e solidale e prodotte da energia green

Sono arrivate le magliette “Stop palm oil” contro l’invasione nei prodotti alimentari dell’olio di palma. A sostegno della campagna lanciata su Change.org da Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade che ha superato le 110 mila firme, si possono acquistare online sulla piattaforma Worth Wearing le nuove t-shirt in diversi colori e taglie. Il Fatto Alimentare dice “no” all’olio di palma …

Continua »

Articolo del mensile Dolce Vita sui problemi ambientali e alimentari dell’olio di palma. In Italia nel 2014 le importazioni sono aumentate del 26%

Il mensile Dolce Vita, stili di vita alternativa di marzo pubblica un articolo sulle problematiche ambientali e alimentari collegate alla produzione e all’impiego dell’olio di palma. Nella nota si riprende l’iniziativa per limitare l’uso, della petizione lanciata su Change.org da Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade che ormai ha raggiunto 110 mila firme. In Italia nel 2014 le importazioni di …

Continua »

Olio di palma: perché l’ingrediente misterioso presente in tantissimi prodotti alimentari, non si trova nei supermercati? Nessuno lo comprerebbe! La petizione supera le 110 mila firme

Dopo avere promosso insieme a Great Italian Food Trade una petizione su Change.org contro l’invasione dell’olio di palma che ha raccolto oltre 110 mila firme, e aver catalogato più di 300 prodotti che non lo utilizzano, ho visto per la prima volta sugli scaffali di un grossista alimentare il misterioso olio tropicale confezionato in bidoni da 20-25 litri. L’olio più diffuso nei prodotti …

Continua »

Avvenire pubblica un articolo che riprende la petizione per limitare l’usa dell’olio di palma. Raccolte 110 mila firme

Oggi il quotidiano Avvenire pubblica un articolo dove riprende l’iniziativa della petizione lanciata su change.org da Il fatto Alimentare e Great Italian Food Trade per limitare l’uso dell’olio di palma che ormai ha raggiunto 110 mila firme. Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade hanno lanciato una petizione online su Change.org per fermare l’invasione dell’olio di palma nei prodotti alimentari e …

Continua »

Al via anche in Italia la petizione contro il TTIP: già raccolte 1,5 milioni di firme per sospendere il Trattato Ue-Usa. Il Fatto Alimentare aderisce all’iniziativa

Anche in Italia è partita la raccolta firme per la petizione che chiede di sospendere le trattative relative al TTIP, il Trattato commerciale di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti (Transatlantic Trade and Investment Partnership – TTIP), le cui negoziazioni sono iniziate nel luglio 2013 e che all’inizio di febbraio hanno visto l’ottava tornata di incontri tra le …

Continua »

Biscotti Plasmon: basta con l’olio di palma! Sosteniamo la petizione di una mamma che chiede di eliminare il grasso tropicale aggiunto dall’azienda al posto del burro

I biscotti Plasmon riempiono le dispense delle nostre case da generazioni. Bambine e bambini sono cresciuti mangiandoli felici fin dal sesto mese di vita. E i loro genitori hanno comprato questo prodotto per anni, sempre convinti che fosse la scelta migliore, la più sana e salutare. Ignoravano, però, la presenza di un ingrediente dannoso: l’olio di palma, una scorta per …

Continua »

Etichette alimentari, raccolte 8.000 firme nella petizione per dire sì allo stabilimento di produzione promossa da Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade

Etichette alimentari: sì all’indicazione dello stabilimento di produzione. È questo il tema della petizione che Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade hanno promosso su Change.org per chiedere al governo italiano di ripristinare l’obbligo di inserire sulle etichette di prodotti alimentari e bevande la sede dello stabilimento di produzione.  Il 23 marzo sono state raccolte 8.000 firme. Per sottoscrivere …

Continua »