; molluschi - Il Fatto Alimentare
Home / Archivio dei Tag: molluschi

Archivio dei Tag: molluschi

Calamari o totani? Una lettrice ha dei dubbi sull’etichetta. Risponde Valentina Tepedino

calamari

Tutte le specie ittiche in commercio devono riportare in etichetta una denominazione obbligatoria in lingua italiana. Pubblichiamo di seguito i dubbi di una lettrice rispetto a quest’informazione su un prodotto acquistato con la risposta di Valentina Tepedino, medico veterinario esperta del settore. Ho acquistato una busta di calamari con dicitura in etichetta: CALAMARO INDOP.U/3 IQF BUSTA, una volta aperta però …

Continua »

Dalle cozze alle acque potabili: le microplastiche sono ovunque. Ma mancano metodi standard per monitorarle

cozze

Ogni volta che si cercano, le microplastiche rispondono alla chiamata: sono praticamente ovunque. Alcune conferme sono arrivate nei giorni scorsi, in ambienti molto diversi che, però, giungono alle stesse conclusioni. Il primo, condotto dai ricercatori dell’Università di Bayreuth, in Germania, e pubblicato su Environmental Pollution, è relativo a quattro tra i tipi di cozze più consumati nel mondo: il Mytilus edulis …

Continua »

Moria di vongole nell’Alto Adriatico, colpito fino al 90% dello stock nella zona di Cesenatico alla fine di settembre

vongole

Una drammatica moria di vongole ha colpito alla fine di settembre il tratto di mare Adriatico tra Cesenatico e Ravenna, con gravi ripercussioni sui pescatori locali. Il fenomeno, che si è verificato tra il 22 e il 29 settembre, ha colpito tra il 70% e il 90% dello stock di Chamelea gallina, le vongole diffuse nel Mediterraneo. Una moria che, a …

Continua »

Non solo api: i neonicotinoidi danneggiano anche crostacei e molluschi. I risultati di due studi australiani

frittura di gamberi

Non solo le api e gli insetti impollinatori. I neonicotinoidi, insetticidi ancora molto usati, sebbene sotto accusa e già sospesi o vietati in diversi paesi, fanno danni anche in un ambito insospettabile: quello degli allevamenti di crostacei e di molluschi, nello specifico di gamberoni e ostriche. Il motivo, per i crostacei, va ricercato nell’appartenenza allo stesso phylum evoluzionistico degli insetti. …

Continua »

Carne, vegetali e anche pesce: il menu paleolitico dell’Uomo di Neanderthal. In Portogallo, scoperte le prove di fonti alimentari marine

pesce molluschi crostacei

Lo si potrebbe definire un menu di terra e di mare, quello dei neandertaliani che circa 80 mila anni fa abitavano vicino alla grotta di Figueira Brava, una trentina di chilometri a sud di Lisbona, in Portogallo.  Nei reperti e nei sedimenti analizzati da un’équipe internazionale coordinata dai paleontologi dell’Università di Barcellona, e di cui ha fatto parte anche Diego …

Continua »

Norovirus in ostriche e frutti di mare in Francia: stop a produzione e vendita in alcune zone. Ritiri anche in Italia

ostriche

Aggiornamento del 13 gennaio 2020: secondo Santé Publique France, sono stati registrati 179 focolai di tossinfezioni alimentari probabilmente legati al consumo di ostriche e altri frutti di mare crudi, che hanno coinvolto 1.033 persone. Secondo il ministero dell’Agricoltura, dall’inizio dei focolai, le zone di pesca e coltura dei molluschi bloccate sono state 23, distribuite in sette dipartimenti. Intanto, lo scorso …

Continua »

Ostriche: una su dieci è contaminata da norovirus. I risultati allarmanti dell’ultimo lavoro dell’Efsa

ostriche molluschi pesce

In un caso su tre le ostriche, al momento della raccolta, sono contaminate da norovirus, un virus a trasmissione orofecale che può causare tossinfezioni alimentari anche gravi. E anche se al momento della commercializzazione la percentuale scende significativamente, il rischio è comunque presente: in tutta Europa. Sono queste le preoccupanti conclusioni cui è giunta l’Efsa, che dopo avere controllato e …

Continua »

Le capesante non sono tutte uguali: siamo sicuri di pagarle il prezzo giusto? Attenzione alla glassatura e all’acqua aggiunta

Seared sea scallops with orzo and vegetables.

