Home / Archivio dei Tag: norovirus (pagina 3)

Archivio dei Tag: norovirus

Salmonella in salsiccia dall’Italia e Anisakis in sgombro francese… Ritirati dal mercato europeo 45 prodotti

salsiccia

Nella settimana n°37 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 45 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un solo caso: eccesso di mercurio in verdesca (Prionace glauca) a fette dalla Spagna. Nella lista delle informative sui prodotti …

Continua »

4.000 persone colpite da norovirus per acqua in bottiglia in Spagna. L’emergenza sembra finita, dubbi sulla contaminazione

In Spagna il Dipartimento della Salute catalano lo scorso 25 aprile ha dichiarato conclusa l’epidemia di gastroenterite dovuta al consumo di acqua contaminata da norovirus confezionata in bottiglie e bottiglioni da 18,9 litri, distribuiti in 381 aziende situate nelle province di Barcellona e Tarragona. La vicenda ha coinvolto 4.136 persone che nella maggior parte dei casi hanno riportato un quadro clinico lieve e …

Continua »

Mandorle non dichiarate in biscotti al cioccolato e noci francesi tossina di Shiga in carni bovine dall’Uruguay… Ritirati dal mercato europeo 50 prodotti

mandorle

Nella settimana n°15 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 50 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende cinque casi: la Francia segnala mandorle non dichiarate in etichetta in biscotti al cioccolato e noci francesi distribuiti in 16 …

Continua »

Escherichia coli in formaggio dalla Francia e Salmonella in salsicce e spiedini italiani… Ritirati dal mercato europeo 63 prodotti

Nella settimana n°12 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 63 (10 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sei casi: norovirus in ostriche dalla Francia; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in formaggio a …

Continua »

Listeria in formaggio a fette dalla Francia e istamina in filetti di sgombro marocchini… Ritirati dal mercato europeo 59 prodotti

Nella settimana n°11 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 59 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: presenza di norovirus in ostriche vive (Crassostrea gigas) dalla Francia; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo …

Continua »

Infezioni alimentari: l’Oms pubblica per la prima volta le stime mondiali su malattie e morti

mani riso fame cibo mondo

Ogni anno almeno 600 milioni di persone si ammalano  per infezioni alimentari, il 40% è costituito da bambini al di sotto dei cinque anni e le vittime sono 420.000 . Sono le stime sulle malattie di origine alimentare a livello mondiale, diffuse per la prima volta dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Secondo il direttore del dipartimento per la sicurezza alimentare si …

Continua »

Pezzi di vetro in sugo italiano e norovirus in ostriche francesi… Ritirati dal mercato europeo 48 prodotti

pomodoro passata

Nella settimana n°40 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 48 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un caso per norovirus in ostriche vive provenienti dalla Francia. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che …

Continua »

Ostriche e norovirus: non andrebbero mai consumate crude. Il mollusco è considerato un veicolo naturale del virus.

Le ostriche (e probabilmente anche gli altri molluschi marini)  sono il veicolo di trasmissione del temibile norovirus e anche un serbatoio naturale. Per questo motivo non andrebbero mai consumate crude anche se questo comportamento stride con molte abitudini e tradizioni culinarie. È il severo monito di uno studio pubblicato su Applied and Environmental Microbiology dai ricercatori dell’Università Oceanografica di Shangai, in …

Continua »

Norovirus in lamponi surgelati, in Svezia morti tre anziani e 70 contaminati. L’Agenzia per la sicurezza alimentare raccomanda di bollire i frutti surgelati prima dell’uso

Il norovirus contenuto in lamponi surgelati d’importazione, utilizzati in un dolce della domenica, ha causato tre morti e oltre settanta ammalati tra gli ospiti di una casa di riposo per anziani in Svezia. L’Agenzia svedese per la sicurezza alimentare afferma che probabilmente la contaminazione è stata causata da un dipendente infetto dell’azienda di confezionamento.   L’Agenzia raccomanda di bollire i …

Continua »

Happy hour: i rischi di mangiare con le mani. La carenza d’igiene può diffondere raffreddore, influenza ma soprattutto colibatteri o norovirus

Quali sono i rischi di un happy hour? Abbiamo parlato più volte delle possibili infezioni causate dalla cattiva conservazione degli alimenti in ristoranti, bar e tavole calde (leggi su ristoranti e happy hour). Ci sono altre perplessità segnalate dal blogger americano Sydney Ross Singer su Food Safety News. Il problema non è legato alla qualità del cibo, ma alle modalità del …

Continua »

Frode su prodotti ittici italiani e norovirus in ostriche dalla Francia… Ritirati dal mercato europeo 49 prodotti

pesce pescheria

Nella settimana n°15 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 49 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: norovirus in ostriche dalla Francia ed eccesso di Escherichia coli in mitili mediterranei (Mytilus galloprovincialis) italiani.   …

Continua »

Salmonella in roquefort francese e allerta per un paté vegano italiano con Clostridium perfringens… Ritirati dal mercato europeo 90 prodotti

formaggio latticini

Nella settimana n°14 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 90 (15 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: Salmonella spp. in formaggio blu roquefort con latte di pecora crudo dalla Francia (leggi articolo); presenza di …

Continua »

Pesticidi in zenzero dal Nicaragua e cromo in coltelli cinesi… Ritirati dal mercato europeo 64 prodotti

Nella settimana n°13 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 64 (12 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia che non implicano un intervento urgente comprende un caso: alto contenuto di alluminio in farina di banano dagli Stati Uniti.   Tra i …

Continua »

Solfiti in marmellata di mirtilli spagnola e datteri infestati da insetti… Ritirati dal mercato europeo 59 prodotti

Blueberry Preserves

Nella settimana n°12 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 59 (5 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un solo caso: presenza di DNA di ruminanti in mangimi completi per trote italiani, distribuiti anche in Grecia, Slovenia …

Continua »

Cozze contaminate da virus epatite A. Il ministero lancia un’allerta e invita a non consumare il prodotto che però non è più in vendita da 10 giorni

Il Ministero della salute ha diffuso ieri un comunicato per segnalare la presenza del virus dell’epatite A e di Norovirus in alcuni lotti di mitili confezionati in retine di plastica provenienti dallo stabilimento Irsvem di Bacoli (Napoli). Il numero di riconoscimento dello stabilimento riportato sulle confezioni è CE IT 2 CDM. In realtà i virus sono stati trovati su campioni …

Continua »