Home / Archivio dei Tag: claims salutistici

Archivio dei Tag: claims salutistici

Pubblicità dell’olio Cuore: il colesterolo è in regola? Manca la dicitura obbligatoria. Risponde l’avvocato Dario Dongo

Nella pubblicità dell’olio Cuore, pubblicata sul quotidiano La Repubblica del 29 settembre 2016 (foto sotto), manca la dicitura obbligatoria riferito all’effetto benefico che si dovrebbe ottenere con l’assunzione giornaliera di 10 grammi di acido linoleico. Cristina Per rispondere al dubbio sottoposto dalla lettrice, abbiamo chiesto un parere all’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare. Gentile lettrice, Il regolamento (CE) n. 1924/06 – c.d. …

Continua »

Diciture in etichetta: un quarto dei prodotti alimentari vanta proprietà nutrizionali o salutistiche. I risultati di CLYMBOL

Trovare sulle etichette dei prodotti alimentari frasi come  “contribuisce al benessere del tuo intestino” oppure “per la salute delle tue ossa” o “favorisce la riduzione dei livelli di colesterolo” è abbastanza frequente. Uno studio pubblicato  dal gruppo di lavoro del progetto CLYMBOL (Role of health-related Claim and sYMBOLs in consumer behaviour) finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da EUFIC*, ha …

Continua »

Annullata la multa all’integratore Immun’Age: l’Antitrust aveva sanzionato l’azienda con 250.000 euro per pubblicità ingannevole

Il Tar Lazio ha annullato la multa all’integratore Immun’Age che lo scorso anno l’Antitrust aveva dato all’azienda produttrice, la Named Spa, per pubblicità ingannevole. Di seguito riportiamo una breve nota comparsa sull’agenzia online Help consumatori. “I claim salutistici sono ingannevoli o no? La questione è complessa perché è difficile fissare il limite oltre il quale il riferimento agli effetti sulla salute, che si ottengono …

Continua »

In arrivo le sanzioni per le false diciture nutrizionali e salutistiche sulle etichette. Le competenze passano al ministero

mela etichetta

Il 31 maggio il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo per  sanzionare le violazioni al regolamento CE n.1924/06, sulle indicazioni nutrizionali e salutistiche dei prodotti alimentari (1). Si tratta di un passo avanti, all’insegna della certezza del diritto su un’area oggetto di continua attenzione, anche da parte nostra.   I controlli e le sanzioni sono affidati …

Continua »

Red Bull: basta con la pubblicità che incoraggia comportamenti pericolosi e coinvolge i bambini

video-foto-redbull

Red Bull ha perso le ali e non potrà più trasmettere spot pubblicitari che vantano virtù improbabili e immagini che incoraggiano comportamenti pericolosi. La società ha accettato di cambiare i testi e i filmati di molte promozioni in seguito ad un accordo stipulato con l’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Le prossime pubblicità dell’energy drink non potranno usare parole …

Continua »

Red bull perde le ali. Stop alla pubblicità che incoraggia comportamenti pericolosi e basta con il coinvolgimento dei bambini

redbull-pubblicita

Red Bull ha perso le ali e non potrà più trasmettere spot pubblicitari che vantano virtù improbabili e immagini che incoraggiano comportamenti pericolosi. La società ha accettato di cambiare i testi e i filmati di molte promozioni in seguito ad un accordo stipulato con l’Autorità garante della concorrenza e del mercato.   Il testo del provvedimento dice che i prossimi …

Continua »

Red Bull

redbull-sugarfree

Red Bull ha perso le ali e non potrà più trasmettere spot che incoraggino comportamenti pericolosi. La società ha accettato di cambiare i testi e i filmati di molte promozioni in seguito ad un accordo stipulato con l’Autorità garante della concorrenza e del mercato. La decisione risponde in parte anche agli allarmi lanciati dalla comunità scientifica italiana e internazionale sui …

Continua »

Red Bull: la pubblicità sul sito Esselunga che invita a preparare un cocktail con vodka è stata ritirata