Le capesante, dette anche cappsante o coquilles Saint Jaques, sono molluschi usati per preparare raffinati antipasti, particolarmente adatti per i giorni di festa anche se tutt’altro che economici. Nella maggior parte dei casi, si trovano surgelate in supermercati e catene specializzate, risparmiando qualcosa rispetto al fresco ed evitando di acquistare prodotti decongelati. Ma siamo sicuri di acquistare effettivamente delle capesante, e pagandole …

Continua »

Molluschi cefalopodi congelati: cosa scrivere in etichetta? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Abbiamo un quesito in materia di etichettatura nutrizionale da sottoporvi rigurardo ad alcuni prodotti congelati: molluschi cefalopodi, es. seppie, calamari, totani ecc, o gamberi. La lavorazione consiste nello scongelamento e nell’arricciatura in vasche di acciaio con acqua e sale. I prodotti vengono presentati in casette di polistirolo etichettato con tutte le informazioni obbligatorie. Occorre indicare le informazioni nutrizionali in questi …

Continua »

Greenpeace: gli italiani favorevoli al pesce sostenibile. Il 91% degli intervistati è disposto a cambiare abitudini

pesce Mediterraneo

Pesce più sostenibile? Gli italiani dicono sì.  Secondo l’ultimo sondaggio di Greenpeace condotto dall’Istituo Ixè il 91% degli intervistati si dice disposto a cambiare abitudini alimentari per evitare lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche. Alla domanda: “Quanto sarebbe disposto a spendere di più, rispetto a un prodotto standard, per acquistare, in casa o fuori casa, un prodotto ittico pescato nel …

Continua »

Microplastiche e nanoplastiche in pesci e molluschi, per Efsa necessario valutare i rischi per la salute

La contaminazione da microplastiche e nanoplastiche degli alimenti è al centro di una dichiarazione pubblicata dall’Efsa, su richiesta dell’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR). Per gli esperti dell’agenzia europea per la sicurezza alimentare la presenza di plastiche, soprattutto nel pesce e nei molluschi, è un potenziale rischio per la salute dei consumatori. Le conoscenze sull’argomento sono però …

Continua »

Acqua ossigenata per sbiancare i molluschi: dopo il sì dell’Italia, la Commissione dice che l’additivo è vietato, ma non cambia niente

Pochi mesi fa il Ministero della salute ha espresso parere favorevole sull’utilizzo di acqua ossigenata come coadiuvante tecnologico da impiegare per sbiancare i molluschi. Per gli esperti del Ministero si tratta di un impiego sicuro che non comporta rischi per la salute. Il problema è che l’uso dell’acqua ossigenata come additivo è vietato in tutta Europa non essendo incluso tra …

Continua »

Eurofishmarket: petizione sull’acqua ossigenata usata per sbiancare i molluschi. Più trasparenza per il consumatore

Eurofishmarket ha  lanciato una petizione su Change.org per poter distinguere i totani e i calamari che vengono sbiancati con acqua ossigenata (perossido di idrogeno). Questa possibilità è stata approvata da poco e subito sono iniziate le perplessità da parte di alcuni addetti ai lavori, come abbiamo evidenziato in Il Fatto Alimentare ne ha parlato. La richiesta di chiarimenti è scaturita …

Continua »

Via libera del Ministero all’acqua ossigenata per abbellire l’aspetto dei molluschi: nessun problema per la salute dicono gli esperti

La Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministero della salute ha deciso di autorizzare – previo parere da parte del Consiglio Superiore di Sanità – l’uso di «una soluzione contenente perossido di idrogeno (acqua ossigenata, ndr) nei prodotti della pesca destinati al consumo alimentare umano». La nota ministeriale muta completamente le norme  contenute nel precedente documento del 2010, …

Continua »

Dopo aver invaso i pesci e i molluschi la plastica si trova anche nel sale! Si tratta di particelle di materiale usato per sacchetti, borse, bottiglie…

La microplastica che contamina pesci e molluschi (secondo un recente studio pubblicato su Scientific Reports in percentuali che si aggirano attorno al 30% dei primi, e al 50-60% dei secondi), si ritrova anche nel sale marino, almeno in Cina. L’hanno rilevata i ricercatori della Donghua University di Shanghai andando a verificarne la presenza nel sale normalmente venduto al supermercato. Come raccontano …

Continua »