;
Home / Archivio dei Tag: olio d’oliva

Archivio dei Tag: olio d’oliva

Gli Stati Uniti dicono sì all’olio di oliva per le fritture. La notizia diffusa da Teatro Naturale

La guida del sito web del Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti su ‘Deep fat frying and food safety’ inserisce l’olio d’oliva tra quelli raccomandati per la frittura. Infatti, contrariamente a molti che direbbero che l’olio d’oliva ha un punto di fumo basso o anche moderato, l’USDA lo include nella lista di oli ad ‘alto punto di fumo’, insieme all”olio di …

Continua »

Il Nutri-Score per l’olio d’oliva promosso dai consumatori: lo conferma una ricerca francese

olio oliva extravergine

“Ha un impatto negativo sull’immagine dei prodotti tipici della dieta mediterranea e della tradizione italiana”. È questa una delle principali critiche mosse dai detrattori dell’etichetta Nutri-Score. Tra i prodotti più frequentemente citati da chi sostiene questa posizione spiccano molte specialità nostrane e, in particolare, l’olio d’oliva e il Parmigiano Reggiano. È accaduto anche di recente, in occasione del G20, infatti, Luigi …

Continua »

Olio d’oliva, nelle bottiglie di plastica si conserva di meno e la qualità diminuisce prima. Scadenze tutte da rivedere?

olio d'oliva plastica PET

Conservare l’olio d’oliva nella plastica potrebbe non essere una buona idea. Come riferisce Teatro Naturale, secondo uno studio dei ricercatori dell’Università di Atene pubblicato sulla rivista scientifica Food Packaging and Shelf Life, la conservabilità di un olio in bottiglia di Petpotrebbe essere più breve di quanto si pensava.Nel calcolare il termine  minimo di conservazione non si tiene conto di un …

Continua »

Una sostanza dell’olio d’oliva migliora alcune patologie collegate all’obesità nei bambini. La scoperta dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

bambino sovrappeso

Una sostanza derivata dell’olio di oliva migliora alcune patologie collegate all’obesità nei bambini. Si tratta dell’idrossitirosolo che fa parte della famiglia dei fenoli, dei composti chimici presenti in diversi alimenti e bevande (olio, vino, ecc.) capaci di inibire i processi ossidanti. La scoperta si deve all’ultimo studio condotto da medici e ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e pubblicato sulla rivista …

Continua »

Francia. il 50% dell’olio di oliva in vendita sugli scaffali non è in regola. I risultati del piano di controllo del governo

Virgin olive oil in a crystal bottle on wooden background.Copyspace

La direzione generale per la repressione delle frodi del governo francese ha pubblicato i risultati dei controlli dell’olio d’oliva effettuati nel 2016. Gli investigatori hanno raccolto 139 campioni di olio d’oliva, 67 dei quali, pari al 48%, sono risultati non conformi ai regolamenti. La maggior parte di questi erano oli di origine straniera con difetti di qualità che hanno portato …

Continua »

La proposta di Federolio e Coldiretti di chiamare “Italico” l’extravergine con il 50% di olio straniero scatena i produttori. Ma arriva una retromarcia

Ancora una volta Coldiretti prova a prendere in giro i consumatori proponendo una nuova etichetta per l’olio extravergine giudicata “ingannevole” dai produttori. Si tratta della scritta “Italico” da riportare in evidenza sulle bottiglie di olio che contengono solo il 50% di extravergine italiano, e il 50% di materia prima importata da Spagna, Grecia, Tunisia… Per questa avventura Coldiretti ha scelto …

Continua »

Richiamato un lotto fustino per olio di oliva da 2,5 litri “Olivio” Aginox per eccessiva migrazione di manganese

Garofoli SpA divisione Aginox ha richiamato un lotto di fustini in acciaio inox per olio di oliva “Olivio” da 2,5 litri a causa del superamento del limite per la migrazione di manganese negli alimenti, come stabilito dal Decreto Ministeriale 21/3/1976. Il provvedimento interessa i prodotti commercializzati a partire dal 13/11/2015 e appartenenti al lotto 1/2015 per quanto riguarda il coperchio …

Continua »

Cremolì: al posto dell’olio di palma, arriva dall’Italia una crema a base di olio di oliva. Premiata l’innovazione di un’azienda di Perugia

