Home / Archivio dei Tag: ipertensione

Archivio dei Tag: ipertensione

Documento dei pediatri italiani sull’obesità. Decisivi i primi mille giorni di vita, gravidanza inclusa

bambino sovrappeso metro

“L’obesità infantile è un fenomeno dilagante e persistente. Basti pensare che in Italia a 9 anni un bambino su 10 è obeso e 2 su 10 sono in sovrappeso, e che circa il 50% degli adolescenti obesi rischia di esserlo anche da adulti. Ma ciò che desta più allarme sono i dati sulle complicanze fisiche e psicosociali già presenti nell’infanzia …

Continua »

EduSalt: l’educazione modifica le abitudini alimentari scorrette più di quanto possano fare divieti e restrizioni. Uno studio cinese sul consumo di sale

Per ridurre il consumo di sale a tutte le età, uno dei provvedimenti più utili è l’educazione, cioè la spiegazione dei benefici di un’alimentazione povera di sodio e del suo contrario. La cosa importante è evidenziare quali sono i rischi associati all’eccesso di sale sottolineati più volte dall’OMS e da molte autorità sanitarie nazionali. Un gruppo anglo-cinese, di ricercatori del …

Continua »

Olio di pesce: il terzo integratore più venduto negli Usa ma non ci sono evidenze scientifiche che protegga cuore e vasi sanguigni

pillole olio di pasce omega 3

L’olio di pesce è il terzo integratore alimentare più venduto negli Stati Uniti, dopo quelli a base di vitamine e sali minerali. Le capsule possono contenere fino a 450 milligrammi di acidi grassi omega 3 e sono assunte da almeno un americano su dieci. Stime ufficiali dei consumi in Italia non ce ne sono, ma basta fare una ricerca online …

Continua »

Troppo sale in Italia: quasi il doppio di quello consigliato dall’OMS. Gli uomini ne consumano di più rispetto alle donne

sale

La buona notizia è che, nel Regno Unito, il programma nazionale per la riduzione del consumo di sale avviato nel 2003 sta funzionando. Grazie a campagne pubbliche per promuovere la consapevolezza dei consumatori e ad accordi con le industrie alimentari per ridurre il contenuto di sale nei cibi pronti, in circa 10 anni il consumo quotidiano è diminuito del 15%, …

Continua »

Eccesso di sale, bambini e adolescenti alla mercé dell’industria alimentare. A cena c’è il consumo maggiore durante la giornata

Negli Stati Uniti, oltre il 90% dei bambini e ragazzi compresi tra i sei e i diciotto anni d’età consuma quasi un grammo di sodio in più della dose giornaliera raccomandata dalle Dietary Guidelines for Americans, che è di 2,3 grammi e di 1,5 grammi per gli afro-americani. Secondo una ricerca condotta dai Centers of Disease Control su 2.266 bambini …

Continua »

La riduzione del sale nelle catene fast food in USA è lenta e incoerente: occorre fissare limiti precisi e non lasciare l’iniziativa alle aziende

Tra il 2009 e il 2013 negli Stati Uniti le diciassette maggiori catene di ristoranti hanno ridotto il contenuto di sale nei cibi del 6%, vale a dire l’1,5% l’anno. Si tratta di un progresso lento e incoerente, osserva un rapporto dei Center for Science in the Public Interest, che ha analizzato 136 menù. Le maggiori riduzioni sono state fate …

Continua »

I bambini consumano troppo sale: presente soprattutto nei prodotti industriali come pane e cereali. Aumentano i rischi per la salute

troppo sale pesce crocchetta 99935615

I bambini inglesi, e in generale tutti i bambini dei paesi più sviluppati che hanno un’alimentazione basata anche su cibi industriali, assumono troppo sodio, predisponendosi così fin da piccoli all’ipertensione, all’obesità e ad altri disturbi metabolici. Eppure basterebbe aggiungere meno sale ad alcuni degli alimenti più comuni come il pane e i cereali per la colazione, perché lì si annida …

Continua »

La top ten della salute a tavola: i 10 studi più interessanti proposti da Time, dal cioccolato con pochi grassi alle patatine “leggere” dei fast food

Come sempre, via via che ci si avvicina alla fine dell’anno, i giornali stilano classifiche di vario genere per fare un bilancio dei 12 mesi trascorsi. La rivista Time ha pensato di dedicarne una ai dieci fatti che presumibilmente miglioreranno la salute degli americani, e non solo la loro. Sette sono eventi che riguardano la dieta, tre l’attività fisica. Eccone una …

Continua »

Troppo sale nel menu dei bambini americani. Prospettive drammatiche se non si cambia stile di vita. Il modello New York

I bambini americani – e probabilmente non solo loro – sono a rischio ipertensione a causa dell’eccesso di sale. In genere il cibo con un pizzico di sale in più piace molto, anche se l’ingestione di quantità elevate provoca parecchi danni in un organismo in crescita già messo a dura prova da bevande zuccherate, dolci e grassi. Purtroppo negli Usa …

Continua »

Tagliare il sale durante l?adolescenza fa bene al cuore in età adulta

Ridurre il sale nella dieta quotidiana dei teenager potrebbe ridurre l’ipertensione e il rischio di malattie cardiache e ictus in età adulta, secondo una ricerca presentata all’American Heart Association’s Scientific Sessions 2010 e riportata dal sito ScienceDaily. Attraverso una sofisticata elaborazione dei dati al computer, i ricercatori hanno calcolato quali effetti avrebbe sulla salute a livello nazionale una riduzione di …

Continua »