Home / Archivio dei Tag: microplastiche

Archivio dei Tag: microplastiche

Ma le biobottiglie producono microplastiche? I dubbi di un lettore e la risposta di Assobioplastiche

Three plastic bottles with one bottle crushed

Un lettore ci scrive per cercare di risolvere i suoi dubbi sulle cosiddette biobottiglie e sugli effetti sulla salute che il loro utilizzo può comportare. Ecco la lettera. Le biobottiglie rilasciano microparticelle come quelle di plastica? Ritengo che, se la biobottiglia non costituisce pericoli per la salute, il suo uso potrebbe essere incentivato e che il maggior costo sarebbe accettato …

Continua »

Sicurezza alimentare: antibiotici, pesticidi e additivi sono le paure più grandi degli europei. Ma gli italiani sono i meno interessati al tema dell’Ue

ogm gmo alimenti sicurezza alimentare ricerca

A poco meno di dieci anni dall’ultima rilevazione, e in occasione della prima giornata mondiale per la sicurezza alimentare (celebrata il 7 giugno), l’EFSA ha reso noto un interessante rapporto di Eurobarometro che fotografa le opinioni e le attitudini degli europei in materia. Molti e per lo più positivi i dati principali, a cominciare dal fatto che il 55% degli …

Continua »

Microplastiche: nella dieta almeno 50 mila particelle all’anno. Con l’acqua in bottiglia i numeri salgono alle stelle

Microplastic in a spoon on blue background. microplastic in water and food. Microplastic problem. Dangerous additives. Toxic substances.

Ogni anno mangiamo in media 50 mila microparticelle di plastica, ma probabilmente ne assumiamo molte di più. Se poi beviamo tutti i giorni acqua minerale i numeri schizzano alle stelle. La prima stima sulla quantità di microplastiche – particelle di dimensioni inferiori ai cinque millimetri – che ogni persona ingerisce con la dieta è stata fatta da un gruppo di …

Continua »

Plastica: dalla produzione allo smaltimento produce grandi quantità di CO2

plastica bottiglie riciclo raccolta differenziata vuoto a rendere

La plastica è uno dei principali responsabili del riscaldamento globale, anche se questa sua caratteristica non viene spesso messa in evidenza. Eppure fino dalle prime reazioni, cioè dalla lavorazione degli idrocarburi e in particolar modo delle resine necessarie a ottenerla, fino a quella dei prodotti finiti, dal trasporto allo smaltimento e perfino al riciclo emette grandi quantità di CO2, indirettamente. …

Continua »

Microplastiche nelle acque minerali e di rubinetto: buoni i risultati delle analisi della rivista francese Que Choisir

microplastiche plastica inquinamento contaminazione nanoplastiche

La rivista francese dei consumatori Que Choisir ha analizzato 20 marche di acqua in bottiglia e sette di rubinetto alla ricerca di microplastiche. I test hanno riguardato 12 naturali e 8 gasate, e contemporaneamente l’acqua di rubinetto di sette grandi citta: Lille, Strasburgo, Nante, Lione, Tolosa e Marsiglia. Sono stati prelevati tre campioni per ogni città e tre per ogni …

Continua »

Microplastiche trovate ovunque si cercano, dai fiumi britannici alle montagne svizzere. E si scopre che possono ospitare batteri pericolosi

6 pack ring underwater plastic ocean

Le microplastiche, cioè le particelle di plastica il cui diametro è inferiore ai cinque millimetri, sono ormai ovunque. E la conferma arriva come una doccia fredda ogni qualvolta la si vada a cercare, a qualunque latitudine e nei più diversi tipi di campioni. Gli ultimi in ordine di tempo sono 40 tra laghi, fiumi e bacini britannici, che in uno …

Continua »

Le microplastiche contaminano anche delfini, foche e balene, ma meno del previsto. Lo studio dei ricercatori britannici su Scientific Reports

Nemmeno delfini, foche e balene riescono a sfuggire alle microplastiche, anche se la contaminazione sembra essere minore di quanto ci si potrebbe aspettare. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports (del gruppo Nature) da un gruppo di ricercatori britannici, che ha analizzato, per la prima volta e in maniera sistematica, il contenuto dell’intero tratto gastrointestinale di 50 mammiferi marini – 43 …

Continua »

