Home / Richiami e ritiri / Listeria monocytogenes: richiamata la coppa di testa farcita Gastronomia delle Marche. Il batterio presente “in quantità minimale”

Listeria monocytogenes: richiamata la coppa di testa farcita Gastronomia delle Marche. Il batterio presente “in quantità minimale”

coppa di testa farcitaIl Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di coppa di testa di maiale farcita a marchio Gastronomia delle Marche, per la “rilevazione di contaminazione in quantità minimale” di Listeria monocytogenes. Il prodotto coinvolto è venduto in confezioni da 2,5 kg e 3,5 kg, identificabili dal numero di lotto H0610 con scadenza a 45 giorni.

La coppa di testa richiamata è stata prodotta dall’azienda Antica Gastronomia Srl nello stabilimento di via Enrico Fermi 1, a Mogliano, in provincia di Macerata (marchio di identificazione IT 1725L CE).

Si precisa che la presenza di Listeria monocytogenes è stata rilevata solo nella coppa di testa con il numero di lotto segnalato, che è stato venduto tra il 12 e il 23 ottobre.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare il prodotto e riportarlo al punto vendita d’acquisto, dove sarà sostituito. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il numero 0733557803

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 126 richiami, per un totale di 204 prodotti, e 5 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

purea di frutta babylove aflatossine

Tracce di aflatossine: richiamata purea di frutta per bambini Babylove di dm Drogerie Markt. Quattro prodotti coinvolti

Il ministero della Salute ha diffuso il richiamo di diversi prodotti per bambini a base …

2 Commenti

  1. cosa significa “in quantità minimale”? La L.Monocitogenes c’è o non c’è in 25 g di prodotto.

    • Giulia Crepaldi
      Giulia Crepaldi

      Gentile Costante,
      secondo il regolamento (CE) 2073/2005 Listeria monocytogenes nei prodotti pronti che costituiscono un terreno favorevole di crescita deve essere assente in 25 g di prodotto “prima che gli alimenti non siano più sotto il controllo diretto dell’operatore del settore alimentare che li produce”. Quando invece si tratta di “prodotti immessi sul mercato durante il loro periodo di conservabilità”, il limite applicato è di 100 ufc/g.