Home / Allerta / Diossina in tranci di tonno dalla Croazia e mercurio in pesce spada spagnolo… Ritirati dal mercato europeo 109 prodotti

Diossina in tranci di tonno dalla Croazia e mercurio in pesce spada spagnolo… Ritirati dal mercato europeo 109 prodotti

tonno Diossina

Nella settimana n°23 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 109 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un solo caso: intossicazione alimentare (sindrome scombroide) causata da lombata di tonno pinna gialla (Thunnus albacares) scongelata, dalla Spagna.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: Salmonella enterica (ser. Londra) in filetti d’anatra congelati, dall’Ungheria; mercurio in lombi di pesce spada scongelati dalla Spagna; diossina in tranci di tonno refrigerati dalla Croazia; conteggio elevato di Escherichia coli in infusione di erbe dall’Italia, prodotto in Spagna, con materie prime provenienti dalla Germania (richiamati quattro lotti della tisana Ventre piatto cold de L’Angelica, ulteriori dettagli in questo articolo); mercurio in pesce spada refrigerato, preparato scongelato sotto vuoto, dalla Spagna.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: aflatossine (B1) in pistacchi provenienti dagli Stati Uniti, spediti dalla Turchia; tracce di un allergene non segnalato in etichetta, le beta-lattoglobuline (latte)in brodo granulare ai porcini, dall’Italia (confezionato da Bauer Spa, ulteriori dettagli in questo articolo); presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli,in manzo congelato dal Brasile;

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato la Spagna segnala conteggio troppo alto di Escherichia coli in vongole vive (Chamelea gallina); la Germania segnala un’allerta per la presenza di lattosio, colorante (E 102 – tartrazina) e tracce di lattoproteina (caseina) in liquore all’uovo Bombardino a marchio Psenner (ulteriori dettagli in questo articolo); la Lettonia segnala un’allerta per la presenza di micotossine (patulina) in frullati biologici a base di mela dalla Lettonia, con materie prime provenienti dall’Italia (marca Rainbow Luomu; per il gusto Mela in confezione da 90 grammi e al gusto Mela, banana, mirtillo in confezione da 110 grammi.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Castagne d’India o matte: in Francia pubblicata una guida per prevenire le intossicazioni molto frequenti

Ogni autunno ospedali e centri antiveleni accolgono persone con intossicazioni da castagne d’India, frutti dell’ippocastano …