Plastica nei mangimi: sconosciute le conseguenze per la salute di animali e persone. Ma presenza di piccole quantità è tollerata da quasi tutti i Paesi

plastica mangimi animali dettaglio

Andrew Rock ha una piccola fattoria nella quale alleva i maiali nel Lincolnshire, in Gran Bretagna. Mesi fa, dopo aver notato un po’ per caso alcuni frammenti di plastica nel mangime dei suoi animali, ha iniziato a controllare i vari lotti. Quindi, continuando a rinvenirne pezzettini, ha effettuato test a campione ogni settimana con un mestolo da un chilo, con …

Continua »

Il punto sulla plastica: produzione, leggi e divieti. Il rapporto UNEP sulla situazione mondiale

colored plastic cocktail tubes standing in a glass

La Cina è il più grande produttore al mondo di rifiuti plastici da imballaggio, ma considerando la produzione pro-capite il primato passa a Stati Uniti, seguiti da Giappone e Unione Europea. Questo è il contesto in cui si è tenuto a Ginevra il secondo incontro del gruppo di esperti su rifiuti marini e microplastiche, l’UNEP (United Nations Environment Programme, Programma …

Continua »

Acqua potabile, il Parlamento Ue chiede modifiche alla nuova direttiva: niente limiti a interferenti endocrini e microplastiche

bere acqua

Con 300 voti favorevoli, 98 contrari e 274 astensioni, il Parlamento europeo ha chiesto alcune modifiche alla nuova direttiva sull’acqua potabile proposta dalla Commissione Ue. L’attuale direttiva è in vigore da vent’anni e la proposta di un suo aggiornamento mira ad allineare gli standard di qualità dell’acqua potabile ai dati scientifici più aggiornati. Lo scopo è di tutelare la salute, …

Continua »

Plastica monouso addio: il Parlamento europeo approva la direttiva che mette al bando alcuni prodotti usa e getta

Frappuccino in takeaway cup on wooden table isolated on cafe background

È stato approvato dal Parlamento europeo con numeri schiaccianti (571 voti favorevoli, 53 contrari e 34 astensioni) il provvedimento per mettere al bando, a partire dal 2021, alcuni prodotti in plastica come posate, bastoncini cotonati, cannucce e bastoncini per palloncini, che costituiscono il 49% dei rifiuti marini. La decisione del Parlamento ratifica una proposta approvata dalla Commissione europea lo scorso maggio …

Continua »

Microplastiche nel cibo: la popolazione tedesca sempre più preoccupata. Servono più studi

Anche se il 75% della popolazione tedesca pensa che il cibo sia sicuro, cresce il numero di persone preoccupate per la presenza di microplastiche. È quanto emerge da un’indagine realizzata dall’Ente federale tedesco per la valutazione del rischio alimentare (BfR). Più della metà del campione intervistato, composto da circa 1.000 cittadini, conosce il problema e vorrebbe sapere gli inconvenienti per …

Continua »

Microplastiche anche nel sale da cucina. L’allarme di Greenpeace: più del 90% dei campioni contaminato. Firma la petizione

microplastiche

Microplastiche, ovvero frammenti di plastica di misura inferiore a 5 mm, anche nel sale da cucina. Una recente ricerca condotta su vasta scala e pubblicata da Environmental Science & Technology ha rilevato la sgradita presenza in 36 dei 39 campioni di sale da cucina analizzati, provenienti dai luoghi più disparati del pianeta, compresa l’Italia. L’indagine ha preso in esame non …

Continua »

Microplastiche anche nelle bibite: la rivista Il Salvagente analizza 18 bevande zuccherate. I risultati

Ogni giorno introduciamo microplastiche nell’organismo non solo con gli alimenti e l’acqua, ma anche con le bibite comprate al supermercato. Non si salva nessun soft drink, né quelli commercializzati dai grandi marchi né quelli prodotti dalle etichette con il marchio delle singole catene. Con il termine microplastica si fa riferimento a particelle solide insolubili in acqua, di dimensioni inferiori ai …

Continua »

Microplastiche il nuovo “alimento” nella dieta umana. L’articolo di Valori.it

plastica, mare, inquinamento

Il Fatto Alimentare ha più volte parlato del problema delle microplastiche che sembrano ormai onnipresenti. Diversi studi le hanno trovate in pesci e molluschi, nell’acqua di rubinetto, nel sale e addirittura nell’acqua in bottiglia. La contaminazione è diventata così ubiquitaria che secondo la Commissione europea sono entrate nella catena alimentare umana. Di seguito proponiamo un interessante articolo di Rosy Battaglia, pubblicato da Valori.it, in …

Continua »