Home / Coronavirus / Panzironi: integratori contro il coronavirus. L’Agcom apre un nuovo procedimento e bacchetta La7 per le ospitate

Panzironi: integratori contro il coronavirus. L’Agcom apre un nuovo procedimento e bacchetta La7 per le ospitate

Panzironi AdrianoContinuano a fioccare le sanzioni nei confronti di Adriano Panzironi, il creatore del metodo Life120, che è finito di nuovo nei guai con l’Autorità garante delle comunicazioni a causa del coronavirus. Il giornalista – per ora sospeso dall’ordine – ha dedicato una parte della programmazione di Il Cerca Salute a “quello che non ti hanno detto sul coronavirus”. Nel corso della trasmissione Panzironi avrebbe definito “arretrate” le misure di contenimento messe in campo, e suggerito invece di seguire una dieta povera di carboidrati e utilizzare integratori di vitamina C e D per prevenire l’infezione, prodotti che, naturalmente, sono venduti da Life 120 e pubblicizzati durante il programma in questione.

Secondo l’Agcom, Panzironi avrebbe continuato a diffondere “informazioni fuorvianti e scientificamente infondate su vari generi di malattie e possibili cure o modalità di prevenzione delle stesse”. Una condotta per cui nel marzo 2019 il Life 120 Channel aveva già ricevuto una sanzione di 260 mila euro dall’Autorità. All’epoca, scriveva l’Agcom, il programma di Panzironi avrebbe “trasmesso informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti”.

Secondo l’Agcom Tale condotta è oggettivamente grave in ragione dell’attuale emergenza sanitaria e del momento drammatico per il Paese”   e per questo l’autorità ha aperto un altro procedimento sanzionatorio nei confronti delle emittenti che trasmettono il programma di Panzironi (il Life 120 Channel in onda sui canali 61 del digitale terrestre e 880 del satellite). Questa decisione  potrebbe portare alla sospensione dell’attività fino a sei mesi o addirittura alla revoca della concessione.

L’Autorità ha avviato procedimenti sanzionatori anche nei confronti  delle emittenti locali che continuano a trasmettere Il Cerca Salute e le pubblicità dei prodotti Life 120 di Panzironi. “Molte di queste emittenti sono state già sanzionate nei mesi scorsi, nel qual caso si tratterebbe di reiterazione della condotta” fa sapere l’Agcom.

panzironi il cerca salute
L’Agcom ha aperto un nuovo procedimento sanzionatorio nei confronti delle emittenti che mandano in onda il programma di Panzironi

Ma non sono solo le emittenti locali a finire nei guai per aver dato spazio a Panzironi. L’Autorità ha mandato una lettera di richiamo a La7, per averlo ospitato due volte durante il mese di marzo nel programma Non è l’Arena condotto da Massimo Giletti. Così facendo, scrive l’Agcom, sarebbe stato consentito a Panzironi “sebbene in contraddittorio con esperti qualificati, di ribadire le stesse posizioni per le quali erano già intervenute Agcom e Autorità garante della concorrenza e del mercato, senza peraltro dare adeguatamente conto delle iniziative dell’ordine dei giornalisti nei suoi riguardi, anche in relazione all’attività commerciale di vendita di prodotti vitaminici Life 120 indicati dal Panzironi come capaci di prevenire l’infezione da coronavirus”.

Oltre ai procedimenti dell’Agcom, Panzironi è stato rinviato a giudizio per abuso della professione medica ed è stato denunciato per diffamazione dalla Società italiana di diabetologia (Sid) e dall’Associazione dei medici diabetologi (Amd) che sarebbero stati accusati di dare ‘consigli criminali’ ai pazienti diabetici.

L’inventore del metodo Life 120 è stato anche sanzionato due volte dall’Antitrust. La prima volta nel 2018, quando le sue società hanno ricevuto multe per quasi 500 mila euro complessivi per la comunicazione ingannevole e la pubblicità occulta degli integratori della linea Life 120. La seconda, da 250 mila euro, è arrivata nel settembre 201a sempre per pubblicità ingannevole.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Coronavirus: il modello tedesco per tornare presto al lavoro, dare un patentino alle persone immuni, ma non è così semplice

In Germania il 31 marzo il numero dei contagiati dal Covid-19 era circa 67.000, e …

10 Commenti

  1. Avatar

    Questa iniziativa dell’Agcom è particolarmente strana. Viene chiusa la trasmissione di un giornalista su canale61 perché ha dichiarato che integrare con vitamina C e D su un’altra trasmissione e altro canale LA7 può aiutare a prevenire il Coronavirus. Quindi nonostante che non siano farmaci è vietato dire che la vitamina C e D possono aiutare contro i Virus?
    Aggiungo che quando Testate Giornalistiche come IL GIORNALE o LIBERO diffamavano il Primo Ministro o diffondevano notizie false sul Coronavirus NON è stato fatto assolutamente nulla.
    Cosa avrà spinto l’Agcom a questa decisione, contro l’integrazione? Occorre che gli ispettori del Ministero indaghino.

