Home / Fabio Di Todaro (pagina 2)

Fabio Di Todaro

Fabio Di Todaro
Giornalista free lance. Twitter: @fabioditodaro

Bambini e fast food: la proposta soft di New York per limitare l’epidemia di obesità, limitando grassi, sodio e calorie

Benjamin Kallos, membro del consiglio locale di New York, vuole disciplinare i pasti per bambini serviti nei fast food. L’obiettivo è regolamentare in maniera più rigida l’erogazione dei pasti e per fare ciò ha invitato le multinazionali a proporre un Happy Meal “salutare”: con un  frutto, un piatto a base di verdura o una porzione di cereali integrali ad accompagnare …

Continua »

Dr Schar ritira in Italia e in Europa barrette Twin Bar contaminate da Salmonella. Coinvolte altre 5 aziende

  Le barrette di cioccolato “Twin Bar”, prodotte in Svizzera dalla multinazionale Dr Schar, leader nel mercato del senza glutine, sono state ritirate dal commercio per la presenza di salmonella: l’agente batterico più di frequente responsabile delle tossinfezioni alimentari. «Non possono essere esclusi rischi per la salute», ha comunicato l’Ufficio Federale della Sicurezza Alimentare e di Veterinaria (Usav) (http://www.blv.admin.ch/aktuell/01617/04492/index.html?lang=it&msg-id=58410), raccomandando …

Continua »

Il menu tipo di un bambino contiene il doppio dei grassi saturi consigliati. Troppo olio di palma. Le proposte alternative di Margherita Caroli

Analizzando il menù della “giornata tipo” di un bambino, emerge come l’assunzione di grassi saturi è doppia rispetto ai limiti indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che nelle sue linee guida è anche più prudente rispetto alle indicazioni fornite nei Larn dalla Società Italiana di Nutrizione Umana. Apporto consigliato: tra il 7,5 e il 10% delle chilocalorie giornaliere. A spiegare cosa significhino nella pratica …

Continua »

Obesità infantile: le nuove linee guida e i trucchi per combatterla evitando zuccheri, sale e grassi in eccesso

fast food

Tenere la frutta al centro della tavola e bere acqua o latte scremato per dissetarsi, evitando le sempre più diffuse bevande zuccherate: sono solo due dei consigli più significativi che l’American Academy of Pediatrics ha diffuso nelle linee guida per la prevenzione della obesità infantile. L’approfondimento punta a favorire l’adozione di stili di vita più salutari, per ridurre l’incidenza di …

Continua »

Alla scoperta del lupino, il legume sconosciuto dalle grandi proprietà benefiche. A Milano una conferenza patrocinata da Expo

Il lupino è un legume poco presente nelle tavole degli italiani, anche se l’analisi nutrizionale rivela ottime proprietà benefiche per la salute. La gente lo conosce perché si trova in alcune diete e perché è considerato una buona fonte di proteine dalle persone vegetariane. Per colmare questo deficit di conoscenza, durante  Expo, Milano ospiterà la quattordicesima edizione della Conferenza Internazionale …

Continua »

Acrilammide: l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare conferma il rischio cancerogeno. I nostri consigli

Sulla sicurezza dell’acrilammide – una sostanza tossica che si forma durante i processi di cottura ad alte temperature – l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa) è tornata a esprimersi poche settimane fa, confermando il rischio cancerogeno per l’uomo. Si tratta di una posizione analoga a quella espressa dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc), che definisce il composto un «probabile …

Continua »

Salgono i prezzi di frutta e verdura, più economico il cibo di scarsa qualità. Un rapporto analizza la situazione in Brasile, Cina, Corea, Messico, Gran Bretagna e USA

Si riducono i prezzi di merendine e patatine, aumentano quelli di frutta e verdura. Non possono dunque stupire le conseguenze: più spesso sulle tavole finisce cibo di scarsa qualità, mentre sul girovita si accumulano chili in eccesso. È questa l’istantanea, relativa agli ultimi trent’anni, scattata dall’Overseas Development Institute, organizzazione internazionale che si occupa delle problematiche sociali delle realtà emergenti. Le …

Continua »

Bambini e pubblicità: nessun miglioramento sulla salute. Negli USA le aziende fanno ancora troppo poco e non esiste una regolamentazione efficace

I progressi nelle pubblicità del cibo per bambini si sono dimostrati troppo esigui per avere effetti sulla salute pubblica. È quanto emerge da una ricerca pubblicata sull’American Journal of Preventive Medicine. Comparando spot precedenti al 2007 con altri relativi al 2013, gli autori dello studio (Università di Arizona e Pennsylvania) hanno notato che i miglioramenti sono stati quasi trascurabili. «Di fronte alla …

Continua »

In Italia l’87% dei mangimi composti per animali è GM. Secondo uno studio californiano il genoma modificato non ha ripercussioni su carni, latte e uova. Restano gli altri problemi oltre al glifosato

mangime stalla

I mangimi composti prodotti con colture geneticamente modificate sono simili  a quelli  provenienti da coltivazioni convenzionali. È questa la sintesi di una review pubblicata sul Journal of Animal Science da due ricercatrici del dipartimento di genomica animale e biotecnologie dell’Università della California. Le autrici dello studio hanno preso in esame i dati sulla produttività e sulla salute degli animali da allevamento …

Continua »

Glifosato, l’erbicida più utilizzato in Italia e venduto dalla Monsanto classificato dallo IARC come probabile cancerogeno: il verdetto dell’OMS esteso ad altri quattro pesticidi

L’Agenzia per la Ricerca sul Cancro (Agency for Research on Cancer – IARC), il braccio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che si occupa dell’ambito oncologico, ha emesso un verdetto pesante su cinque pesticidi molto usati in agricoltura. Si tratta di un erbicida (glifosato) e due insetticidi (malathion e diazinon), dichiarati probabili cancerogeni per l’uomo e come tali inseriti nel gruppo 2A. …

Continua »

L’Onu battezza il 2013 “anno della quinoa”, uno pseudo cereale venduto anche al supermercato. Il parere di Marina Carcea dell’Inran

semi quinoa

In Italia, da qualche anno è facile trovare la quinoa sugli scaffali dei negozi, nei punti vendita del commercio biologico o equo-solidale, nei corridoi della grande distribuzione. Come abbiamo già scritto in un articolo passato, è una pianta originaria della regione andina del Perù, facile da coltivare, ricca di sali minerali, proteine, vitamine e fibre e senza glutine. Sebbene culturalmente …

Continua »