Energy drink e alcolici non devono essere mescolati tra loro. Per questo stupisce la scelta di Esselunga di inserire un cocktail a base di Red Bull e vodka come suggerimento di consumo nel catalogo dei prodotti che si possono acquistare facendo la spesa on line (basta cliccare sulla lattina per trovarsi sullo schermo la ricetta). Si tratta di un suggerimento …

Continua »

Lo spot dei “Flauti” Mulino Bianco non andrà più in onda. L’IAP prende posizione. Barilla però dice che “la campagna è cessata”

flauti

Un mese fa Il Fatto Alimentare e altre organizzazioni di consumatori avevano inviato all’Istituto di Autodisciplina pubblicitaria la richiesta di censura per l’ultimo spot di 15 secondi delle merendine Flauti firmate Mulino Bianco Barilla.   La frase sotto accusa era detta da una bambina che  rivolta al suo amichetto dice  «Non lo mangio perchè è buono, lo mangio perchè è …

Continua »

"Flauti" Mulino Bianco: anche l`Unione Nazionale Consumatori denuncia lo spot della Barilla all?Antitrust

Anche l’Unione Nazionale Consumatori ha denunciato all’Antitrust lo spot dei Flauti del Mulino Bianco. Così come aveva segnalato il 25 settembre scorso Il fatto alimentare, non si può fare riferimento alla salute in assenza di valide argomentazioni scientifiche. Nella pubblicità in questione una bambina risponde all’amico riguardo alla merendina dicendo: “Non lo mangio perché è buono, lo mangio perché è …

Continua »

Lo spot dei "Flauti" Mulino Bianco Barilla è scorretto e va ritirato. Non si possono definire sane quelle merendine, lo dice l`UE

“Non lo mangio perchè è buono, lo mangio perchè è sano”. È l’ultimo spot di 15 secondi delle merendine Flauti firmate Mulino Bianco Barilla. La frase è molto efficace anche perchè viene detta da una bambina al suo amichetto mentre addentano la golosa merenda. Anche l’ambientazione è impeccabile come pure la scenografia (Barilla non delude mai!). C’è però un particolare …

Continua »

Etichette alimentari: l`Efsa boccia l`80% delle diciture salutistiche, sì a fibra anticolesterolo e melatonina per dormire, no a silicio per le unghie e lattobacilli per la pelle.

Gli esperti scientifici dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) hanno completato la valutazione delle indicazioni “funzionali generiche” di carattere salutistico da utilizzare sulle etichette dei prodotti alimentari. Con la pubblicazione di questa quinta serie di pareri scientifici, l’Efsa ha aggiunto altre 536 indicazioni alle 2.187 già pubblicate dal 2009. Rimangono ancora 35 diciture, fra cui alcune relative agli isoflavoni, …

Continua »

Qualche chiarimento sulle etichette salutistiche che non hanno superato l`esame dell`Efsa

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questo contributo firmato dell’Associazione italiana industrie prodotti alimentari , sulla questione delle etichette salutistiche bocciate dall’Efsa, che ilfattoalimentare.it ha  trattato più volte. La valutazione negativa di oltre l’80% dei claims salutistici decisa il 19 ottobre da parte dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) in base al Regolamento 1924/2006, necessita di una riflessione per capire meglio …

Continua »

Kinder Ferrero cambia pubblicità: adesso non "aiuta più a crescere"

  Ferrero ha modificato la pubblicità  del cioccolato Kinder. Prima sulla confezione si diceva con una certa enfasi che la barretta  “aiuta  a crescere”, adesso i toni sono cambiati e, abbandonate  le promesse altisonanti, la pubblicità  si limita a scrivere una frase meno ricca di promesse  “Il gusto di diventare grandi”. Questo nuovo claims non è frutto delle alchimie pubblicitarie …

Continua »

Troppe bugie sulle etichette. L`Efsa censura i probiotici e colpisce duramente gli alimenti funzionali

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ieri ha bocciato buona parte delle 808 indicazioni salutistiche che le aziende alimentari utilizzano sulle etichette. Vittima illustre è il settore dei probiotici che, come è avvenuto nel dossier precedente, non ha superato i test di valutazione. Alcuni sostengono che proprio per evitare brutte figure Danone qualche mese fa ha ritirato la domanda …

Continua »