Home / Richiami e ritiri / Eurospin ritira prosciutto cotto Alta qualità a marca PortamiVia per probabile presenza di listeria. Ritiro in quattro Regioni

Eurospin ritira prosciutto cotto Alta qualità a marca PortamiVia per probabile presenza di listeria. Ritiro in quattro Regioni

eurospin prosciutto cotto portamiVia
Eurospin ritira prosciutto cotto PortamiVia

Eurospin ha ritirato a titolo precauzionale, dagli scaffali dei punti vendita di alcune Regioni, il Prosciutto cotto Alta qualità italiano Take Away della marca PortamiVia.

L’avviso riguarda esclusivamente le confezioni da 120 grammi che indicano come scadenza il 3/04/2016. l lotto indicato è stato ritirato dalle vendite a scopo preventivo per probabile presenza di Listeria.

La referenza in questione è stata prodotta per Eurospin nello stabilimento di: Via delle Industrie, 95 – Bellizzi (SA) ed è stata venduta esclusivamente nei punti vendita delle regioni: Emilia – Romagna, Toscana, Marche e Umbria.

L’azienda si scusa e invita tutti coloro avessero acquistato il prodotto, a non consumarlo né utilizzarlo e a restituire le confezioni al punto di vendita per il rimborso.

Per ulteriori chiarimenti o segnalazioni si prega di contattare il servizio clienti all’ 800.595.595.

logo eurospinChe cos’è la listeria (scheda a cura dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie)

La Listeria monocytogenes è un batterio Gram-positivo, ubiquitario nell’ambiente e presente in numerose specie animali (mammiferi, uccelli, pesci). È stato dimostrato che ogni prodotto alimentare fresco di origine animale o vegetale possa essere contaminato da concentrazioni variabili di L. monocytogenes. In generale, il microrganismo è stato isolato in: latte crudo, formaggi molli, carne fresca e congelata, pollame, prodotti ittici e prodotti ortofrutticoli. A differenza di altri batteri di origine alimentare, tollera gli ambienti salati e le basse temperature (tra +2 °C e 4 °C), per questo motivo la temperatura di refrigerazione a cui vengono conservati gli alimenti (4°C) non ne contrasta la moltiplicazione, rendendone indispensabile il controllo durante la produzione degli alimenti.

donna mal di pancia
Ogni prodotto alimentare fresco di origine animale o vegetale può essere contaminato

La listeriosi può assumere due forme:

– diarroica, più tipica delle tossinfezioni alimentari, che si manifesta nel giro di poche ore dall’ingestione;

– invasiva o sistemica, che attraverso i tessuti intestinali e il flusso sanguigno si diffonde sviluppando forme più acute di sepsi, encefaliti e meningiti. In questo caso, tra l’ingestione del cibo a rischio e la manifestazione dei sintomi possono passare anche periodi di tempo piuttosto consistenti, talvolta fino a 90 giorni.

I soggetti adulti sani possono contrarre la listeriosi nella sua forma diarroica, soprattutto in seguito ad ingestione di alimenti altamente contaminati dai batteri. I soggetti più a rischio per la forma sistemica, più grave, sono i pazienti immunodepressi o affetti da malattie croniche. Anche le donne in gravidanza presentano un elevato rischio di contrarre l’infezione materno-fetale e perinatale, con rischio di aborto, nascita prematura o morte del feto.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

purea di frutta babylove aflatossine

Tracce di aflatossine: richiamata purea di frutta per bambini Babylove di dm Drogerie Markt. Quattro prodotti coinvolti

Il ministero della Salute ha diffuso il richiamo di diversi prodotti per bambini a base …

9 Commenti

  1. Quando si fanno le classifiche delle catene più convenienti bisognerebbe associare anche quelle dei ritiri dalla vendita per problemi qualitativi, quasi sempre le prime posizioni sono simili in entrambe le classifiche…

    • Valeria Nardi

      Ogni anno vengono ritirati centinaia di prodotti. Quello che possiamo dire per certo è che Eurospin è molto chiaro nel divulgare le notizie di ritiro.

  2. non sono un po’ troppi i prodotti ritirati sempre da questo mercato che si fregia di essere il primo discount a livello nazionale?
    Lora

    • Valeria Nardi

      Ogni anno vengono ritirati centinaia di prodotti. Quello che possiamo dire per certo è che Eurospin è molto chiaro nel divulgare le notizie di ritiro.

  3. Siccome chi cerca trova, non è da escludere che Eurospin cerchi meglio di altri distributori…e che quindi sia quella che ha il comportamento migliore verso i consumatori…
    Questo perchè dalle notizie che si leggono pare di evincere che i problemi vengano scoperti dai controlli interni, non dai controlli ufficiali…

    • I controlli interni andrebbero fatti, e le aziende serie li fanno, prima di inserire un prodotto in assortimento.

  4. “Eurospin è molto chiaro nel divulgare le notizie di ritiro”
    E’ il minimo sindacale! Ma il fatto che questa catena abbia continuamente di questi problemi non vi fà venire il dubbio che non vadano troppo per il sottile sull’aspetto qualitativo/sanitario per privilegiare la convenienza?
    Per me non è un dubbio.

    • Roberto La Pira

      La sua e un’ipotesi. L’altra potrebbe essere che Eurospin e qualche altra catena publbicizzano tutti i richiami mentre le altre glissano. Per il ritiro di Mars poche catene lo hanno pubblicizzato sui loro siti , eppure si tratta di un prodoto che probabilmente era presente dappetutto.

  5. L’esempio di Mars mi dà la sponda per spiegare meglio: se il ritiro avviene su un prodotto di marca come Mars non c’è alcuna responsabilità del supermercato del caso, che cmq e’ tenuto a pubblicizzare la cosa; se invece avviene su un prodotto a marchio d fantasia o addirittura del distributore, che esso fa’ produrre senza verifiche puntuali sulla qualità e salubrità perché bada solo al prezzo più basso possibile, le cose cambiano.