Da una startup della provincia di Perugia, arriva un innovativo sostituto dell’olio di Palma. Si chiama Cremolì, è un grasso vegetale prevalentemente a base di olio d’oliva o di extra vergine di oliva, che rappresenta oltre l’80% della parte grassa, e di burro di cacao (*). Il nuovo prodotto possiede caratteristiche tecnologiche superiori a quelle dei grassi presenti sul mercato …

Continua »

Olio d’oliva, da luglio sanzioni per chi non rispetta la nuova normativa. Rimangono reato gli illeciti in etichetta

olio extravergine oliva

Dal 1° luglio entra in vigore la nuova normativa che stabilisce le sanzioni per le violazioni al regolamento europeo n. 29/2012 sulla commercializzazione di tutti i tipi di olio di oliva (dall’extra vergine al vergine dal semplice olio di oliva alla sansa). Il nuovo decreto legislativo 103/2016 sostituisce quello precedente 225/2005 e presenta diversi aspetti innovativi. La buona notizia è …

Continua »

No alla legge truffa sull’olio extravergine che prevede una multa ridicola per chi vende finto olio italiano

A pochi giorni dall’inchiesta che ha smascherato 7.000 tonnellate di falso olio extravergine Made in Italy, arriva in parlamento un provvedimento che depenalizza la contraffazione della designazione d’origine. Sì avete capito bene, se lo schema di decreto legislativo che prevede disposizioni sanzionatorie per la violazione del regolamento UE n. 29/2012, relativo alle norme di commercializzazione dell’olio di oliva e del …

Continua »

Olio Monini: l’extravergine prima era “100% italiano” poi è diventato olio “dell’Unione europea”. Una lettrice chiede chiarimenti. Risponde l’azienda

Vi scrivo per segnalarvi questa spiacevole sorpresa: mi trovo a Parigi per motivi di studio, e ho cercato a lungo un olio extravergine d’olivo decente, finalmente ho trovato il Monini classico. Addirittura nell’etichetta si dichiarava 100% italiano! E, devo dire, era il più buono fra quelli che ho assaggiato (Carapelli compreso). Oggi al supermercato lo ricompro, senza nemmeno osservare l’etichetta, …

Continua »

L’olio di palma fa male alla salute. Ecco i lavori scientifici che lo dimostrano. Il silenzio imbarazzato del Ministero salute, delle aziende e dell’Inran (Cra-Nut)

L’olio di palma fa male alla salute? La risposta è affermativa anche se gli studi condotti da alcuni ricercatori in Malesia e in Indonesia (i principali paesi produttori di olio di palma) tentano di dimostrare il contrario. Le aziende italiane che usano il palma in quasi tutti i prodotti alimentari cercano di ignorare questo problema, anche se è ormai difficile …

Continua »

Falso olio biologico: la vicenda risale al mese di novembre 2013. Le bottiglie non sono in vendita da 8 mesi e la frode riguardava l’origine

Acquistavano olio d’oliva dalla Spagna e, attraverso un giro di fatturazioni false, lo etichettavano e vendevano come olio extravergine di oliva italiano o addirittura biologico made in Italy. Come se non bastasse, nel caso dell’olio venduto “solo” come italiano, sembra che la miscela fosse integrata anche con oli ricavati da residui di frittura. Questa commercializzazione fraudolenta ha portato la Guardia di Finanza …

Continua »

L’olio di palma è il grasso più utilizzato nei biscotti e nelle merendine. È una questione di prezzo ma non solo. I segreti che nessuno vuole raccontare e le alternative

L’olio di palma è un ingrediente molto versatile, considerato dall’industria alimentare come ottimo surrogato del burro. Sulla base di questo presupposto, la sostituzione è quasi completa soprattutto nei prodotti da forno, dove trovare alimenti preparati con il solo burro è difficile. Sugli scaffali dei supermercati si trovano biscotti per la colazione, merendine e snack con una quantità di burro pari …

Continua »

“Olivia”: il nuovo software che fa parlare l’olio e risponde a tutte le domande dei consumatori

olive olio

Che cosa si intende per acidità di un olio? Come si degusta un extra vergine? Quanto tempo si  può conservare una bottiglia? Sono tanti i dubbi e le curiosità dei consumatori sull’olio d’oliva e presto a rispondere potrebbe essere… l’olio stesso. O meglio, la bottiglia, grazie a Olivia, un software in grado di riconoscere il linguaggio e di rispondere “a tono”. …

Continua »