  2. Avatar

    Si parla spesso di Panzironi e dei suoi integratori e non di molte altre speculazioni che in questi giorni abbondano in rete. Per esempio su un sito è appena stato messo in vendita un integratore che promette di tutto, addirittura maggior intelligenza e stimolazione delle cellule staminali neuronali, incredibile. Come mai non si interviene allo stesso modo anche nei confronti di altri personaggi?

    • Avatar

      Fantastico!
      Non sapevo niente dei provvedimenti presi contro Panzironi. L’ho ascoltato solo un paio di volte per puro caso in onda su una tv locale circa un anno fa ed ero rimasta sconvolta. Non c’entra niente il fatto che io sia una dottoressa, semplicemente non si può pubblicizzare un metodo di alimentazione solo perché considerato valido personalmente. La testimonianza della gente in tv non ha alcun rilievo senza nessun altro tipo di verifiche.

  3. Avatar

    Posso dire che purtroppo siamo in Italia, se fosse in un altro paese si sarebbero già prese serie contromisure, purtroppo in una realtà
    diversa dove tutto e tutti possono fare quello che vogliono.
    Con la salute delle persone non si scherza, ma permettiamo a questo indviduo di andare nelle trasmissioni a
    dire qualsiasi cosa, dando così informazioni false.

  4. Avatar

    salve a tutti io voglio solo dire alcune cose che da un po di tempo o nella mia testa da premettere che non sono in difesa di nessuno, riguardo alla vitamina c ed ad altri prodotti io stesso alcuni anni fa praticavo ciclismo amatoriale riuscendo anche a percorrere circa 120 km al giorno non sempre ma il minimo quando non ero in forma erano da i 40 ai 69 km parlando una volta con un medico sportivo mi a detto di non esagerare tutti i giorni perché lo sforzo che facevo mi abbassava le difese immunitarie ed era vero perché vedevo che avevo sempre raffreddori e doloretti a dosso tipo influenzali anche se le uscite incominciavo a farle da giugno a ottobre in sicilia dalle mie parti le estate viene presto, e allora io stesso mi preparavo integratore di vitamina c associati con ginseng e pappa reale succhi di frutta ace, e ananas allora gli integratori di vitamina c li prendevo 3 volte al giorno a basse dosi sotto sorveglianza del mio dottore il resto li prendevo giornalmente cosi facendo sono riuscito a migliorare di molto la resistenza ai raffreddori notando anche miglioramenti di fondo be cosa dire

    • Avatar

      Angelo tu sei fortunato.
      Una terra stupenda ricca di verdura frutta e agrumi da consumare freschi tutti i giorni
      Se abitassi io dalle tue parti sarei un Campione Olimpico

  5. Avatar

    Penso che tu non abbia mai seguito le sue trasmissioni.vengono suggerite le cure piu strampalate per tutte le malattie del mondo ad una mandria di illusi,per non dire peggio, che hanno arricchito il Panzironi che qualche anno fa aveva un ufficio in un garage ad Ardea

  6. Avatar
    PARADOSSO ASIATICO

    La Redazione non ha rilevato gli estremi per censurare, e cioè non pubblicare il commento di Fulvio. Pare che i colpevoli in questa vicenda siano gli “illusi” formanti una “mandria”; e come se ciò non bastasse, il “per non dire peggio” non so se è riferito al termine “mandria” o al termine “illusi”, o a “cure più strampalate”. Ebbene, anche in questo caso bisogna essere costruttivi, e cioè proponenti. Se esistono degli “illusi”, questi vanno definiti “sprovveduti”. La “sprovvedutezza” è definita come mancanza di capacità, di doti, limitata avvedutezza. In nessun vocabolario è descritto però il rimedio ad essa. Il rimedio è la “conoscenza”, e questa la si genera nel primo giorno di scuola, e la si fa crescere soprattutto nello stesso ambito. Teniamo conto, a questo punto, che la gran parte degli attuali “illusi”, soprattutto per l’età, non ha potuto arricchirsi della “conoscenza” di cui parlo. Ebbene, la “conoscenza” porta innazitutto ad un immediato spontaneo spirito critico, prendere atto per poi verificare, ma non deve essere soltanto un atto intellettivo, ma un un’attenzione supportata da conoscenze tecniche, che già si apprendo a scuola, ma che devono superare il fatto teorico: se alla scuola dell’obbligo viene studiata la cellula, occorre anche completare il discorso con le modalità e i mezzi con i quali essa si mantiene in vita. Bisogna illustrare il ruolo che assumo l’ossigeno, l’acqua, i nutrienti per evitare che la cellula muoia. Insomma bisogna assimilare cognizioni che ci mettano in condizioni di filtrare tutto ciò che poi ci viene bombardato soprattutto con i media. Due riflessioni sugli “illusi”:
    1) i medici ed altri titolati nello stesso ambito, concordanti con il giornalista, sono “sprovveduti” in materia?
    2) Al di là di quello che sostiene il giornalista, i medici e altri titolati in ogni campo, che trasgredisono lo stile di vita “ufficiale” (es: alimentazione e fumo), sono “sprovveduti”, nel senso più lato?.
    Un’ultima cosa: in questo momento travagliato la fa da protagonista anche la Vitamina C. Articoli, sul suo ruolo, pro, contro, neutrali. Per me è l’occasione anche per studiare, pensando sempre alla cellula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *