;
Home / Richiami e ritiri / Bennet, Iper, Coop: richiamati altri grissini con sesamo per possibile superamento del limite di ossido di etilene. Aggiornamento del 23/2

Bennet, Iper, Coop: richiamati altri grissini con sesamo per possibile superamento del limite di ossido di etilene. Aggiornamento del 23/2

Aggiornamento del 23 febbraio 2021: il ministero della Salute ha pubblicato solo oggi i richiami dei grissini filoncini rustici e degli altri prodotti a marchio Prato di cui abbiamo dato conto a partire dal 5 febbraio 2021. Tra i prodotti segnalati compare anche un lotto di filoncini rustici al sesamo che non è stato pubblicato da nessuna catena di supermercati: si tratta del lotto 0301202680 con Tmc 17/05/2021.

Aggiornamento dell’11 febbraio 2021: anche Coop ha pubblicato il richiamo di altri lotti di grissini filoncini rustici a marchio Prato per il “possibile superamento della soglia limite dello 0,05 mg/kg di ossido di etilene” nel sesamo presente tra gli ingredienti. Questa volta i prodotti richiamati sono i seguenti:

Coop rende noto che il provvedimento riguardo solo i punti vendita delle Regioni Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia, Sicilia e Veneto.

Aggiornamento del 9 febbraio 2021: Iper ha segnalato il richiamo di altri due lotti di grissini filoncini rustici a marchio Prato per il “possibile superamentodella soglia limite dello 0,05 mg/kg di ossido di etilene” nel sesamo presente tra gli ingredienti. I prodotti interessati sono i seguenti:

Bennet ha diffuso il richiamo di altri lotti di grissini filoncini rustici a marchio Prato per il “possibile superamento della soglia limite dello 0,05 mg/kg di ossido di etilene” nel sesamo presente tra gli ingredienti. I prodotti interessati sono i seguenti:

Il richiamo di altri due lotti di filoncini rustici al sesamo e con farina 100% integrale e semi è stato segnalato in precedenza da Unes. I grissini richiamati sono stati prodotti dall’azienda Prato Srl di via Sabbioni 28 a Trofarello, nella città metropolitana di Torino.

Per precauzione, si raccomanda di non consumare i prodotti con i numeri di lotto e i termini minimi di conservazione segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Da ottobre 2020, il sesamo provenienti dall’India con ossido di etilene oltre i limiti consentiti ha causato il richiamo e il ritiro di oltre 170 prodotti nel nostro Paese, in alcuni casi anche in via del tutto precauzionale. Fino ad ora sono stati coinvolti semi di sesamo, mix di semi, cereali e legumi, olio, piatti pronti, prodotti da forno, salse, snack dolci e salati, sia convenzionali che biologici, anche destinati a catering e ristorazione.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 26 richiami, per un totale di 29 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Pandoro Melegatti, richiamo precauzionale per possibili corpi estranei. Segnalati anche equiseto bio e uova

Melegatti 1894 ha richiamato precauzionalmente un lotto del Pandoro Originale per la “possibile presenza di corpi estranei” …